Condividi la notizia

Programmazione Comunitaria

Fondi europei: sostenute spese per l'80% delle risorse programmate

A sei mesi dalla data limite per la ammissibilità delle spese dei Programmi Operativi rimangono ancora da spendere 9,4 miliardi di euro.

Il Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica di Palazzo Chigi comunica che i dati di monitoraggio finanziario al 30 giugno 2015 mostrano che la spese effettivamente sostenute dai 52 Programmi Operativi Nazionali e Regionali, cofinanziati da FESR e FSE, sono pari a 37,3 miliardi di euro, il 79,8% delle risorse complessivamente programmate.

A sei mesi dalla data limite per la ammissibilità delle spese dei Programmi Operativi rimangono ancora da spendere 9,4 miliardi di euro (cfr. tavola 1).

La performance è differenziata sia per Obiettivo sia per Fondo: l’incremento registrato nelle aree della Convergenza è superiore a quello della Competitività (7 contro 5,4), i programmi FESR sono avanzati più di quelli FSE (7,1 contro 5,2).

L’andamento differenziato è frutto della difformità dimensionali, in termini di ammontare di risorse programmate (31,4 miliardi per la Convergenza, 15,2 la Competitività), e gestionali, in termini di tipologia progettuale (omogenea per il FSE, fortemente variabile per il FESR).

Gli stessi dati attestano un incremento di spesa rispetto al 31 dicembre 2014 pari a 3,1 miliardi di euro, 6,5 punti percentuali delle risorse complessivamente programmate.

Nello stesso periodo del 2014 l’incremento di spesa si era attestato a 4,3 punti percentuali, per poi quasi triplicare nel corso del secondo semestre del 2014 (12,3 punti percentuali).

La ripetizione di un incremento di spesa nel semestre in corso della stessa intensità di quello dello scorso anno potrebbe consentire di centrare l’obiettivo del pieno utilizzo delle risorse.

Il Dipartimento evidenzia che l'operato delle Task Force dell'Agenzia (n.d.r.: Agenzia per la Coesione territoriale) istituite per Campania, Sicilia, Calabria e per il PON Reti, ha costituito, con l'impegno e il lavoro costante delle rispettive Autorità di gestione, l'elemento decisivo di rafforzamento per raggiungere gli odierni risultati nei casi più critici.

Il coinvolgimento costante in termini di attenzione alla qualità dei progetti, all'assorbimento totale delle risorse e all'andamento della spesa, del livello politico delle Amministrazioni titolari delle risorse da parte del Governo sta producendo le giuste condizioni per conseguire l'obiettivo.

I dati di dettaglio mostrano un incremento di 8,2 punti percentuali, superiore alla media nazionale, per i POR FESR della Convergenza, programmi in cui si concentra la metà di tutte le risorse FESR programmate in Italia, la cui spesa residua si attesta a 4,5 miliardi di euro, poco meno della metà del totale nazionale (cfr. tavola 2).

Fonte: Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica

Moreno Morando

(13 agosto 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

23 aprile 2015
PCM | La cooperazione rafforzata con specifiche Task Force ha portato - fra la fine del 2011 e la fine del 2014 - l'incremento dell'assorbimento dei Fondi Strutturali dal 15% al 70%.

 
 
Condividi la notizia

18 agosto 2015
Finanziamenti | La Commissione europea ha approvato il Programma Operativo Fesr Basilicata 2014-2020.

 
 
Condividi la notizia

15 luglio 2015
Commissione UE | Via libera a tre p.o.r. (Sardegna, Friuli Venezia Giulia e Molise) e a due p.o.n. (“Città metropolitane” e “Ricerca e Innovazione”).

 
 
Condividi la notizia

3 novembre 2016
Miur | Per le scuole disponibile anche una guida operativa

 
 
Condividi la notizia

8 gennaio 2015
Sviluppo e coesione economica | Certificate dalla Commissione Europea spese per 7,9 miliardi in un anno, per un totale di 33 miliardi di euro.

 
 
Condividi la notizia

5 aprile 2016
Giustizia amministrativa | L'apertura di una procedura concorsuale a carico dell'imprenditore che aspira ad ottenere un contributo a valere sui fondi strutturali inibisce la concessione del finanziamento? L'ordinanza del 2.4.2016 del TAR Marche.

 
 
Condividi la notizia

9 luglio 2015
Coesione territoriale | Presentata la strategia nazionale. Risorse nazionali e regionali, di cui una quota dai fondi europei a vantaggio di circa il 30,6 % del territorio nazionale.

 
 
Condividi la notizia

16 giugno 2014
Banco Alimentare | Sbloccati i primi fondi per acquisti alimentari da parte del Ministero dell'Agricoltura

 
 
Condividi la notizia

4 novembre 2015
Politiche di coesione | Il documento, approvato dalla Commissione Europea il 17 agosto 2015, costituisce una fondamentale cornice strategica di sviluppo per la Basilicata.

 
 
Condividi la notizia

19 luglio 2014
Beni Culturali | Il Ministro Franceschini ha presentato il piano d'azione per l'accelerazione del "Grande Progetto Pompei".

 
 
Condividi la notizia

5 novembre 2015
Fondi comunitari | Il Presidente: "sono convinto che riusciremo ad intercettare bene le risorse assegnateci per costruire un grande patto per il rilancio del Sud Italia".

 
 
Condividi la notizia

1 luglio 2015
Governo | I dati sono aggiornati alla fine del maggio scorso. Il Dipartimento per lo Sviluppo e la Cooesione economica punta al 100% entro il 31 dicembre.

 
 
Condividi la notizia

12 gennaio 2016
fondi strutturali europei | Pubblicato l'avviso del Miur. I progetti possono essere inviati dal 18 gennaio al 14 marzo 2016.

 
 
Condividi la notizia

12 giugno 2015
FONDI UE | 490 milioni per la valorizzazione dei territori. Per la Basilicata selezionati il Museo di Melfi, il Polo museale del Materano, le aree archeologiche di Grumento e Metaponto.

 
 
Condividi la notizia

22 maggio 2014
Michele Bordo, Presidente della Commissione per le Politiche UE presenta il Piano per l'Europa | Occorre utilizzare le risorse europee per le infrastrutture soprattutto nel mezzogiorno | C'è difficoltà nella predisposizione di progetti per mancanza di conoscenze, di competenze e per scelte sbagliate di committenti e fruitori | Non si riescono molto spesso a realizzare le opere nei termini | L'Europa che punta tutto sul rigore dei conti pubblici rischia di portare molti Paesi verso la recessione | Occorre rendere più moderna la nostra pubblica amministrazione per poter essere più competitivi | Una seria riforma della giustizia consentirà processi più celeri e drastica riduzione dei contenziosi | L'Agenzia Nazionale Per La Coesione controllerà i progetti, la loro rendicontazione e si sostituirà alle realtà non in grado di utilizzare le risorse | L'innovazione tecnologica è fondamentale per agganciare il futuro | Il prossimo Parlamento Europeo potrà essere il più antieuropeo della sua storia

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.