Condividi la notizia

PARI OPPORTUNITA'

Violenza sulle donne: ecco i requisiti minimi dei Centri antiviolenza e delle Case rifugio

La Giunta regionale ha recepito l'Intesa tra Governo, Regioni, Province autonome di Trento e Bolzano e le Autonomie locali, prevista dal Dpcm del 24 luglio 2014.

Per la lotta alla violenza sulle donne è intervenuto dapprima, il Consiglio d’Europa nella Convenzione adottata ad Istanbul l’11 maggio 2011 e successivamente, il legislatore nazionale ratificando la stessa con legge n. 77/2013.

Anche a livello regionale l’obiettivo è stato quello di garantire l’erogazione delle prestazioni destinate alla prevenzione e al contrasto del fenomeno. Infatti, in tal senso ha operato la Giunta regionale che, con la deliberazione del 9 giugno 2015 n. 756, ha recepito l’Intesa tra il Governo e le Regioni, le Province autonome di Trento e Bolzano e le Autonomie locali (ai sensi dell’art. 8, co 6, della l. 131/2003).

Sul tavolo dell’Intesa (prevista dall’art. 3, co 4, del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 24 luglio 2014) vi sono i requisiti minimi dei Centri antiviolenza e delle Case rifugio, necessari per l’autorizzazione all’apertura e al funzionamento nonché all’accesso ai finanziamenti pubblici.

I Centri antiviolenza sono strutture destinate all’accoglimento, a titolo gratuito, di donne con figli minorenni, le quali abbiano subito violenza o che siano esposte alla minaccia di violenza, indipendentemente dal luogo di residenza.

I requisiti strutturali e organizzativi dei Centri antiviolenza sono:

  • l'abitabilità e l’articolazione delle strutture in locali idonei a garantire la privacy;
  • la possibile presenza di sportelli distribuiti sul territorio, funzionali all'esercizio delle diverse attività;
  • l'apertura per almeno 5 giorni alla settimana (compresi i giorni festivi);
  • la previsione di un numero di telefono attivo 24 ore su 24;
  • l'adesione al numero telefonico di pubblica utilità 1522 assicurando anche l'ingresso nella mappatura tenuta dal Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza (D.P.O.) del Consiglio dei Ministri, nonché l’iscrizione in appositi registri previsti dalla legge;
  • l'adozione della Carta dei servizi;
  • il divieto di accesso nei locali agli autori delle violenze e dei maltrattamenti.

Le Case Rifugio, invece, sono strutture a indirizzo segreto che forniscono alloggio, a titolo gratuito e indipendentemente dal luogo di residenza, alle donne sole ed ai propri bambini, le quali subiscono violenza, al fine di proteggerle salvaguardandone l’incolumità fisica e psichica.

I requisiti strutturali e organizzativi delle Case rifugio sono:

  • corrispondere a casa di civile abitazione ovvero a struttura di comunità, articolata in locali volti ad assicurare servizi di accoglienza;
  • la garanzia dell'anonimato e della riservatezza fornendo un alloggio e i beni primari per la vita quotidiana;
  • il raccordo con i Centri antiviolenza e gli altri servizi sul territorio garantendo supporto: legale, psicologico e sociale;
  • l'ingresso nella mappatura del D.P.O. (cit.) e l'iscrizione in appositi registri.

A questi requisiti previsti per le Case rifugio ne sono stati aggiunti ulteriori reperibili consultando l'allegato B della suddetta deliberazione.

Fonte: Regione Basilicata

Roberta Notarfrancesco

(13 luglio 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

2 giugno 2015
Agenzia delle Entrate | L'Agenzia delle Entrate ha reso noti i dati percentuali dei primi mesi del 2015.

 
 
Condividi la notizia

3 agosto 2015
Semplificazione | Sottoscritto il Protocollo con Mef e Consip per l'approvvigionamento di beni e servizi.

 
 
Condividi la notizia

6 agosto 2015
TERZA ETA' | Una tematica che interessa il tavolo regionale con i referenti dei sistemi turistici della costa ionica e tirrenica.

 
 
Condividi la notizia

21 luglio 2015
Senza lavoro | 450 euro al mese nel programma di sostegno per affrontare il disagio sociale e favorire il rientro nel mercato del lavoro.

 
 
Condividi la notizia

3 agosto 2015
Iniziative sociali | Sottoscritto il Protocollo d'Intesa per promuovere le attività motorie ed incentivare la realizzazione di progetti sportivi rivolti alla platea giovanile.

 
 
Condividi la notizia

1 ottobre 2015
Energia ed Ambiente | Pittella auspica una 'fase di slancio del confronto costruttivo già in atto con il Governo nazionale, che faccia propria la necessità di evitare un generico referendum pro o contro il petrolio".

 
 
Condividi la notizia

3 novembre 2015
Sostegno alle imprese | La dotazione finanziaria messa a disposizione è pari a 5 milioni di euro, che consentirà di creare portafogli di finanziamenti fino ad un massimo di 30 Milioni.

 
 
Condividi la notizia

5 giugno 2015
Pagamenti PA | A disposizione dei beneficiari pubblici e privati, si possono trovare tutte le informazioni utili.

 
 
Condividi la notizia

3 agosto 2015
'ENOGASTRONOMIA' | L'obiettivo è quello di realizzare iniziative e progetti volti a valorizzare le produzioni agroalimentari tipiche del territorio lucano.

 
 
Condividi la notizia

18 agosto 2015
Agricoltura e tutela ambientale | Sarà obbligatorio un certificato di abilitazione all'uso che avrà valore su tutto il territorio italiano.

 
 
Condividi la notizia

14 ottobre 2015
Ammortizzatori sociali | All'incontro hanno partecipato Cgil, Cisl, Uil, Confasl, Confindustria Basilicata, Italia Lavoro e Inps.

 
 
Condividi la notizia

14 ottobre 2015
Provveditorato e patrimonio | Il Bando, Determina Dirigenziale n. 1060 del 1/10/2015, scadrà il 26 ottobre 2015.

 
 
Condividi la notizia

16 ottobre 2015
Opportunità | Le domande di partecipazione devono essere presentate entro il 31 ottobre 2015.

 
 
Condividi la notizia

13 novembre 2015
Tutela ambientale | Dal 26 novembre bisognerà mettersi in regola con quanto stabilito dalla Direttiva Comunitaria n. 128 del 2009.

 
 
Condividi la notizia

14 novembre 2015
Imprenditoria e istituzioni | Braia: "abbiamo importanti filiere produttive e della conoscenza che hanno forti capacità attrattive di investimenti".

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 Tweet dalla P.A.
 
CORTE
COSTITUZIONALE
 
CORTE DI GIUSTIZIA DELL'UNIONE EUROPEA
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.