Condividi la notizia

Contenzioso

Giustizia Civile: 4 mesi per smaltire 'le cause del secolo scorso'

Scatta la guerra al vecchio arretrato. Il Ministero comunica che entra ufficialmente nella fase operativa il 'Programma Strasburgo 2'.

Il Ministero della Giuistizia comunica che entra ufficialmente nella fase operativa il progetto “Arretrato civile ultratriennale – Programma Strasburgo 2”, il piano strategico di interventi messo a punto dal Dicastero di Via Arenula per l’abbattimento del vecchio arretrato civile e la progressiva riduzione del cosiddetto rischio legato ai rimborsi previsti dalle legge Pinto.

In data 2 ottobre 2015, a seguito della delibera del Csm del 17 giugno scorso sulle buone prassi che condivide il Progetto ed auspica interventi immediati, il Capo del Dipartimento dell’Organizzazione Giudiziaria Mario Barbuto ha infatti trasmesso a tutti gli uffici giudiziari il documento con il quale, dopo aver riassunto i numeri e gli sviluppi della fase conoscitiva del Censimento speciale della giustizia civile, si vara ufficialmente il Progetto Strasburgo 2 e si consigliano gli adempimenti più urgenti da realizzare.

Il progetto prende le mosse proprio dal Censimento effettuato nell’ottobre 2014 e dal successivo aggiornamento del 12 agosto 2015 che ha ulteriormente depurato i dati iniziali dalle cosiddette “false pendenze”, riducendo il numero degli affari civili pendenti da 4,8 a 4,5 milioni.

Nel documento il Ministero invita i capi degli uffici a darsi 4 mesi di tempo per l’azzeramento dei 44.639 procedimenti civili iscritti a ruolo fino al 2000 e pendenti al 31/12/2014 presso corti di appello e tribunali (erano 86.283 col censimento dell’anno precedente, quasi il doppio). E 8 mesi per lo smaltimento delle 73.928 cause iscritte negli anni 2001-2005 (erano 127.146 l’anno precedente).

Con riferimento alla prima scadenza, Barbuto invita a definire le cosiddette cause del secolo scorso “con precedenza assoluta”, anche a rischio di un lieve innalzamento della giacenza fisiologica delle cause più recenti. La Direzione generale di Statistica del ministero avrà il compito di una costante funzione di osservazione/vigilanza, svolgendo verifiche dei dati che verranno tempestivamente comunicati agli uffici interessati.

Nel documento si ricorda ai capi degli uffici che, a seguito dell’aggiornamento dei dati del censimento, le cause ultratriennali pendenti al 31/12/2014 (cioè quelle iscritte a ruolo fino al 2011 e quindi soggette al c.d. rischio Pinto) sono diminuite da 1.117.769 a 930.477, con un abbassamento del tasso di invecchiamento delle pendenze globali che passa dal 32% al 29,5%.

Anche le risorse già fornite dal Ministero agli uffici giudiziari (98 funzionari giudiziari provenienti dal c.d. concorso Ice - Istituto nazionale Commercio Estero) e quelle in arrivo (1.031 unità a seguito del c.d. bando di mobilità esterna e circa 2mila che saranno assunte ai sensi del decreto giustizia per la crescita convertito nella legge 132/2015) verranno assegnate tenendo conto proprio della “esigenza prioritaria di favorire lo smaltimento dell’arretrato civile di durata ultratriennale che grava su alcuni tribunali”.

“Non è solo questione di immagine”, come scrive Barbuto nel documento. “È anche una questione di costi economici: gli indennizzi previsti dalla legge Pinto sono finora costati all’Italia circa 750 milioni di euro”.

Per saperne di più:

vai a “aggiornamento del Progetto Stasburgo 2”

Fonte: Ministero della Giustizia

 

Moreno Morando

(6 ottobre 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

13 agosto 2015
Contenziosi | In occasione della presentazione dell'Aggiornamento sul censimento speciale è stato confermato il trend positivo: -20% di processi pendenti.

 
 
Condividi la notizia

1 luglio 2014
Giustizia | Dopo mesi di attese è partita la riforma del processo civile con l'introduzione del processo telematico. Tutte le novità e gli strumenti informativi per approfondire la rivoluzione digitale dei tribunali italiani.

 
 
Condividi la notizia

18 maggio 2015
Giustizia - Banca d'Italia | Siglato l'accordo per accelerare i tempi di pagamento in base alla legge Pinto per l'equa riparazione di chi ha subìto un danno patrimoniale e non.

 
 
Condividi la notizia

21 ottobre 2018
Giustizia | Entro due settimane verrà reso pubblico il progetto. Intervento anche su negoziazione assistita e mediazione.

 
 
Condividi la notizia

21 maggio 2014
Ministero della Giustizia | Avvio spedito dell'obbligatorietà dei depositi telematici.

 
 
Condividi la notizia

16 novembre 2014
Analisi statistiche | Uno studio commissionato dal Ministero della Giustizia mette sotto la lente, con dovizia di particolari e di numeri, il carico nazionale degli affari civili pendenti.

 
 
Condividi la notizia

11 dicembre 2018
CORTE COSTITUZIONALE | La norma impone che il Commissario ad acta debba necessariamente appartenere alla P.A. soccombente.

 
 
Condividi la notizia

6 settembre 2015
Legge Pinto | I principi sanciti dalla Suprema Corte nella sentenza pubblicata il 3 settembre 2015 n. 17572.

 
 
Condividi la notizia

10 ottobre 2014
Rapporto della Commissione Europea | 707 i giorni necessari per una pronuncia di divorzio in primo grado e 486 in secondo grado. 2.648 giorni solo per il primo grado per le procedure di insolvenza. La Commissione europea per l'efficienza della giustizia del Consiglio d'Europa analizza 46 Stati membri.

 
 
Condividi la notizia

17 novembre 2014
Riforme | Con la legge n. 162/2014 di conversione del decreto legge n. 132, entra in vigore la riforma del processo civile che semplifica e snellisce alcune procedure.

 
 
Condividi la notizia

3 dicembre 2018
Occupazione | 24 posti nei ruoli del personale amministrativo della Corte dei conti, Giustizia amministrativa e Avvocatura dello stato.

 
 
Condividi la notizia

26 giugno 2014
Giustizia | La riforma della Giustizia approderà il 30 giugno in CDM. Attese nuove norme sulle intercettazioni, riforma del CSM, reintroduzione del reato di falso in bilancio. Le opposizioni affilano le lame.

 
 
Condividi la notizia

24 agosto 2018
Consiglio di Stato | La storia di un calciatore prima condannato e poi assolto dalla giustizia sportiva: gli spetta il risarcimento del danno?

 
 
Condividi la notizia

29 aprile 2015
Agenda digitale | Sinergia tra il Ministero della Giustizia e quello dello Sviluppo Economico per semplificare e migliorare la tenuta del registro delle imprese.

 
 
Condividi la notizia

15 maggio 2014
Anticorruzione | L'attesa delle nomine dei componenti del collegio, non ferma l'attività consultiva, di vigilanza e le relazioni istituzionali dell'ANAC.

 
 

Ascolta "La Pulce e il Prof"

 
Il diritto divulgato nella maniera più semplice possibile
 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.