Condividi la notizia

Concorsi pubblici

Il risultato della valutazione dei titoli deve essere reso noto prima dello svolgimento delle prove orali

Il Consiglio di Stato nella sentenza del 22 maggio 2015, pur condividendo l'orientamento del TAR, apporta un'importante precisazione.

Un candidato ad un concorso a posti di ingegnere ha impugnato la graduatoria approvata dall’Ente deducendo la violazione dell’art. 12 D.P.R. n. 487/1994 (“recante norme sull'accesso agli impieghi nelle pubbliche amministrazioni e le modalità di svolgimento dei concorsi, dei concorsi unici e delle altre forme di assunzioni nei pubblici impieghi”), e ciò perché il risultato della valutazione dei titoli non è stato reso noto ai candidati prima dell’effettuazione delle prove concorsuali, come invece previsto dal comma 2 della disposizione regolamentare ora richiamata.

Il TAR Lazio, nell’accogliere il ricorso, ha sul punto precisato che la scansione procedimentale prefigurata dalla norma in questione è posta a tutela di «un’esigenza sostanziale fondamentale: quella cioè di evitare che la valutazione dei titoli, possa in itinere essere discrezionalmente modificata in seguito ai risultati delle prove orali, così da influenzare l'esito finale dell'intera procedura concorsuale»; ed è dunque strumentale alle superiori esigenze di trasparenza ed imparzialità amministrativa e tale da non ammettere equipollenti.

L’Amministrazione ha proposto appello col quale, pur non negando di non aver rispettato la disposizione in parola, ha tuttavia negato che ciò abbia leso gli interessi del concorrente, invocando così l’art. 21 octies della L. n. 241/1990. L’Ente ha infatti evidenziato al riguardo che nella prima riunione la commissione di gara ha rigidamente predeterminato i criteri di valutazione dei titoli, autovincolando la propria discrezionalità mediante griglie di punteggi proporzionati al punteggio di laurea ed a quello conseguito in sede di abilitazione professionale, di cui ha poi fatto pedissequa applicazione.

Il Consiglio di Stato, Sezione Quinta, con sentenza del 22 maggio 2015 n. 2584, pur correggendo una delle premesse della decisione di primo grado  (diversamente da quanto opinato dal TAR, infatti, l’obbligo di comunicazione deve precedere non già lo svolgimento delle prove scritte ma, in seguito alla riformulazione del citato art. 12, comma 2, D.P.R. n. 487/1994 ad opera del D.P.R. n. 693/1996, solo le prove orali), ha rigettato l’appello sul presupposto che questa doverosa comunicazione non era comunque mai avvenuta.

Infatti, il fondamento dell’obbligo partecipativo in questione consiste, da un lato, nel rendere noto ai concorrenti prima dello svolgimento dell’ultima prova il punteggio provvisoriamente conseguito fino a tale momento, così da calibrare di conseguenza la preparazione per essa, e, dall’altro lato, di assicurare una rigida scansione dei diversi momenti valutativi nei quali si articola la selezione concorsuale, così da prevenire qualsiasi rischio che i punteggi di merito possano essere manipolati a scopo di indebiti favoritismi. 

Pertanto, mediante questa sequenza tra punteggi provvisori, soggetti a comunicazione preventiva, e graduatoria definitiva, si assicura un più elevato tasso di imparzialità della valutazione delle capacità ed attitudini dei candidati, facendosi in modo che la graduatoria definitiva consista nell’effettiva risultante delle diverse fasi valutative, senza indebite commistioni tra le stesse.

I giudici dell’appello hanno poi evidenziato che attraverso la comunicazione dei punteggi provvisori si realizza un maggior grado di trasparenza già nella fase concorsuale, al cui perseguimento è preordinato anche l’accesso previsto dal comma 3 dell’art. 12 in esame, finalizzato ad eventuali richieste di correzione prima dello svolgimento della prova finale, allo scopo di prevenire eventuali contenziosi.

In sostanza, trattandosi di un adempimento procedimentale finalizzato alla tutela delle descritte inderogabili esigenze di trasparenza ed imparzialità, la sua mancata osservanza non può ritenersi priva di valenza invalidante ex art. 21 octies, comma 2, L. n. 241/1990, per effetto della predeterminazione ex ante dei criteri di valutazione dei titoli.

 

Rodolfo Murra

(23 maggio 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

23 febbraio 2015
Pubblico Impiego | La sentenza della Terza Sezione del 23 febbraio 2015. Obbligo di motivazione solo se il secondo concorso è identico. Nessuna identità tra i due concorsi se il secondo concorso è stato bandito da un altro ente e solo successivamente è intervenuto un accordo per avvalersi reciprocamente delle graduatorie in corso di validità.

 
 
Condividi la notizia

29 marzo 2015
Concorso pubblico | Illegittimo l'operato della commissione che preclude l'accesso all'aula di svolgimento della prova. La sentenza del Consiglio di Stato del 27 marzo 2015.

 
 
Condividi la notizia

9 febbraio 2015
Appalti | Euro 343.455,51 di risarcimento del danno da mancata aggiudicazione e danno curriculare nella sentenza del Consiglio di Stato del 9 febbraio 2015.

 
 
Condividi la notizia

26 aprile 2015
Concorsi | La sentenza della Terza Sezione del Consiglio di Stato del 24.4.2015.

 
 
Condividi la notizia

27 aprile 2016
Lavori in corso | Creare un nuovo canale di comunicazione è l'obiettivo della conferenza stampa di Mercoledì 27 aprile, alle ore 15.30, a Palazzo Spada.

 
 
Condividi la notizia

27 aprile 2016
Giustizia Amministrativa | È partito il nuovo canale di comunicazione dei Giudici di Palazzo Spada. On line su YouTube la conferenza stampa.

 
 
Condividi la notizia

28 aprile 2015
Agcom | I principi sanciti nella sentenza del Consiglio di Stato del 27.4.2015, n. 2156.

 
 
Condividi la notizia

3 aprile 2018
Procedimenti di secondo livello | Interessante decisione del Consiglio di Stato su un tema dibattuto.

 
 
Condividi la notizia

8 maggio 2014
Federazione Italiana sport invernali | Il Consiglio di Stato ha confermato l'ordinanza del TAR. I maestri devono superare le prove tecniche.

 
 
Condividi la notizia

16 aprile 2016
Opportunità | 5 posti disponibile. Cinque prove scritte ed una orale nel bando pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 4a Serie Speciale - Concorsi ed Esami n.30 del 15.4.2016.

 
 
Condividi la notizia

7 maggio 2016
Riforma | I punti principali evidenziati dal Consiglio di Stato, Commissione Speciale, nel parere del 3 maggio 2016 n. 1075.

 
 
Condividi la notizia

20 aprile 2015
Pubblica amministrazione | Il giudizio di ottemperanza nei principi sanciti nella sentenza della Quinta Sezione del Consiglio di Stato del 20 aprile 2015, n. 2002.

 
 
Condividi la notizia

10 dicembre 2014
Consiglio di Stato | Il superamento della preselezione è indefettibile requisito di ammissione alle successive fasi. Il superamento delle prove orali non potrebbe porre rimedio all'eventuale insuccesso registratosi in quelle scritte.

 
 
Condividi la notizia

9 aprile 2015
Pubblico impiego | Ancora sull'indizione di un nuovo concorso in presenza di graduatorie pregresse ed efficaci nella sentenza del Consiglio di Stato del 9.4.2015.

 
 
Condividi la notizia

7 novembre 2018
Concorso | La commissione ha estratto la lettera M.

 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.