Condividi la notizia

Università

Violato l'anonimato nei test di medicina

Il Tar del Lazio accoglie il ricorso dei ragazzi esclusi dalla selezione 2012 per Catania, Palermo, Messina e Catanzaro. Violazione dell’anonimato nella selezione con diritto ad essere reinseriti nei corsi o condanna al risarcimento dei danni.

Vittoria per gli aspiranti medici e dentisti di Catania, Palermo Messina e Catanzaro.

Nei test non avevavo raggiunto un punteggio sufficiente per l’accesso ai corsi 2012/2013, così hanno impugnato il diniego di ammissione.

Sul banco degli imputati c'era il vizio dell’anonimato e la violazione della segretezza concorsuale che avrebbero compromesso il regolare esito dell’esame.

Secondo il Tar del Lazio che ha accolto il ricorso con sentenza del 18 luglio, la presenza del codice a barre insieme al codice di lettura alfanumerico rendeva la prova attribuibile al nome del candidato già prima della fine della correzione con grave violazione dell’anonimato.

La conseguenza, almeno potenziale, era proprio quella di alterazione dei risultati che costituisce vizio del procedimento.

Cosa succede ora a distanza di due anni dai test di ammisione?

Un eventuale annullamento radicale delle prove selettive non sarebbe sufficiente, poiché rimetterebbe semplicemente i candidati nella condizione di partenza.

L’accertamento dell’illegittimità del procedimento e delle graduatorie apre però la strada a diverse forme di risarcimento.

Ma come è possibile un reinserimento se gli studenti erano risultati inadeguati nelle selezioni?

Dice il giudice amministrativo, l’organizzazione delle prove di accesso in modo più congruo ed imparziale avrebbe favorito un clima di maggiore serenità tra i ragazzi, tale da garantire risultati migliori.

Viene da chiedersi allora, chi può dire che se le prove si fossero svolta in modo regolare gli studenti sarebbero passati?

Anche per questa domanda il giudice chiarisce che, ai fini del risarcimento, è necessario fissare un criterio per verificare le chances di superamento di ogni ricorrente al tempo non ammeso.

Due le modalità proposte per riparare il danno ingiusto.

Riesaminare gli elaborati dei ricorrenti per valutare autonomamente l’inserimento in sovrannumero ai corsi.

Se la possibiltà didattico-organizzativa di ampliare il numero dei frequentatori dei corsi non è fattibile, il risarcimento dovrà essere economico e pari a tutti i costi sostenuti per prepararsi all’esame (libri, corsi di preparazione, etc.), nonché alla perdita di chances (di un buon guadagno) valutata in percentuale in relazione diretta alla posizione in graduatoria e calcolata sul reddito medio lordo di un medico con esperienza ventennale.

Un vento di cambiamento nell’aria, confermato da questa sentenza, che offre ulteriori margini di riflessione sulla possibilità di cambiamento delle regole per l'accesso alle facoltà a numero programmato.

Per maggiori informazioni e per scaricare la sentenza clicca su Gazzettaamministrativa.it

Luca Tosto

(20 luglio 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e, se possibile, link a pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

22 agosto 2015
Concorsi e Riparto di giurisdizione | Il Consiglio di Stato smentisce il TAR Lazio: la giurisdizione spetta al giudice amministrativo.

 
 
Condividi la notizia

28 agosto 2014
Integratori di calcio | L'Agenzia Italiana per il Farmaco ha diramato l'editoriale di Ian R. Reid, della Facoltà di Scienze Mediche e della Salute dell’Università di Auckland (New Zealand) sulla correlazione tra supplementi di calcio e rischio cardiovascolare.

 
 
Condividi la notizia

6 settembre 2015
Legge Pinto | I principi sanciti dalla Suprema Corte nella sentenza pubblicata il 3 settembre 2015 n. 17572.

 
 
Condividi la notizia

9 settembre 2014
Accordo quinquennale Italia-Stati Uniti | Reciproca mobilità studentesca, firmato l'accordo tra l'università di Tor Vergata e la George Washington University. Tirocini da 4 a 8 settimane, l'ateneo romano è il primo a stabilire accordi di questo genere in Italia.

 
 
Condividi la notizia

20 maggio 2014
Università | Il ministro Giannini annuncia il passaggio al modello francese, la riforma dovrebbe partire a luglio.

 
 
Condividi la notizia

13 aprile 2015
Concorsi pubblici | Ritenuto fondato il ricorso diretto all'annullamento, il giudice non può limitarsi a condannare l'amministrazione al risarcimento dei danni anziché procedere al loro annullamento. La regola del "tempus fugit" secondo l'Adunanza Plenaria nella sentenza del 13.4.2015.

 
 
Condividi la notizia

30 aprile 2014
Energia | E' il primo risarcimento della storia per i danni provocati sulla salute di una famiglia texana dalle estrazioni di gas di scisto.

 
 
Condividi la notizia

17 gennaio 2015
Riforma del Lavoro | Celebrati dal Ministro del Lavoro i primi quindici anni della Facoltà di Economia di Roma dell'Università Cattolica.

 
 
Condividi la notizia

10 dicembre 2014
Appalti | Il Consiglio di Stato chiarisce che il difetto d'impugnazione dell'aggiudicazione conferma l'inutilità di un'eventuale decisione di annullamento dell'esclusione.

 
 
Condividi la notizia

4 luglio 2014
Danno erariale | Era imputato per detenzione, assunzione e spaccio di doping nel ciclismo. Un danno per l’'immagine dell'Arma dei Carabinieri. Ma la Corte dei Conti dichiara inammissibili le richieste di risarcimento per prescrizione dei reati.

 
 
Condividi la notizia

19 novembre 2015
INPS | Con la Circolare n. 184/2015, l'Istituto ha fornito un riepilogo organico della opzione prevista dall'articolo 3 del D.M. 2 maggio 1996, n.282.

 
 
Condividi la notizia

13 giugno 2014
Università italiane | Il Consiglio di Stato blocca i tentativi di eludere i test d'ingresso alle Università italiane con corsi di studio avviati all'estero.

 
 
Condividi la notizia

27 gennaio 2015
MIUR | Meno scuole e anni di corso e più borse. "Ora Miur al lavoro su secondo bando concorso nazionale".

 
 
Condividi la notizia

19 ottobre 2014
Povertá | Pubblicato il rapporto Caritas 2014 dal titolo "False partenze"

 
 
Condividi la notizia

8 maggio 2016
Fondo 2016 | Al via anche la nuova programmazione triennale. Nuove modalità di ripartizione della quota premiale.

 
 
 
 
 
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 Tweet dalla P.A.
 
CORTE
COSTITUZIONALE
 
CORTE DI GIUSTIZIA DELL'UNIONE EUROPEA
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.