Condividi la notizia

Mercato del Lavoro

Renzi: "il sistema tedesco e' un modello da imitare"

Presentando il programma dei "mille giorni" il Premier ha elogiato la Germania, in particolare sul mercato del Lavoro.

La presentazione, da parte di Matteo Renzi , del programma dei “mille giorni” non ha riservato grandi sorprese, con l’annuncio della volontà di confermare gli “80 euro” ed, anzi, di allargare la platea rispetto a chi già ora ne usufruisce. Il Premier ha promesso: “in mille giorni cambiamo l’Italia. Giudicatemi nel 2017.” In questo periodo di tempo conta anche di mettere a disposizione altri 1.000 asili nido.

L’unica vera novità del suo intervento, rispetto alle posizioni già conosciute, è la grande apertura di credito verso la Germania. In particolare, il Presidente del Consiglio ha dichiarato: “dobbiamo smettere di parlarne male, perché la Germania -in particolare sul Lavoro- è un modello non un nemico”. Ha poi lodato il sistema delle scuole di Berlino e lo snellimento della burocrazia che sono riusciti a mettere in atto.

Sul tema del Lavoro Renzi ha affermato che “il contratto a tutele crescenti è uno strumento sul quale ci può essere un’ampia maggioranza”; ha anche precisato che con la delega si riuscirà a riscrivere lo Statuto dei Lavoratori e a cambiare l’attuale sistema degli ammortizzatori sociali”. Ha anche precisato che “sull’art. 18 il problema non c’è mai stato perché riguarda 3.000 persone”.

Ha sorpreso alcuni analisti la particolare sottolineatura e il grande apprezzamento per il sistema tedesco, che probabilmente il Premier intende prendere come esempio da imitare anche in Italia. Giuliana Ferraino sul Corriere della Sera ha analizzato le caratteristiche delle misure introdotte dal Governo guidato dal socialdemocratico Gerhrard Schroeder, che riuscì nell’intento di trasformare completamente il mercato del lavoro in Germania, anche se alcune scelte impopolari gli costarono la cancelleria.

Il risultato, tuttavia, è sotto gli occhi di tutti. Nel 2003 la situazione della Germania riunita era molto preoccupante, con oltre 5 milioni di disoccupati. Oggi ha una tasso di disoccupazione che non supera il 5,1% (solo l’Austria fa meglio con il 5%), mentre in Italia siamo al 12,6.

La disoccupazione giovanile tedesca si ferma al 7,8%; nel nostro Paese si attesta al 43,7%. Secondo gli analisti il segreto delle misure adottate anni fa dal Governo di Berlino sta nell’aver introdotto flessibilità in un mercato del lavoro particolarmente rigido, modificando completamente il sistema dei servizi all’impiego e introducendo forme di sostegno, legate anche all’obbligo di formazione, a chi rimane senza lavoro.

In Germania solo il 5% dei dipendenti licenziati si rivolge al giudice per essere reintegrato e, fra questi, solo il 3% riescono ad ottenerlo. Secondo gli esperti, la bassa disoccupazione giovanile è dovuto principalmente all’ottimo sistema di formazione professionale che caratterizza il sistema tedesco, una sorta di “mix tra teoria e pratica”, che non impedisce di proseguire gli studi, ma nello stesso tempo ti consente di fare esperienza pratica ed essere quindi pronto all’inserimento nel mondo del lavoro.

Tutto questo, come si è detto, ha richiesto scelte politiche impopolari e difficili e la conseguente rinuncia al proseguimento della carriera politica da parte del Cancelliere (Shoroeder) che ha guidato la svolta.

 

 

 

Moreno Morando

(2 settembre 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

1 settembre 2014
Attivita' di Governo | I cittadini potranno seguire su un sito i progressi delle riforme varate e di quelle future, in linea con il suo nuovo slogan del "passo dopo passo".

 
 
Condividi la notizia

29 novembre 2014
licenziamento e reintegrazione | La Suprema Corte con sentenza n. 23669/2014 indica i nuovi regimi di tutela del lavoratore illegittimamente licenziato.

 
 
Condividi la notizia

16 settembre 2014
Informativa del Premier alla Camera | Matteo Renzi ha ribadito che il Paese deve tornare a crescere e che alla fine dei 1.000 giorni l'Italia tornera' ad avere il ruolo che merita.

 
 
Condividi la notizia

7 marzo 2015
Riforma Lavoro | In vigore i primi due decreti attuativi del Jobs Act. Il d.lgs. n. 22/2015 e il d.lgs. n. 23/2015 ambedue in attuazione della legge n.183/2014

 
 
Condividi la notizia

24 giugno 2014
Riforme e Unione Europea | Il Presidente del Consiglio ha comunicato il programma al quale si atterra' nella sua partecipazione al Consiglio Europeo del 26-27 giugno e durante il semestre europeo a guida italiana

 
 
Condividi la notizia

3 settembre 2014
La buona scuola di Renzi | Sul sito “Passo dopo passo” le linee guida per la scuola. Basta liste di attesa, accesso solo per concorso e stop alle supplenze.

 
 
Condividi la notizia

12 ottobre 2015
Offerta formativa | Miur: novantaquattro pagine, pensate per guidare passo dopo passo dirigenti scolastici e docenti, dall'ideazione del progetto al momento del monitoraggio finale.

 
 
Condividi la notizia

30 agosto 2014
"Passo dopo passo" | All'insegna del nuovo slogan del Premier ("passo dopo passo"), una serie di aiuti per famiglie ed imprese. Ma le perplessita' aumentano fra i maggiori opinionisti italiani

 
 
Condividi la notizia

21 febbraio 2015
Lavoro | Le novità contenute nei decreti legislativi approvati dal Consiglio dei Ministri n. 51 del 20 febbraio 2015.

 
 
Condividi la notizia

14 giugno 2015
Consiglio dei Ministri | Due provvedimenti sono stati adottati in via definitiva; gli altri quattro "in esame preliminare'.

 
 
Condividi la notizia

12 ottobre 2015
Lavoro autonomo | Per il Dipartimento delle Finanze, la tendenza degli effetti derivanti dalle nuove forme contrattuali sembra favorire la costituzione di rapporti di lavoro dipendente.

 
 
Condividi la notizia

3 dicembre 2014
Riforme | Con 166 voti favorevoli, 112 contrari e 1 astenuto, l'Assemblea ha approvato in via definitiva il disegno di legge rinnovando la fiducia al Governo.

 
 
Condividi la notizia

17 gennaio 2015
Riforma del Lavoro | Celebrati dal Ministro del Lavoro i primi quindici anni della Facoltà di Economia di Roma dell'Università Cattolica.

 
 
Condividi la notizia

5 agosto 2015
Welfare | Il Decreto Legislativo 15 giugno 2015 n.80 attua la delega prevista dalla Legge n.183/2014.

 
 
Condividi la notizia

5 settembre 2015
Consiglio dei Ministri | L'Esecutivo ha dato il via libera a quattro provvedimenti, che comprendono anche i controlli a distanza e lo stop alle dimissioni in bianco.

 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.