Condividi la notizia

Frasi forti del Prefetto

Il prefetto di Perugia: "Una madre che non si accorge che il figlio si droga è una fallita, si deve suicidare"

Il Direttore Enrico Michetti precisa: "Attenzione a non far ricadere su un Prefetto, magari esasperato, le gravi responsabilità delle famiglie prendendo a pretesto qualche frase provocatoria estrapolata da un discorso complessivamente condivisibile".

Non basta il dolore, il senso infondato di colpa, la disperazione. Una madre che lotta con la tossicodipendenza del figlio dovrebbe essere sostenuta, aiutata, incoraggiata. E non istigata al suicidio. Perché secondo il Prefetto di Perugia, Antonio Reppucci, “Se una madre non si accorge che il figlio si droga è una mamma fallita, ha fallito, si deve solo suicidare”. Guardando il video postato su Umbria24.it sulla conferenza stampa convocata dalle massime istituzioni del capoluogo umbro per tentare di far capire che Perugia non è la capitale della droga e che le descrizioni fatte negli ultimi tempi, anni, sono errate, si resta a bocca aperta di fronte a ciò che afferma un rappresentante del Governo.

Per difendere Perugia e risollevarne l'immagine alla conferenza avevano preso parte il procuratore generale della Corte d’Appello perugina Giovanni Galati, il questore Carmelo Gugliotta, il colonnello dei Carabinieri Angelo Cuneo e quello della Guardia di Finanza Vincenzo Tuzi e il neo prefetto Reppucci (dall'8 agosto scorso).

Il discorso del prefetto muove da un assunto forse anche condivisibile: il ruolo della famiglia, la necessità di fare di più. Ma quel ragionamento ad un certo punto degenera. Il prefetto afferma che ogni lunedì a guardare le patenti ritirate per alcol e droga si capisce che il problema è grande e stigmatizza il comportamento di quei genitori che minimizzano il fatto che un figlio si faccia uno spinello e si metta al volante: “Mio padre mi avrebbe tagliato la testa” afferma. Poi la prima degenerazione: “Spererei che qualche umbro tagli la testa al proprio figlio, così iniziamo a dare il buon esempio...”. Il prefetto sembra rinsavire: “Siamo in guerra contro chi spaccia e la combatteremo con le forze di polizia e la magistratura”, poi l'invito a coinvolgere anche il tessuto sociale: “Genitori, scuola, volontariato, parrocchie, lavoriamo tutti nella stessa direzione...”. Sulle droghe: “La droga fa male... Al di là delle ultime trovate su droghe leggere, droghe pesanti che secondo me hanno portato altri tipi di disorientamento perché magari nel giovane c'è il convincimento che le droghe leggere so' 'na strunzata, consentitemi il termine strunzata napoletanamente parlando...”. Quindi il discorso devia sulle mamme: “Bisogna stare attenti, bisogna che le mamme guardino... forse perché le mamme hanno più tempo, hanno più quel sesto senso per capire i disturbi dei figli, guardare a fondo negli occhi... anche perché le forze di polizia e la magistratura scusate eh, non è che possono fare da badante e tutore perché la famiglia arretra... Il cancro è lì...”. Poi la frase peggiore di tutte. Tra i presenti, il colonnello dell'Arma comincia a sentirsi sempre meno a proprio agio. Reppucci torna al concetto che le forze di polizia non possono fare da badanti e tutori, poi aggiunge: “Se uno mette al mondo dei figli deve pure stare attento ai figli, vedere la sera cosa fa, dopo la mezzanotte io vado in corso Vannucchi e vedere tutti questi giovani con le bottiglie in mano, tutti a bere, scusate, se io avessi un figlio lo prenderei a schiaffi a corso Vannucchi, in quelle condizioni...”.

“Ho sentito le dichiarazioni del prefetto di Perugia. Sono gravi e inaccettabili. Non può restare lì né altrove. Assumerò immediati provvedimenti”. Queste le dichiarazioni del ministro dell'Interno Angelino Alfano.

“Le frasi del prefetto di Perugia sono inaccettabili, specie per un servitore dello Stato. Sono grato al ministro Alfano per l'intervento” aggiunge in serata il Presidente del Consiglio Matteo Renzi.

La difesa del prefetto di Perugia: “E' stato un gigantesco fraintendimento del senso che volevo dare alle parole. Nessuno vuole il suicidio di nessuno. Volevo solo scuotere”. 

Giuseppe Bianchi

(22 giugno 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

12 giugno 2014
Corruzione | Dopo l'arresto del generale in pensione Spaziante nell'ambito dell'inchiesta sul Mose la Procura di Napoli ordina l'arresto del comandante di Livorno Mendella

 
 
Condividi la notizia

21 giugno 2014
240 anni della Guardia di Finanza | In occasione della cerimonia per i 240 della Guardia di Finanza, il ministro ha sottolineato che il prelievo deve essere distribuito in maniera piu' equa. Illustrato il lavoro della Guardia di Finanza nei primi cinque mesi dell'anno

 
 
Condividi la notizia

26 novembre 2014
Legalità | Il ministro dell’Interno Angelino Alfano è intervenuto all'evento "Legalità mi piace", organizzata dalla Confcommercio. Estorsioni in decremento, usura -28,5%

 
 
Condividi la notizia

26 giugno 2014
Servitori dello Stato | Intervistato da "La zanzara", su Radio 24, il Prefetto Antonio Reppucci spiega nei dettagli cos'e' accaduto nella conferenza stampa che ha provocato la sua "immediata rimozione" da parte del Ministro dell'Interno.

 
 
Condividi la notizia

3 novembre 2017
OPPORTUNITA’ DI LAVORO | La scadenza delle domande è il 15 dicembre 2017, all’interno dell’articolo il bando e tutti gli allegati.

 
 
Condividi la notizia

28 gennaio 2015
Antimafia | Nell'ambito della prevenzione anticorruzione e antimafia, il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, e il presidente dell’Anac, Raffaele Cantone, hanno firmato il 28 gennaio 2015, le seconde linee guida.

 
 
Condividi la notizia

29 gennaio 2015
Antimafia | Nell'ambito della prevenzione anticorruzione e antimafia, il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, e il presidente dell’Anac, Raffaele Cantone, hanno firmato il 28 gennaio 2015, le seconde linee guida.

 
 
Condividi la notizia

27 agosto 2015
Consiglio dei Ministri | Il Ministro dell'interno, Angelino Alfano, ha svolto un'ampia relazione sulla complessa vicenda che ha attirato l'attenzione di tutto il mondo.

 
 
Condividi la notizia

23 luglio 2014
Riforme | Nel corso della giornata il Presidente della Repubblica ha continuato a prestare la sua opera a sostegno delle riforme caldeggiate da Matteo Renzi, ricevendo al Quirinale Grasso e Vendola.

 
 
Condividi la notizia

9 dicembre 2015
Funzione Pubblica | Il decreto del 4 dicembre 2015 riguarda l'Arma dei carabinieri, la Polizia di Stato, la Guardia di finanza ed il Corpo nazionale dei vigili del fuoco.

 
 
Condividi la notizia

28 maggio 2014
Fondi Unione Europea | Unire le banche dati per assicurare il corretto ed efficace utilizzo dei finanziamenti europei, e' questo l'obiettivo del Protocollo siglato tra Ragioneria generale dello Stato e la Guardia di Finanza

 
 
Condividi la notizia

26 aprile 2014
Riforme | In vista di una serie di appuntamenti cruciali per la tenuta dell'Esecutivo e della maggioranza che lo sostiene, il Premier si e' confrontato per piu' di un'ora con Giorgio Napolitano

 
 
Condividi la notizia

23 giugno 2014
Operazione antimafia | In una grande operazione condotta da Carabinieri, Polizia e Guardia di Finanza sono state tratte in arresto oltre novanta persone e "svelato" il mistero dell'omicidio di Joe Petrosino, assassinato dalla mafia 105 anni fa a Palermo.

 
 
Condividi la notizia

17 aprile 2014
Lotta all'evasione | Rinnovata la convenzione tra Equitalia e fiamme gialle. Accertamenti per debiti erariali sopra i 100.000 euro

 
 
Condividi la notizia

9 dicembre 2014
Atti persecutori | È sufficiente l'effetto destabilizzante. Il delitto di atti persecutori non richiede il mutamento delle abitudini di vita della vittima.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.