Condividi la notizia

Ministero trasporti

Seggiolini antiabbandono: presto il rimborso di 30 euro per la spesa sostenuta

Le risposte alle domande più frequenti sull'obbligo di adozione dei dispositivi antiabbandono e la circolare del Ministero.

Il ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, Paola De Micheli, in una nota video pubblicata in data 7 novembre, sul suo profilo facebook, definisce “sacrosanta e di civiltà” la legge sull'obbligo di installazione dei dispositivi anti abbandono. È una legge anzitutto di civiltà, voluta e approvata da tutti i partiti per evitare che accadano tragedie simili a quelle avvenute in passato. 

Sarà presto possibile ottenere il rimborso di 30 euro per la spesa sostenuta, pertanto è bene conservare le ricevute di acquisto. 

“Mi indignano le accuse che bollano come ulteriore tassa sulle famiglie questa norma. Trovo vergognoso strumentalizzare la vita dei nostri figli a fini politici. Questa legge dovrebbe costituire soltanto una conquista per tutti e non un motivo di polemica. 

Mi preme rassicurare le mamme e le famiglie sull'urgenza di questo dispositivo e sulle “multe” per chi non è ancora dotato di questo strumento: il ministero  che rappresento è qui per tutti i chiarimenti e c’è la disponibilità del governo e dell’intera maggioranza a intervenire per posticipare l’applicazione delle sanzioni” conclude la ministra.

In data 8 novembre, inoltre sul portale del ministero sono state pubblicate le risposte alle domande più frequenti.

I DISPOSITIVI SONO IN VENDITA? 
Sì, i dispositivi sono già in commercio da alcuni mesi e sono reperibili on line e nei negozi specializzati in articoli per l’infanzia.

CHE CARATTERISTICHE DEVONO AVERE?
Non necessitano di omologazione ma devono essere accompagnati da un certificato di conformità rilasciato dal produttore (vedi http://www.mit.gov.it/sites/default/files/media/notizia/2019-11/DM%20firmato_Seggiolini_0.pdf ). Devono attivarsi automaticamente a ogni utilizzo senza bisogno che il conducente compia ulteriori azioni, devono dare un segnale di conferma di avvenuta attivazione. In caso di abbandono, devono attivarsi con segnali visivi e acustici o visivi e di vibrazione e i segnali devono essere percepibili o all’interno o all’esterno del veicolo. Inoltre è possibile che seggiolini e dispositivi anti-abbandono siano collegati allo smartphone del genitore con una app o tramite Bluetooth per inviare notifiche.

A CHI BISOGNA RIVOLGERSI PER GLI INCENTIVI? 
Un decreto verrà pubblicato nei prossimi giorni con le modalità richieste per l'erogazione dell'incentivo. Il contributo sarà erogato direttamente alle famiglie dopo l'esibizione della ricevuta di pagamento, fino ad esaurimento delle risorse stanziate. Per questo è consigliabile tenere lo scontrino.

GLI INCENTIVI SONO SOLO PER GENITORI O ANCHE PER I NONNI CHE VANNO A PRENDERE I NIPOTI A SCUOLA? 
Gli incentivi sono legati al bambino, li riscuote il genitore.

QUALI SONO LE SANZIONI?
Le sanzioni sono quelle previste dalla Legge (la 117 del primo ottobre 2018 all'articolo 1) che ha modificato il codice della strada (art. 172). Si tratta di multe dagli 83 ai 333 euro (che si riducono a 58 e 10 se si paga entro cinque giorni) con sottrazione di 5 punti dalla patente. Se si commettono due infrazioni in 2 anni scatta la sospensione della patente da 15 gg a due mesi.

DA QUANDO SARANNO MULTABILI I NON PROVVISTI DEL DISPOSITIVO?
Dal 7 novembre. Il governo sta lavorando per posticipare al primo marzo 2020 l’avvio delle multe per i non provvisti del dispositivo.

Infine, il sistema antiabbandono, specifica la Polizia di Stato che ha emanato ieri una circolare sull'entrata in vigore dell'obbligo, deve attivarsi automaticamente a ogni utilizzo, senza ulteriori azioni da parte del conducente, emettendo un segnale di allarme percepibile dentro e fuori il veicolo che attiri tempestivamente l'attenzione. La Polizia consiglia, inoltre, di verificare al momento dell'acquisto la conformità del dispositivo ai requisiti tecnici previsti dal regolamento, consultando la documentazione tecnica.

A questo proposito, due allegati al decreto individuano le caratteristiche tecnico-costruttive e funzionali essenziali alle quali devono essere conformi i dispositivi per essere immessi sul mercato (allegato A per i dispositivi del primo e del secondo tipo, allegato B per quelli del terzo tipo). Il tutto nel rispetto della normativa dell'Unione europea che armonizza le condizioni di commercializzazione del dispositivo (normativa di armonizzazione Ue).

La Direzione

(8 novembre 2019)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

22 settembre 2017
Ministero dell'Interno | Riportiamo l'interrogazione a risposta immediata sulle modalità di utilizzo da parte degli enti locali dei proventi delle sanzioni relative ad infrazioni del codice della strada.

 
 
Condividi la notizia

18 aprile 2016
Agenzia delle entrate | La riscossione dei proventi contravvenzionali da parte degli organi della polizia stradale. Il trattamento fiscale nella risoluzione n. 35/E del 18.4.2016.

 
 
Condividi la notizia

28 luglio 2016
MEF | Dal 26 luglio nuove funzionalità nell'applicazione prevista per i Comuni per le procedure di riversamento, rimborso e regolazioni contabili .

 
 
Condividi la notizia

12 ottobre 2015
Dematerializzazione | Resta solo il dovere di portare a bordo il certificato relativo, pena l'applicazione delle sanzioni amministrative previste dall'art. 180 del Codice della strada.

 
 
Condividi la notizia

26 luglio 2015
TUEL | Partecipazione alle sedute per chi risiede fuori del capoluogo del comune e corresponsione del costo biglietto del mezzo pubblico anche se non utilizzato nella deliberazione n. 118/2015/PAR della Sezione Controllo Emilia-Romagna.

 
 
Condividi la notizia

12 luglio 2014
Enti locali | Un'indagine di Adnkronos sui bilanci dei comuni italiani rivela che per molti enti gli introiti dalle sanzioni per le violazioni al codice della strada restano una voce fondamentale.

 
 
Condividi la notizia

27 ottobre 2019
Corte di Cassazione | Le sanzioni per danno alle cose, l'arresto per danno alle persone e la sospensione della patente.

 
 
Condividi la notizia

9 marzo 2016
Corte Costituzionale | La pronuncia sull'infondatezza della questione di legittimità del trattamento sanzionatorio.

 
 
Condividi la notizia

22 aprile 2016
Riforme | Comunicato congiunto del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio e del Presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione, Raffele Cantone.

 
 
Condividi la notizia

19 agosto 2015
Legge europea | Le modifiche al C.d.S. permetteranno, a chi ha un'età compresa tra i 16 ed i 18 anni, in possesso della patente prevista ed alle condizioni precisate, di trasportare un passeggero a bordo di motociclo.

 
 
Condividi la notizia

1 febbraio 2016
Finanza locale | Pubblicato il provvedimento n. 2 del 1 febbraio 2016. Fissate le scadenze per l'inoltro della certificazione.

 
 
Condividi la notizia

8 luglio 2014
Vittime della strada | Il vice-ministro Nencini si dichiara favorevole alla modifica del codice penale e del codice della strada per impedire che "chi ha provocato la morte di qualcuno sotto l'effetto di alcol o droga non passi neanche un giorno nelle patrie galere".

 
 
Condividi la notizia

3 maggio 2014
Riforma | Atti osceni, immigrazione clandestina, falsità in atti, danneggiamento e molti altri delitti diventeranno semplici illeciti amministrativi, in Gazzetta Ufficiale la legge per trasformare i reati in sanzioni e messa in prova degli imputati.

 
 
Condividi la notizia

11 agosto 2016
Riforma | Approvato dal Consiglio dei Ministri il decreto legislativo. Le novità in sintesi.

 
 
Condividi la notizia

22 aprile 2014
Agenzia delle Entrate | E' disponibile il nuovo servizio di verifica online semplice ed immediato con il quale il cittadino digitando il proprio codice fiscale controlla la correttezza in tempo reale

 
 

Ascolta "La Pulce e il Prof"

 
Il diritto divulgato nella maniera più semplice possibile
 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.