Condividi la notizia

Giustizia

In arrivo il piano di riforme del Governo Renzi

La riforma della Giustizia approderà il 30 giugno in CDM. Attese nuove norme sulle intercettazioni, riforma del CSM, reintroduzione del reato di falso in bilancio. Le opposizioni affilano le lame.

La riforma della giustizia prevista in discussione nel Consiglio dei ministri del prossimo 30 giugno comincia a delinearsi. Più garanzia della privacy nelle intercettazioni, un nuovo sistema elettorale del Csm per ridurre il peso delle correnti, modifica al disciplinare di tutte le magistrature, introduzione della ragionevole durata del processo penale, e riassetto del codice. Si parla poi anche della reintroduzione del reato di falso in bilancio (5 anni), del reato di auto-riciclaggio (fino a 6), di maggiori pene per il 416-bis (fino a 15). Saranno previste inoltre misure d'esecuzione della pena più stringenti per i boss e nuove regole sul sequestro e la confisca dei beni.

Trasmesso a palazzo Chigi l’elenco dei punti della riforma, il ministro Orlando si avvia a chiudere provvedimenti definiti sui quali, specie sul civile, ha cercato il costante confronto con l’avvocatura. Al momento, tuttavia, non è chiaro se il governo interverrà o no con disegni di legge ad hoc sulla prescrizione e sulla responsabilità civile dei magistrati.

Per ora sono solo linee guida, sprovviste di un articolato, ma intercettazioni e riforma del Csm sono i titoli più “forti” della riforma proposta dal governo Renzi. Nella bozza è previsto il divieto che le telefonate finiscano subito nelle ordinanze di custodia cautelare, dove le intercettazioni verrebbero riassunte, assieme all'ulteriore divieto di dare le copie alle parti prima dell'udienza stralcio. 

Quanto al Csm, l’obiettivo è di renderlo meno condizionabile dalle correnti della magistratura. Sul disciplinare c’è chi pensa di rispolverare l’idea di una sezione “ad hoc” del Csm, i cui componenti non siano presenti nelle altre commissioni. Per il secondo grado dei verdetti disciplinari, invece, si ipotizza un’alta corte competente non solo sui magistrati ordinari ma anche su quelli contabili e amministrativi.

Per la semplificazione e la riduzione dei riti della giustizia civile è infine al lavoro la Commissione ministeriale presieduta dal magistrato di Cassazione Gisueppe Maria Berruti. Tra le novità, il trasferimento a un collegio arbitrale delle cause pendenti e la procedura di negoziazione assistita da un avvocato che permetterà, ad esempio, come accade in Francia, di fare separazioni e divorzi consensuali senza mettere piede in tribunale. Si tratta della cosiddetta "degiurisdizionalizzazione", che si risolverà in un ridotto ricorso al giudice a tutto vantaggio della negoziazione assistita e al giudizio di fronte a un arbitro.

Nei prossimi giorni il governo Renzi sarà esposto al fuoco di fila delle opposizioni per le quali, in primis Forza Italia, la giustizia resta un tema delicatissimo, tanto che ogni tentativo di riforma nell'ultimo decennio è naufragato essenzialmente a causa dei veti incrociati fra partiti. 

Francesco Colafemmina

(26 giugno 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

1 luglio 2014
Giustizia | Dopo mesi di attese è partita la riforma del processo civile con l'introduzione del processo telematico. Tutte le novità e gli strumenti informativi per approfondire la rivoluzione digitale dei tribunali italiani.

 
 
Condividi la notizia

22 ottobre 2014
Parlamento in seduta comune | Il Premier-segretario propone ai pentastellati di avanzare una proposta per il Csm e di votare per due "tecnici" alla Corte, ritenendo ormai superata la candidatura di Violante.

 
 
Condividi la notizia

21 ottobre 2018
Giustizia | Entro due settimane verrà reso pubblico il progetto. Intervento anche su negoziazione assistita e mediazione.

 
 
Condividi la notizia

7 luglio 2014
Consiglio Superiore della Magistratura | Urne aperte per l'elezione di 16 nuovi membri del CSM. Il 10 luglio l'elezione dei membri laici da parte delle Camere. Polemica intanto per un sms del sottosegretario alla Giustizia, Cosimo Ferri.

 
 
Condividi la notizia

21 maggio 2014
Ministero della Giustizia | Avvio spedito dell'obbligatorietà dei depositi telematici.

 
 
Condividi la notizia

30 settembre 2014
Parlamento in seduta comune | Gaffe clamorosa del Parlamento in seduta comune: ha mandato al Consiglio Superiore della Magistratura Teresa Bene che non ha i requisiti.

 
 
Condividi la notizia

10 giugno 2014
Consiglio di Stato | I giudici di Palazzo Spada accolgono l'appello del Ministero della Giustizia e rinviano per la discussione al 1° luglio.

 
 
Condividi la notizia

2 settembre 2014
Parlamento in seduta comune | Il Capo dello Stato si e' visto costretto a scrivere ai Presidenti dei due rami del Parlamento affinche' siano nominati i 2 componenti della Consulta e gli 8 del CSM che ancora mancano.

 
 
Condividi la notizia

6 novembre 2014
Parlamento in seduta comune | Si tratta di Silvana Sciarra, per la Corte Costituzionale ed Alessio Zaccaria per il Csm. Niente quorum per Stefania Bariatti.

 
 
Condividi la notizia

29 agosto 2014
Consiglio dei Ministri | Nella consueta conferenza stampa dopo il CdM il Premier ha esposto le linee guida per lo sblocco delle grandi opere e per riformare la Giustizia civile e penale

 
 
Condividi la notizia

28 aprile 2016
Giustizia | La riforma della magistratura onoraria è diventata legge. Le novità in sintesi.

 
 
Condividi la notizia

28 marzo 2018
Concorsi | Il termine finale per le domande è fissato alle ore 12.00 di giovedì 29 marzo 2018.

 
 
Condividi la notizia

13 agosto 2015
Contenziosi | In occasione della presentazione dell'Aggiornamento sul censimento speciale è stato confermato il trend positivo: -20% di processi pendenti.

 
 
Condividi la notizia

22 settembre 2014
Appuntamenti politici | Si partira' con una nuova votazione per la Consulta e per il Csm, poi iniziera' l'esame del jobs act; mentre PD, sindacato e centrodestra appaiono piu' che mai divisi.

 
 
Condividi la notizia

28 agosto 2014
Consiglio dei Ministri | Il Premier portera' domani all'attenzione del CdM una serie di riforme per la cui attuazione ci sarebbero problemi di copertura finanziaria.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.