Condividi la notizia

Conflitto di interessi

Inps: gli obblighi di astensione per i dipendenti

Con la Circolare n. 121/2015, l'Istituto ha disciplinato gli adempimenti attuativi della normativa in materia.

L'Istituto Nazionale di Previdenza ha adottato la Circolare n. 121 del 15 giugno 2015, riguardante i “Criteri interpretativi ed applicativi della normativa concernente gli obblighi di astensione in caso di conflitto di interessi”.

Il Provvedimento in esame – a cura della Direzione Centrale Risorse Umane e, in particolare, del Responsabile della Prevenzione della Corruzione – precisa che, con la circolare n. 27/2014 ed il Codice di comportamento dell’Istituto, sono stati – tra l’altro - disciplinati gli adempimenti attuativi dell’obbligo di astensione che grava sui dipendenti ogniqualvolta, nello svolgimento dell’attività di servizio, si configuri un conflitto di interessi, anche potenziale, e “in ogni altro caso in cui esistano gravi ragioni di convenienza”.

L'Inps evidenzia che l’obbligo di astensione è previsto dalle fonti normative in termini di assoluta genericità ed ampiezza.

Nella Circolare n. 121/2015 si sottolinea che la sussistenza, in capo al dipendente, di un interesse di carattere privato, poiché potenzialmente lesiva dell’imparzialità dell’attività di servizio, deve essere obbligatoriamente rappresentata alla competente dirigenza, chiamata ad adottare iniziative utili ad evitare non solo rischi di episodi corruttivi, ma anche possibili compromissioni del buon andamento dell’azione istituzionale e dell’immagine dell’ Ente.

L'INPS chiarisce che i conflitti di interessi, – in conformità a quanto previsto dal citato art. 7 e dal Piano Nazionale Anticorruzione - non possono essere risolti attraverso prefissati criteri di incompatibilità assoluta tra situazioni soggettive e prestazioni professionali, ma devono essere gestiti motivatamente dalla dirigenza nel prioritario interesse dell’Istituto, nel rispetto della professionalità e della valorizzazione delle risorse umane e nella consapevolezza che ciascun individuo si colloca, inevitabilmente, nell’ambito di una sfera di rapporti familiari, affettivi e sociali.

L'Istituto ha delineato alcune circostanze causative di potenziale conflitto, con riferimento alle quali vengono contestualmente prescritti specifici obblighi di comunicazione a carico dei dipendenti interessati e forniti criteri guida gestionali, di carattere generale, quali:

1. lo svolgimento da parte di coniuge, conviventi, parenti, affini entro il secondo grado, di attività (ivi inclusi stage o tirocini) presso enti di Patronato, determina un potenziale conflitto di interessi per tutti i dipendenti – titolari o meno di posizione organizzativa - che operano nelle aree preposte alla erogazione delle prestazioni previdenziali – pensionistiche e temporanee - ed assistenziali;

2. lo svolgimento da parte di coniuge, conviventi, parenti, affini entro il secondo grado, di attività (ivi inclusi stage o tirocini) di/presso consulenti del lavoro, associazioni di categoria datoriali, commercialisti e ragionieri abilitati alla consulenza del lavoro, determina un potenziale conflitto di interessi per tutti i dipendenti– titolari o meno di posizione organizzativa - che operano nelle aree delle entrate contributive, della gestione dei conti aziendali e della vigilanza ispettiva.

3. l’esercizio di un mandato politico - amministrativo da parte di un dipendente non collocato in aspettativa, o dei relativi coniuge, conviventi, parenti, affini entro il secondo grado, determina, altresì, situazioni di conflitto di interessi.

Sempre a titolo puramente esemplificativo, e non esaustivo, l'Inps evidenzia che l’obbligo di astensione riguarda, altresì:

- medici ed avvocati dell’Istituto, nel caso in cui gli stessi intrattengano relazioni extra - ufficio, dirette o mediate, rispettivamente con l’utenza sottoposta ad accertamenti sanitari e con la controparte dell’Istituto in giudizio;

- il personale operante nei settori preposti alla erogazione di prestazioni creditizie e sociali, eventualmente coinvolto in relazioni extra -ufficio, dirette o mediate, con i richiedenti le prestazioni;

- il personale operante nei settori di gestione delle risorse umane dell’Istituto, compresi quelli preposti alla erogazione di benefici economici, qualora legato da vincoli extra -ufficio, diretti o mediati, ai colleghi destinatari dell’attività di servizio;

- il personale addetto alle procedure di acquisizione di beni, forniture e servizi, nel caso in cui intrattenga relazioni extra -ufficio, dirette o mediate, con gli operatori economici interessati alle procedure medesime. Ed altri casi specificati nella Circolare in esame, leggibile in calce

A questo proposito, l'Inps precisa che l’obbligo di astensione deve essere inteso con riferimento ad attività di gestione di pratiche/questioni/posizioni. E’ consentito, pertanto, fornire informazioni e verificare lo stato delle domande di servizio, purchè detti adempimenti vengano svolti senza ingerenze nelle attività gestionali.

 Per saperne di più: testo integrale della Circolare n. 121/2015

Moreno Morando

(15 giugno 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

9 giugno 2015
Misure anticorruzione | Nel Provvedimento del Ministro Padoan disciplinati anche gli obblighi e le tutele per il dipendente che denuncia un illecito.

 
 
Condividi la notizia

13 novembre 2015
Parlamento e Governo | L'Autorità riterrebbe opportuno un intervento del Legislatore diretto a rivedere tutte le disposizioni, contenute nel TUEL e in altri testi normativi.

 
 
Condividi la notizia

19 giugno 2015
Legge Severino | Il M5S aveva eccepito l'incandidabilità del presidente della regione Campania ed il conflitto di interessi del premier, che è anche segretario del PD. Le risposte di Cantone nella delibera n. 46/2015.

 
 
Condividi la notizia

27 maggio 2014
Pensioni civili di invalidità | Dipendente Inps crea un buco di oltre 4 milioni di euro erogando a falsi eredi.

 
 
Condividi la notizia

4 dicembre 2018
Previdenza | La guida dell’Inps.

 
 
 
Condividi la notizia

4 aprile 2015
Previdenza | L'istituto Previdenziale apre le porte con l'operazione trasparenza.

 
 
Condividi la notizia

23 gennaio 2016
Lavoro e pari opportunità | Decreto interministeriale Lavoro-Salute per gli accertamenti medici.

 
 
Condividi la notizia

25 agosto 2014
Corte dei Conti | E' stato ritenuto discriminatorio non assumere una donna incinta che di li a qualche giorno sarebbe andata in congedo per astensione obbligatoria e, quindi, necessariamente sostituita, nonostante si trattasse di un contratto di tre mesi finalizzato all'espletamento delle procedure elettorali, che la stessa non avrebbe potuto chiaramente svolgere.

 
 
Condividi la notizia

14 aprile 2015
Previdenza | Attivo un nuovo servizio per banche ed istituti di credito aderenti all'Accordo Quadro.

 
 
Condividi la notizia

30 settembre 2015
Previdenza | L'importo erogato complessivamente ogni anno dall'Istituto in oltre 150 Paesi supera il miliardo di euro.

 
 
Condividi la notizia

27 aprile 2016
concorsi | L'Istituto di Previdenza da notizia della pubblicazione delle graduatorie per selezione di 900 medici esterni.

 
 
Condividi la notizia

7 luglio 2016
Previdenza | Presentata al Parlamento la relazione del Presidente dell'Istituto Previdenziale italiano. XV Rapporto annuale

 
 
Condividi la notizia

30 aprile 2018
Opportunità di lavoro | Scadenza per l'invio telematico delle domande al 28 maggio 2018. Nell'articolo il link al bando.

 
 
Condividi la notizia

22 maggio 2020
Misure di sostegno | Attivato il servizio per la presentazione delle domande.

 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.