Condividi la notizia

TERRORISMO

L'allarme del Ministro Alfano sulla minaccia dell'Isis all'Italia, nuovi strumenti per difendere il Paese

Accuse di terrorismo anche ai "lupi solitari" non aderenti a sigle terroristiche note, maggiori controlli e collaborazione con le Polizie dei Paesi Ue: "La minaccia dell'Isis a Roma non va sottovalutata"

Due mesi fa il “califfo” Abu Bakr al Baghdadi (leader dell'Isis) aveva detto: “Conquisteremo Roma e il mondo”. Il ministro dell'Interno, Angelino Alfano nel pomeriggio durante l'informativa urgente del Governo sul tema del terrorismo internazionale di matrice religiosa nell'aula della Camera dei Deputati ha detto: “Non bisogna minimizzare il rischio di minacce concrete nelle parole di al Baghdadi. Non bisogna trascurare nessun segnale premonitore” mettendo di fatto in allerta il Paese. Per il Ministero dell'Interno infatti, l'obiettivo principale della minaccia fondamentalista globale contro le entità religiose diverse da quella islamico-sunnita portata avanti dall'Islamic State (Isis), è l'Occidente, e l'Italia “non ha un posto secondario in questo target”. Per motivi storico-religiosi dato che Roma ospita la massima autorità cattolica, il Papa, ed è vista come luogo simbolico per la sua storia millenaria, e per ragioni politiche legate alla sua “vocazione atlantista”, ma anche a causa dell'aver assunto la Presidenza semestrale dell'Ue. Il Ministero sottolinea che i servizi di intelligence non registrano rischi concreti per la sicurezza sul territorio nazionale, neanche collegate ai flussi migratori, l'attenzione è e rimane alta, attraverso il monitoraggio costante dei principali possibili ambiti di propaganda e reclutamento di combattenti per la nuova causa jiahdista.

Le prime misure da prendere prevedono di potenziare gli strumenti legislativi antiterrorismo, consentendo ad esempio di imputare il reato di terrorismo anche ai cosiddetti “lupi solitari”, che non appartengono a sigle terroristiche, e potenziare la prevenzione intensificando i controlli, come stanno facendo anche Germania e Inghilterra. Altro fronte – annuncia il Ministero - è la cooperazione internazionale giudiziaria e di polizia, alla quale l'Italia partecipa attivamente, perché “occorre una risposta energica e coesa da parte della comunità internazionale”: in questo ambito dal 1° giugno a oggi ci sono stati 25 allertamenti su situazioni sospette. “Il lungo cammino dei diritti e dell'umanità verso la democrazia – ha dichiarato Alfano - non si è ancora concluso”.

Nel frattempo dal Ministero rendono noto che sono stati censiti, con la collaborazione degli Imam, i centri di aggregazione religiosa (514 le associazioni attive in Italia l'82% delle quali sunnite, 396 i luoghi di culto comprese le moschee di Roma, Milano, Ravenna e Colle Val d'Elsa). Prosegue il monitoraggio del web alla ricerca di possibili tentativi di reclutamento, così come l'attività investigativa del Comitato di analisi per le strategie antiterrorismo (Casa), che nelle sue 35 riunioni da gennaio ad oggi ha analizzato 162 ipotesi di “alert”.

Un capitolo a parte è dedicato al fenomeno dei “foreign fighter” - i combattenti stranieri - non siriani né iracheni, occidentali di fede islamica, provenienti soprattutto dai Balcani, che aderiscono all'offensiva dell'Isis dando vita a una sorta di esodo verso gli scenari orientali degli attacchi fondamentalisti. Per il Ministero dell'Interno su questo fronte si stimano circa 2.300 i volontari dal mondo, Europa e Italia comprese - sarebbero 48 le persone indirettamente collegate al nostro Paese - che spesso poi tornano e «possono avere la volontà di proseguire nello jihaidismo nei paesi d'origine attraverso la strategia dei “mille tagli”, moltiplicare le azioni eversive “per dissanguare il nemico”.

“È il fenomeno del reducismo - ha spiegato Alfano - legato anche alle cellule dormienti pronte ad attivarsi già segnalate nel 2009 dalla comunità delle intelligence. È questo un altro degli aspetti peculiari della minaccia fondamentalista dell'Islamic State, più pericolosa di quella quaedista, dalla quale deriva, perché più ambiziosa e brutale. L'Isis infatti si pone come qualcosa di più di una falange armata: si propone di diventare una soggettualità statale” con un proprio territorio e in grado di dominare una regione orientale molto più ampia delle zone di Siria a Iraq attualmente sotto controllo. E' indipendente da fonti esterne di finanziamento e ha il controllo di alcune fonti energetiche, può contare su armi e su un alto numero di combattenti, alcune voci dicono 80.000, altre 100.000. Non meno importante è la capacità di comprendere e sfruttare le strategie di comunicazione e delle potenzialità pervasive del web per veicolare i propri messaggi, come dimostrano - ha ricordato Alfano - i video dell'esecuzione dei 2 reporter diffusi recentemente.  

Giuseppe Bianchi

(9 settembre 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

24 ottobre 2018
Riforma | Il testo ora passa all'esame della Camera dei Deputati.

 
 
Condividi la notizia

9 maggio 2019
Riforma | Il provvedimento passa ora nuovamente all'esame del Senato per la seconda deliberazione.

 
 
Condividi la notizia

13 luglio 2016
Finanza pubblica | Il testo ora passa alla Camera dei Deputati.

 
 
Condividi la notizia

1 luglio 2014
Riforme | La Commissione Affari Costituzionali di Palazzo Madama ha votato a larga maggioranza per la "copertura" dell'immunita' anche per il Senato. Nel suo ddl il Governo l'aveva inizialmente prevista solo per i deputati

 
 
Condividi la notizia

1 maggio 2014
Cultura | Visite gratuite a Palazzo Madama, sede del Senato della Repubblica.

 
 
Condividi la notizia

10 ottobre 2014
NUOVO CODICE DELLA STRADA | I deputati dicono "sì" alle nuove norme. Multe e decurtazione dei punti "graduali", più strumenti di controllo alle forze dell'ordine in strada, più severità per i minorenni

 
 
Condividi la notizia

13 dicembre 2018
Parlamento | Il disegno di legge torna alla Camera in terza lettura.

 
 
Condividi la notizia

4 luglio 2014
CRIMINALITA' ORGANIZZATA | La mappa degli affari "sporchi" illustrata dal ministro Alfano alla Commissione Affari costituzionali del Senato

 
 
Condividi la notizia

2 luglio 2014
Guerra in Siria ed Iraq | In un video messaggio il "Califfo" dell'autoproclamato Stato Islamico che si estende su parte della Siria e dell'Iraq ha invitato i musulmani di tutto il mondo a trasferirsi nella "nuova terra" per combattere sotto quella bandiera

 
 
Condividi la notizia

8 aprile 2016
Pubblica amministrazione | Le parole del Presidente Soro in audizione presso le Commissioni congiunte Affari costituzionali del Senato e della Camera dei Deputati.

 
 
Condividi la notizia

23 giugno 2015
Ministero dell'Interno | Il Ministro, in audizione al Senato, presenta i dati sull'accoglienza. Nel 2015 circa 59mila gli arrivi, in linea con in numeri del 2014. Presto in Niger un centro pilota polifunzionale.

 
 
Condividi la notizia

11 febbraio 2015
Mef | La Commissione Finanze della Camera, nell'ambito dell'indagine conoscitiva, ha ascoltato in audizione la dottoressa Maria Cannata, Capo della Direzione Debito pubblico.

 
 
Condividi la notizia

16 gennaio 2018
Politiche | Sul portale dei Servizi elettorali del ministero, tutte le informazioni utili sia per la Camera dei deputati e il Senato della Repubblica sia per la circoscrizione Estero.

 
 
Condividi la notizia

28 gennaio 2015
ANAC | Lettera del presidente Cantone ai presidenti di Camera e Senato e al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti.

 
 
Condividi la notizia

21 febbraio 2015
Parlamento | Il provvedimento sulla proroga dei termini passa ora all'esame del Senato.

 
 

Ascolta "La Pulce e il Prof"

 
Il diritto divulgato nella maniera più semplice possibile
 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.