Condividi la notizia

NUOVO CODICE DELLA STRADA

Omicidio stradale ed ergastolo della patente per chi uccide al volante, il "sì" della Camera. Ora il vaglio del Senato

I deputati dicono "sì" alle nuove norme. Multe e decurtazione dei punti "graduali", più strumenti di controllo alle forze dell'ordine in strada, più severità per i minorenni

Potrebbe essere una delle più grandi rivoluzioni dopo la patente a punti. La bozza delle modifiche al Codice della Strada approvata ieri dalla Camera dovrà passare anche al Senato, ma all'interno ha alcune norme attese e invocate da tempo.

Le due novità più importanti potrebbero essere l'introduzione del reato di “omicidio stradale” commesso sotto l'effetto di droghe e/o alcol. Oggi chi cagiona la morte su strada è automaticamente accusato di omicidio colposo. Si invoca da tempo un inasprimento delle norme quando il delitto è commesso in stato alterato, ma l'omicidio volontario, oggi, non ha i requisiti applicabili a un delitto del genere. Serviva porre rimedio a quello che a molti appariva come un vuoto legislativo. Detto fatto.

In molti lo avevano annunciato, ultima l'ex ministro dell'Interno a seguito di una tragedia avvenuta alle porte di Roma la notte del 26 dicembre: la morte della piccola Stella Manzi, una bambina di appena 8 anni deceduta dopo che l'auto su cui viaggiava con la madre e i fratelli è stata centrata da una vettura che procedeva contromano sulla via Nettunense, tra Anzio e Aprilia. Il conducente della vettura impazzita (era in fase di sorpasso), un giovane ragazzino romeno, senza patente, senza copertura assicurativa, al volante di un'auto rubata, guidava sotto l'effetto di cocaina e, accusato di omicidio colposo, ha recentemente chiesto un patteggiamento a 4 anni di carcere, che di fatto gli avrebbe garantito una pena lievissima, meno di 14 mesi di reclusione (il giudice del tribunale pontino ha rigettato la richiesta rinviando l'udienza preliminare in attesa di una nuova proposta di applicazione della pena).

Alle richieste della madre di Stella di ottenere giustizia, il ministro Cancellieri rispose con la promessa di accelerare la discussione e l'iter per introdurre il reato di omicidio stradale. E il ministro Alfano ha proceduto su quella strada. Con le nuove norme, chi causerà la morte sotto l'effetto di alcol o droghe sarà accusato necessariamente di omicidio doloso. Per l'omicidio colposo causato in violazione del Codice della strada sarà inoltre introdotto “l'ergastolo della patente”. Revoca a vita prevista sempre e comunque in caso di omicidio colposo effettuato da un conducente con tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l o sotto l’effetto di stupefacenti. Su questa distinzione in molti avrebbero voluto un passo deciso del Governo magari levando il tetto dell'1,5 g/l.  Stessa cosa, revoca a vita, varrà in caso di più vittime, in caso di morte di una persona e lesioni di una o più persone.

Il codice avrà un occhio di riguardo per le città: sarà possibile introdurre limiti di velocità inferiore ai 30 km orari in prossimità di ospedali o scuole. Buone notizie per chi parcheggia sulle strisce blu: le multe in caso di superamento del tempo per cui si è pagato, saranno “graduali”. Inoltre il 15 per cento dei proventi delle multe andrà a un fondo per l’intensificazione dei controlli su strada e a un fondo per il finanziamento del piano nazionale di sicurezza stradale. Saranno introdotti programmi di promozione della sicurezza delle biciclette dedicati agli under 14, e disposizioni per favorire l’accesso di biciclette, ciclomotori e motocicli nelle corsie riservate ai mezzi pubblici, che di fatto è regolare ciò che oggi accade regolarmente.

Multe (oggi non previste) per chi occuperà le così dette “strisce rosa”, e punti decurtati in proporzione alla gravità della sanzione e dell'infrazione, ma ecco la novità per i minorenni: punti decurtati anche per coloro che infrangeranno il codice in sella a scooter o a bordo delle auto 50cc. Scooter, quelli oltre i 120cc che potranno accedere alle autostrade, oggi riservate alle moto oltre i 150cc.

Sarà introdotta la regolamentazione del “car pooling”, il trasporto non remunerato basato sull’uso condiviso di veicoli privati tra due o più persone che debbano percorrere uno stesso itinerario. Infrazioni e dati in un'unica banca dati e disponibile a tutti. In ultimo, le modifiche al codice della strada prevedono disposizioni per favorire la diffusione e l’installazione di sistemi telematici per rilevare lo stato della revisione e l’esistenza e la validità dell’assicurazione. Oggi infatti la piaga di mezzi su strada non coperti da Rca sta assumendo livelli preoccupanti. Così come l'uso di mezzi sottoposti ad una misura di sequestro o confisca penale o oggetto di denuncia di furto che saranno più facilmente individuabili con i nuovi sistemi di controllo che sono già in fase di sperimentazione. In questi casi sono previsti inasprimenti delle sanzioni.  

Giuseppe Bianchi

(10 ottobre 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

8 luglio 2014
Vittime della strada | Il vice-ministro Nencini si dichiara favorevole alla modifica del codice penale e del codice della strada per impedire che "chi ha provocato la morte di qualcuno sotto l'effetto di alcol o droga non passi neanche un giorno nelle patrie galere".

 
 
Condividi la notizia

1 aprile 2016
riforma | Le finalità della nuova legge n. 41/2016. I tre livelli di pena. La fascia sanzionatoria per le lesioni stradali.

 
 
Condividi la notizia

23 maggio 2014
ECONOMIA ED EUROPA | Anche l'Italia si adegua ai parametri giá  in vigore in altri Stati europei. Ricerca e sviluppo non più costi ma investimenti.

 
 
Condividi la notizia

30 settembre 2015
Giurisprudenza | La formula di Frank nei parametri che fanno ritenere dolosa la condotta dei pirati della strada che provocano incidenti mortali.

 
 
Condividi la notizia

1 maggio 2016
corte di Cassazione | Sì alla compensazione delle spese di lite. La sentenza della Sesta Sezione della Suprema Corte n. 8282/2016.

 
 
Condividi la notizia

3 giugno 2015
Codice penale | La nuova legge stabilisce la pena da 9 mesi a 2 anni per le lesioni,da 2 a 4 anni se il guidatore e' sotto effetto di alcol.

 
 
Condividi la notizia

29 novembre 2014
Ministero della salute | Sono sei le ditte italiane autorizzate a commercializzare sostanze psicotrope e stupefacenti per coprire il fabbisogno nazionale.

 
 
Condividi la notizia

25 aprile 2016
ONU | Si è riunita al palazzo di vetro l'UNGASS, Assemblea Generale delle Nazioni Unite riunita in sessione speciale sul tema della lotta al traffico di stupefacenti.

 
 
Condividi la notizia

20 aprile 2014
Guida in stato di ebrezza | Con alito vinoso ed equilibrio precario va in Commissariato per denunciare il furto dell'auto.Sospesa la patente, il TAR annulla il verbale

 
 
Condividi la notizia

28 ottobre 2014
Ulteriori chiarimenti | Le FAQ sui nuovi obblighi di aggiornamento delle carte di circolazione dei veicoli.

 
 
Condividi la notizia

12 maggio 2014
Istituto Superiore di Sanità | In aumento l'impatto del consumo dannoso. Giovani, anziani, maschi sono i più a rischio.

 
 
Condividi la notizia

20 maggio 2015
Guida sicura | Ai fini dell'accertamento della guida sotto l'influenza di droga occorrono sia l'analisi, sia i sintomi dello stato di alterazione.

 
 
Condividi la notizia

9 novembre 2017
Polizia di Stato | Scaricabile dai principali store, rappresenta un aiuto concreto messo in campo dalle istituzioni, in un momento di difficoltà, per rendere più semplice la denuncia.

 
 
Condividi la notizia

11 aprile 2018
Ministero della Salute | Il documento è relativo ai dati epidemiologici sul consumo di bevande alcoliche nella popolazione italiana nel corso del 2016 e le azioni di prevenzione del 2017.

 
 
Condividi la notizia

2 maggio 2016
Ministero Interno | Poliziotti della repubblica Popolare della Cina coadiuveranno i colleghi italiani della Polizia e dei Carabinieri a Roma e Milano nell'assistenza ai turisti cinesi.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.