Condividi la notizia

Anticorruzione

A.N.AC.: sistematica disapplicazione delle regole sugli appalti

Pubblicati gli esiti delle verifiche nei comuni capoluogo di provincia. On line le tabelle di monitoraggio.

Il Presidente dell'A.N.AC. Raffaele Cantone, ha comunicato che l''Autorità ha svolto un'indagine sulla corretta applicazione delle regole riguardanti l’individuazione dell’importo stimato dell’appalto in relazione alle soglie comunitarie.
Nel corso degli anni l’A.N.AC. ha avuto modo di riscontrare, soprattutto con riferimento agli appalti di servizi e forniture, una sistematica disapplicazione da parte delle stazioni appaltanti del dettato normativo.

L’art. 29, comma 10 d.lgs. 163/2006, reca specifiche previsioni per il calcolo del valore di appalti di servizi e forniture che presentano carattere di regolarità o sono destinati ad essere rinnovati entro un determinato periodo.
L’art. 125 dello stesso Codice prevede, inoltre, al comma 13, che nessuna prestazione di beni, servizi possa essere artificiosamente frazionata allo scopo di sottoporla alla disciplina delle acquisizioni in economia (divieto di artificioso frazionamento).

Sulla base di tali presupposti normativi ed al fine di rilevare l’attuale entità del fenomeno “distorsivo”, l’Autorità ha svolto un’indagine sistematica incentrata sui Comuni capoluogo di provincia.

Conseguentemente, sono stati estrapolati dalla Banca Dati Nazionale dei Contratti Pubblici, per ciascun anno, i dati relativi a forniture e servizi in economia affidati dal 1° gennaio 2010 al 10 marzo 2015, singolarmente di importo inferiore alla soglia comunitaria, che presentano carattere di regolarità o che risultano reiterati nell’arco temporale annuale, assunto come riferimento, e che nel complesso superano la soglia consentita.

L’individuazione degli appalti è stata effettuata tramite CPV (Common Procurement Vocabulary).
L’indagine ha portato, in conclusione, all’individuazione di un numero complessivo di n. 90 Comuni (su un totale di 116 attualmente presenti sul territorio nazionale) interessati da anomali fenomeni di ripetizione contrattuale, ed indici di potenziale violazione del richiamato comma 10 dell’art. 29 del Codice. 

Sulla base di un’ulteriore estrapolazione, è, altresì, emerso che n. 10 Comuni (esclusi quelli già interessati da indagini dell’Autorità attualmente in corso) hanno proceduto ad affidamenti diretti o in economia, con identica CPV di dettaglio, reiterati nel corso del medesimo anno o di più anni consecutivi, per importi complessivi superiori al milione di euro, ossia pari ad oltre 5 volte la soglia consentita per legge.

In conclusione, l’analisi ha evidenziato, non solo la sistematica disapplicazione delle modalità di calcolo del valore presunto dell’appalto previste dall’art. 29 del Codice, ma anche il conseguente utilizzo di procedure di scelta del contraente (affidamenti in economia; affidamenti diretti) che, qualora si fosse rispettato quanto disposto dal citato art. 29, non sarebbero state consentite.

Il Presidente Cantone ha, quindi, sottolineato che le stazioni appaltanti devono prestare la massima attenzione nelle corretta definizione del proprio fabbisogno in relazione all’oggetto degli appalti, specialmente nei casi di ripartizione in lotti, contestuali o successivi, o di ripetizione dell’affidamento nel tempo, evitando l’artificioso frazionamento delle commesse pubbliche per non incorrere nella violazione delle suddette disposizioni.

L’Autorità Anticorruzione si riserva, altresì, un approfondimento istruttorio con riferimento ai Comuni che hanno mostrato uno scostamento significativo della soglia consentita.
Per maggiori informazioni : comunicato del Presidente Cantone.
Fonte: A.N.AC.

Moreno Morando

(17 aprile 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

4 marzo 2016
Consiglio dei Ministri | Via libera in esame preliminare al decreto legislativo di attuazione delle direttive europee. La sintesi e le slide.

 
 
Condividi la notizia

20 ottobre 2016
Anac | Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 245 del 19 ottobre 2016 il Regolamento con il nuovo iter procedimentale.

 
 
Condividi la notizia

23 febbraio 2016
Contratti pubblici e concessioni | La vigente normativa sarà radicalmente modificata entro il 18 Aprile 2016. Alcune norme sono già di immediata applicazione. La sintesi sulle attese novità.

 
 
Condividi la notizia

5 maggio 2016
Regime transitorio | L'Anac ritorna sui suoi passi e tutela la buona fede delle stazioni appaltanti.

 
 
Condividi la notizia

22 maggio 2018
TAR LAZIO | Può la stazione appaltante scegliere una delle due offerte?

 
 
Condividi la notizia

14 aprile 2015
Consiglio di Stato | La valenza delle delucidazione fornite prima della scadenza del termine di presentazione delle offerte nei principi sanciti nella sentenza della Quarta Sezione del 14.4.2015.

 
 
Condividi la notizia

2 aprile 2016
Riforma | C'è tanto da riscrivere a partire dal nome di battesimo. "I tempi stretti di redazione hanno comportato inevitabili refusi, incoerenze e difetti". I punti principali del parere 1 aprile 2016, n. 855.

 
 
Condividi la notizia

12 febbraio 2018
CONSIGLIO DI STATO | Quando i "chiarimenti" resi dalla stazione appaltante sono legittimi e non pregiudicano i concorrenti.

 
 
Condividi la notizia

27 febbraio 2018
TAR PUGLIA | Il dipendente della stazione appaltante non può far parte del board di una cooperativa sociale.

 
 
Condividi la notizia

22 aprile 2015
Consiglio di Stato | Piena legittimità, se nei contratti, convenzioni od intese il corrispettivo è forfettario a copertura delle spese vive sostenute. Il parere del Presidente Santoro del 22.4.2015 n. 1178.

 
 
Condividi la notizia

6 ottobre 2015
Lavori pubblici | Monito sulla copertura finanziaria. Necessità di una verifica ex ante della sostenibilità economica degli interventi da realizzare. Niente spese senza impegno contabile. Al bando le clausole di stile sulla necessità del rispetto del patto di stabilità.

 
 
Condividi la notizia

17 aprile 2014
Appalti | Per il Consiglio di Stato se i modelli predisposti dalla stazione appaltante hanno indotto in errore, il concorrente va comunque escluso dalla gara se ha reso dichiarazioni incomplete sui requisiti di partecipazione

 
 
Condividi la notizia

28 gennaio 2015
ANAC | Lettera del presidente Cantone ai presidenti di Camera e Senato e al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti.

 
 
Condividi la notizia

3 agosto 2017
Legalità | Il documento sottoscritto dal capo della Polizia Franco Gabrielli e dal presidente dell'ANAC Raffaele Cantone rafforza la collaborazione interistituzionale.

 
 
Condividi la notizia

12 dicembre 2014
Appalti Pubblici | Cantone e Pitruzzella hanno sottoscritto un Protocollo d'Intesa sulle attività di contrasto alla corruzione e sui nuovi criteri per l’attribuzione del rating di legalità alle imprese.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.