Condividi la notizia

TAR Lazio

Prove di ammissione al corso di laurea in medicina: se manca la firma nella scheda anagrafica la prova è nulla?

Un caso singolare esaminato, con buon senso, dal Tribunale Amministrativo del Lazio.

Un ragazzo, contestando il provvedimento con cui veniva annullata la sua prova di ammissione al corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia per l’anno accademico 2016/2017, adiva il T.A.R. Lazio convenendo in giudizio il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca e l’Università degli Studi di Palermo. 

Il ricorrente, nella suddetta prova, conseguiva il punteggio di 65,50, che gli avrebbe consentito, qualora la sua prova non fosse stata annullata, di essere inserito in posizione utile nella graduatoria nazionale. La motivazione sottesa all’annullamento del test di ammissione si fondava sul presupposto che la scheda anagrafica compilata dall’interessato risultava essere priva della sottoscrizione attestante la veridicità delle informazioni fornite, quali il cognome, il nome, il luogo e la data di nascita.

Il T.A.R. Lazio, Sez. Terza, dapprima con ordinanza cautelare ammetteva il ricorrente, con riserva, al corso di laurea, e successivamente tratteneva la causa in decisione, accogliendo il gravame con sentenza n. 2448 pubblicata in data 5 marzo 2018.

I giudici di Via Flaminia, in prima battuta, hanno motivato la loro decisione basandosi su quanto disposto dal D.M. n. 546 del 2016, il quale attribuisce alla scheda anagrafica debitamente compilata e sottoscritta, l’esclusivo rilievo di consentire alla Commissione l’identificazione del candidato. La finalità della sottoscrizione della scheda, si sottolinea nella sentenza, “è esclusivamente quella di porre l’attenzione del candidato e sulla veridicità dei dati personali (trascritti comunque di pugno nella scheda medesima), e sull’avvenuta verifica della corrispondenza delle etichette adesive contenenti i codici identificativi apposti sulla documentazione consegnatagli, al fine di evitare future contestazioni alla Commissione di errori nell’abbinamento tra modulo delle risposte e scheda anagrafica. Ne deriva, quindi, che alla mancata sottoscrizione della scheda anagrafica potrebbe attribuirsi rilevanza sostanziale esclusivamente nel caso in cui vi fosse contestazione sui dati ivi contenuti o, in ultimo, sulla corrispondenza delle etichette contenenti il codice di abbinamento alle quali il D.M. n. 546/2016 attribuisce il ruolo di attribuire la paternità del modulo di risposte al soggetto i cui dati identificativi sono indicati nella scheda anagrafica”. Ogni scheda anagrafica, infatti, è abbinata ad un modulo-risposte, sulla base di una etichetta contenente un codice perfettamente coincidente, il che vale a dimostrare con certezza che quel determinato modulo sia stato compilato proprio dalla persona i cui dati sono trascritti nella scheda.

L’orientamento enunciato nella sentenza in commento, necessita di una lettura congiunta con il noto principio di strumentalità delle formedi cui sono espressione anche gli articoli 21 octies e 21 nonies della L. n. 241 del 1990, secondo cui “l’invalidità di un atto può essere riconosciuta solo quando gli adempimenti formali omessi non ammettano equipollenti, per il raggiungimento dello scopo”.

Il Collegio giudicante, dunque, all’assolvimento dell’adempimento relativo alla mancata sottoscrizione ha attribuito un mero rilievo di irregolarità formale, non essendo intercorsa alcuna contestazione né sui dati identificativi del candidato, né sulla coincidenza delle etichette adesive apposte sul modulo-risposte e sulla scheda anagrafica, finendo per attribuire fondatezza alle pretese del ricorrente, accogliendo il ricorso e annullando il provvedimento ministeriale nella parte in cui disponeva l’annullamento della sua prova d’esame.

Mattia Murra

(9 marzo 2018)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

27 gennaio 2015
MIUR | Meno scuole e anni di corso e più borse. "Ora Miur al lavoro su secondo bando concorso nazionale".

 
 
Condividi la notizia

30 luglio 2015
Università | Presentato il nuovo corso di laurea magistrale in 'Economia delle risorse naturali e culturali'. Le candidature dal 1 agosto al 6 ottobre 2015.

 
 
Condividi la notizia

2 marzo 2016
MIUR | Online le prime risposte alle domande frequenti sul concorso 2016 per i docenti.

 
 
Condividi la notizia

20 maggio 2014
Università | Il ministro Giannini annuncia il passaggio al modello francese, la riforma dovrebbe partire a luglio.

 
 
Condividi la notizia

5 marzo 2015
Ministero Interno | Pubblicato il concorso pubblico, per titoli ed esami. Scadenza per la presentazione delle domande 30 marzo 2015.

 
 
Condividi la notizia

9 agosto 2016
Opportunità | L'ENEA insieme al Ministero dello Sviluppo Economico hanno bandito un concorso giornalistico sul tema dell'efficenza energetica. Scadenza il 15 novembre 2016.

 
 
Condividi la notizia

11 dicembre 2017
Corte di cassazione | Legittimo il licenziamento del Ragioniere Capo del Comune.

 
 
Condividi la notizia

16 novembre 2015
Opportunità di lavoro | Cercasi Specialisti in medicina legale e/o in altre branche di interesse istituzionale cui conferire incarichi professionali a tempo determinato. Scadenza 30 novembre.

 
 
Condividi la notizia

20 luglio 2014
Università | Il Tar del Lazio accoglie il ricorso dei ragazzi esclusi dalla selezione 2012 per Catania, Palermo, Messina e Catanzaro. Violazione dell’anonimato nella selezione con diritto ad essere reinseriti nei corsi o condanna al risarcimento dei danni.

 
 
Condividi la notizia

7 agosto 2016
Lavoro | Sulla Gazzetta Ufficiale n. 62 del 5.8.2016 il concorso per i posti di giudice tributario presso le Commissioni Tributarie regionali e provinciali.

 
 
Condividi la notizia

8 febbraio 2015
Unione Europea | Ogni mese un tema diverso per il concorso fotografico indetto in occasione dell'Anno europeo per lo sviluppo. I vincitori saranno invitati a Strasburgo per fare un reportage durante la plenaria.

 
 
Condividi la notizia

22 febbraio 2016
Opportunità | Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ha indetto un concorso per titoli ed esami, scadenza il 29 febbraio 2016.

 
 
Condividi la notizia

23 febbraio 2015
Pubblico Impiego | La sentenza della Terza Sezione del 23 febbraio 2015. Obbligo di motivazione solo se il secondo concorso è identico. Nessuna identità tra i due concorsi se il secondo concorso è stato bandito da un altro ente e solo successivamente è intervenuto un accordo per avvalersi reciprocamente delle graduatorie in corso di validità.

 
 
Condividi la notizia

9 settembre 2014
Accordo quinquennale Italia-Stati Uniti | Reciproca mobilità studentesca, firmato l'accordo tra l'università di Tor Vergata e la George Washington University. Tirocini da 4 a 8 settimane, l'ateneo romano è il primo a stabilire accordi di questo genere in Italia.

 
 
Condividi la notizia

20 marzo 2018
Ministero Interno | Il concorso scadrà le ore 12:00 del 30 aprile 2018 ed è rivolto a tutti gli studenti delle scuole italiane di ogni età e percorso scolastico.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 Tweet dalla P.A.
 
CORTE
COSTITUZIONALE
 
CORTE DI GIUSTIZIA DELL'UNIONE EUROPEA
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.