Condividi la notizia

Concorsi e Riparto di giurisdizione

Esclusione della facoltà di scorrimento della graduatoria per assumere gli idonei

Il Consiglio di Stato smentisce il TAR Lazio: la giurisdizione spetta al giudice amministrativo.

Alcuni candidati partecipanti al concorso a cattedre per titoli ed esami, bandito con decreto del direttore generale per il personale scolastico n. 82 del 24 settembre 2012, finalizzato al reclutamento del personale docente nelle scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di primo e secondo grado, risultati idonei all’esito della procedura, hanno impugnato la graduatoria definitiva di merito (soltanto ai fini dell’individuazione dei vincitori e non ai fini dell’eventuale assunzione degli idonei ed il bando di concorso, quale atto presupposto) nella parte in cui non prevede la possibilità di utilizzazione delle stesse graduatorie per l’eventuale assunzione dei candidati idonei, relativamente al 50% dei posti riservati allo scorrimento delle graduatorie di merito ai sensi dell’art. 399 del decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297. 

Il Tribunale amministrativo regionale per il Lazio, con sentenza 14 marzo 2014 n. 2873, ha dichiarato inammissibile il ricorso per difetto di giurisdizione, ritenendo sussistente la giurisdizione del giudice ordinario.

Secondo il Tribunale amministrativo regionale, la posizione che i ricorrenti hanno fatto valere in giudizio è il diritto soggettivo all’assunzione. Da qui, pertanto, la ritenuta giurisdizione del giudice ordinario, con la possibilità da parte di quest’ultimo di procedere alla disapplicazione degli atti amministrativi impugnati. 

Hanno proposto appello i soccombenti, il cui ricorso è stato accolto con sentenza della Sezione Sesta n. 3941 del 14 agosto 2015.

Il Consiglio di Stato, infatti, al contrario di quanto ritenuto dalla sentenza appellata, ha accertato che l’oggetto della controversia dedotta in giudizio non era il diritto soggettivo all’assunzione. I ricorrenti non chiedevano, cioè, l’assunzione immediata, ma si dolevano della legittimità degli atti amministrativi impugnati (il decreto di approvazione delle graduatorie ed il bando di concorso quale atto presupposto) nella parte in cui essi prevedono che l’inserimento in graduatoria costituisca titolo solo per l’assunzione dei vincitori e non anche per gli idonei in relazione ai posti che dovessero rendersi disponibili. 

Gli atti amministrativi contestati non vengono, quindi, in rilievo in via meramente incidentale o indiretta nell’ambito di una controversia avente ad oggetto in via principale un diritto soggettivo; al contrario, i provvedimenti amministrativi rappresentano proprio la fonte diretta della lesione lamentata dai ricorrenti. Rispetto a tali provvedimenti, che, di fatto, escludono lo scorrimento della graduatoria, precludendo l’eventuale futura assunzione degli idonei, la situazione giuridica soggettiva fatta valere dai ricorrenti è, pertanto, quella di interesse legittimo. 

Ciò che si contesta è, infatti, proprio la decisione, assunta dall’Amministrazione nell’esercizio di un potere autoritativo, di escludere l’utilizzabilità delle graduatorie in questione per l’assunzione degli idonei. 

I giudici di appello, in sostanza, hanno dichiarato che la sentenza appellata ha erroneamente declinato la giurisdizione: ai sensi dell’art. 105, comma 1, Cod. proc. amm., la causa è stata pertanto rimessa al giudice di primo grado affinché abbia luogo il giudizio di merito.

Rodolfo Murra

(22 agosto 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

23 febbraio 2015
Pubblico Impiego | La sentenza della Terza Sezione del 23 febbraio 2015. Obbligo di motivazione solo se il secondo concorso è identico. Nessuna identità tra i due concorsi se il secondo concorso è stato bandito da un altro ente e solo successivamente è intervenuto un accordo per avvalersi reciprocamente delle graduatorie in corso di validità.

 
 
Condividi la notizia

24 settembre 2018
TAR NAPOLI | Un caso singolare di graduatoria utilizzata da un Comune convenzionato con quello che aveva bandito il concorso.

 
 
Condividi la notizia

5 luglio 2016
Corte di Cassazione | Le Sezioni Unite della Suprema Corte definiscono il riparto di giurisdizione in materia di diritto all'assunzione.

 
 
Condividi la notizia

14 dicembre 2014
Concorsi pubblici | I principi sanciti dalla Quinta Sezione del Consiglio di Stato sull'improcedibilità del giudizio.

 
 
Condividi la notizia

9 aprile 2015
Pubblico impiego | Ancora sull'indizione di un nuovo concorso in presenza di graduatorie pregresse ed efficaci nella sentenza del Consiglio di Stato del 9.4.2015.

 
 
Condividi la notizia

26 novembre 2014
Corte di giustizia UE | Per la Corte di giustizia UE "la normativa italiana sui contratti di lavoro a tempo determinato nel settore della scuola è contraria al diritto dell’Unione".

 
 
Condividi la notizia

9 febbraio 2015
Appalti | Euro 343.455,51 di risarcimento del danno da mancata aggiudicazione e danno curriculare nella sentenza del Consiglio di Stato del 9 febbraio 2015.

 
 
Condividi la notizia

26 febbraio 2018
Elezioni politiche 4 marzo 2018 | Il Consiglio di Stato ribadisce il difetto assoluto di giurisdizione.

 
 
Condividi la notizia

12 luglio 2015
Giustizia Amministrativa | Il caso dei medici odontoiatri scelti dall'INAIL. La sentenza del Consiglio di Stato n. 3398/2015.

 
 
Condividi la notizia

30 ottobre 2015
Giustizia Amministrativa | Il Consiglio di Stato apre la strada per l'assunzione a tempo indeterminato dei dirigenti amministrativi, tecnici e professionali con contratto a tempo determinato.

 
 
Condividi la notizia

12 dicembre 2014
Senato della Repubblica | Il Servizio studi del Senato ha pubblicato una Nota sulla sentenza della Corte di Giustizia del 26 novembre 2014 sulla successione dei contratti di lavoro a tempo determinato per il personale docente e ATA della scuola.

 
 
Condividi la notizia

25 giugno 2018
Pubblico impiego | Il Consiglio di Stato scioglie il dubbio.

 
 
Condividi la notizia

10 dicembre 2015
Giustizia | La retrodatazione giuridica ed economica nella sentenza del Consiglio di Stato del 9 dicembre 2015 n. 5608.

 
 
Condividi la notizia

28 aprile 2015
Agcom | I principi sanciti nella sentenza del Consiglio di Stato del 27.4.2015, n. 2156.

 
 
Condividi la notizia

16 ottobre 2014
Formazione e Lavoro | Al via la sperimentazione sull'apprendimento scuola-lavoro. Assunzione di 145 giovani. Gli studenti lavoratori percepiranno, oltre la formazione, una indennità di circa 440 euro.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.