Condividi la notizia

Ministero dell'Interno

Anagrafe nazionale della popolazione residente: le novità del nuovo Regolamento

La circolare del Viminale fornisce chiarimenti ed indicazioni in ordine alle modifiche normative introdotte in materia.

Il Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali-Direzione Centrale per i Servizi Demografici del Viminale ha emanato la Circolare N. 12 del 2 ottobre 2015 in tema di regolamento anagrafico.

In particolare, nel Provvedimento citato si evidenzia che, nella Gazzetta Ufficiale n. 188 del 14 agosto scorso, è stato pubblicato il decreto del Presidente della Repubblica n. 126 del 17 luglio 2015 rubricato: "Regolamento recante adeguamento del regolamento anagrafico della popolazione residente, approvato con decreto del Presidente della Repubblica 30 maggio 1989, n. 223, alla disciplina istitutiva dell'anagrafe nazionale della popolazione residente".

Il citato D.P.R. n. 126/2015 dà attuazione alla previsione del comma 5 dell'art. 2, del D.L. 18/10/2012, n. 179, convertito dalla legge 17/12/2012, n. 221 che, come noto, ha istituito, presso il Ministero dell'interno, l'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR), quale base di dati di interesse nazionale subentrante all'INA, all'AIRE e, gradualmente, alle anagrafi della popolazione residente e dei cittadini italiani residenti all'estero tenute dai comuni.

Le modificazioni introdotte, in continuità con i provvedimenti attuativi dell'ANPR adottati con i D.P.C.M. n. 109/2013 e n. 194/2014 (illustrati nelle circolari nn. 19 e 23, del 2013, e n. 5 del 2015), mirano a rendere il regolamento anagrafico coerente con la nuova prospettiva dell'anagrafe nazionale unitaria, gestita con modalità informatiche e telematiche, volta al miglioramento dei servizi al cittadino e alla semplificazione dell'attività amministrativa.

In tale contesto, nell'ottica quindi del superamento della dimensione locale delle anagrafi, le principali novità possono essere così sintetizzate:

-il concetto di comune di iscrizione anagrafica, non più coerente con il nuovo sistema, è sostituito con quello di comune di residenza; inoltre, sono eliminati i riferimenti al comune di iscrizione AIRE;

-la fattispecie del trasferimento da altro comune o dall'estero del cittadino iscritto è stralciata dalle ipotesi di iscrizione e cancellazione e ricondotta ai casi di mutazione anagrafica; tra le cause di cancellazione è introdotto il trasferimento all'estero dello straniero, e ne sono escluse il trasferimento della residenza in altro comune, all'estero, e il trasferimento del domicilio della persona senza fissa dimora;

-è previsto che i certificati anagrafici siano rilasciati anche dagli ufficiali d'anagrafe di comuni diversi da quello in cui risiede la persona cui i certificati si riferiscono; è, altresì, introdotto, l'obbligo di identificazione del soggetto richiedente ed eliminato il riferimento al timbro dell'ufficio; tra le notizie sottratte alla certificazione sono aggiunte il domicilio digitale (di cui è previsto l'inserimento nella scheda individuale), la condizione di senza fissa dimora e il titolo di soggiorno;

-è introdotta la disciplina dell'accesso dell'interessato ai propri dati, contenuti nell'ANPR, effettuabile presso gli uffici anagrafici di tutti i comuni, nell'esercizio dei diritti sanciti nel Codice sulla protezione dei dati personali, recato dal d.lgs. 30/6/2003, n. 196, coerentemente con quanto previsto nell'art. 6 del citato D.P.C.M. n. 194/2014;

-è previsto che, fermi restando i servizi resi dall'ANPR in funzione della produzione statistica, le rilevazioni concernenti il movimento naturale della popolazione ed il trasferimento di residenza vanno effettuate in conformità non più ai modelli bensì ai metodi, ai formati ed agli standard indicati dall'Istat e tenuto anche conto della disciplina attuativa in materia di censimento permanente (prevista dall'art. 3, commi 1 e 2, del citato D.L. n. 179/2012, convertito dalla L. n. 221/2012);

-è stabilito che gli adempimenti anagrafici relativi agli italiani residenti all'estero restano disciplinati dalla legge 27/10/1988, n. 470, e dal regolamento di esecuzione, in quanto compatibili con la disciplina istitutiva dell'ANPR;

-sono abrogati: gli artt. 8 e 9 in quanto le relative previsioni sono confluite nel nuovo art. 10-bis; gli artt. da 24 a 26 in quanto non compatibili con la tenuta in formato elettronico delle schede anagrafiche; gli artt. da 28 a 31 poiché riferiti ad anagrafi locali e ad adempimenti basati su documentazione cartacea;

-la funzione di vigilanza anagrafica del Prefetto viene riferita alla correttezza degli adempimenti anagrafici e non più alla tenuta delle anagrafi.

Stante la gradualità del passaggio dalle anagrafi comunali all'anagrafe unitaria, il D.P.R. in esame stabilisce che il comune per il quale non si sia ancora verificato il subentro proceda a tutti gli adempimenti anagrafici con l'osservanza delle disposizioni regolamentari previgenti alla sua entrata in vigore (15/8/2015) e che le stesse continuino ad applicarsi anche agli adempimenti che interessino congiuntamente un comune transitato ed uno non transitato (art. 3).

Ciò posto, nell'allegare il testo a fronte delle modifiche recate dal regolamento in esame, il Viminale evidenzia come la corretta attuazione delle nuove disposizioni costituisca condizione essenziale per la complessiva realizzazione dell'importante progetto rappresentato dall'ANPR.

Per saperne di più e per consultare il testo a fronte delle modifiche normative:

vai al testo integrale della Circolare n. 12/2015 del 2.10. 2015

 

Moreno Morando

(14 ottobre 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

16 aprile 2015
Enti Locali | Con la Circolare 5/15, il Viminale offre ai Comuni ogni supporto per far fronte alle anomalie connesse alla realizzazione della ANPR.

 
 
Condividi la notizia

22 ottobre 2015
ISTAT | L'Istituto Nazionale di Statistica comunica che, al 1° gennaio 2015, per il Ministero dell'Interno, i soggetti regolarmente presenti in Italia sono 3.929.916.

 
 
Condividi la notizia

23 marzo 2016
Viminale | Uno strumento di orientamento all’interno del complesso “contenitore” legislativo del decreto-legge 30 dicembre 2015 n. 210.

 
 
Condividi la notizia

4 maggio 2017
Occupazione | Domande entro il 1 giugno. I vincitori saranno inquadrati nel profilo professionale di funzionario amministrativo, Area funzionale terza, posizione economica F1.

 
 
Condividi la notizia

9 marzo 2017
Viminale | Gli obiettivi, le priorità, le risorse, dell'attività dell'amministrazione dell'Interno nell'atto di indirizzo emanato dal ministro dell'Interno Marco Minniti

 
 
Condividi la notizia

28 maggio 2014
Ministero dell'Interno | Presentati al Forum P.A. due progetti per innovare e fare rete

 
 
Condividi la notizia

13 novembre 2014
Agenzia per l'Italia Digitale | Crescita delle imprese e diffusione di competenze digitali fra i cittadini. Anagrafe unica per la popolazione residente che entrerà in esercizio a marzo 2016. Razionalizzazione e l’interoperabilità dei sistemi informativi di tutti i comuni italiani.

 
 
Condividi la notizia

17 dicembre 2015
Comuni | In Gazzetta Ufficiale pubblicato il decreto del Ministero dell'Interno

 
 
Condividi la notizia

12 febbraio 2015
Ministero dell'Interno | La circolare n. 1/2015 suii contenuti del nuovo regolamento, che disciplina le fasi e le modalità di subentro dell'ANPR all'INA, all'AIRE e alle anagrafi comunali, nonché le modalità di funzionamento della nuova base dati.

 
 
Condividi la notizia

29 aprile 2014
Bilancio di previsione Enti Locali | Per colpa dell'election day il Ministero dell'Interno dispone un terzo differimento del termine per l'approvazione

 
 
Condividi la notizia

16 novembre 2014
Ministero dell'Interno | Siglata l'intesa, tra Ministero dell'Interno, della Difesa, Agenzia del Demanio e Comune di Napoli.

 
 
Condividi la notizia

12 febbraio 2015
Finanza Locale | Pubblicata la circolare del Ministero dell'Interno, Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali n. 2/2015.

 
 
Condividi la notizia

14 maggio 2015
Spending review | Oltre 516 milioni di euro, a titolo di contributo, nei tre decreti del Ministero dell'Interno.

 
 
Condividi la notizia

18 novembre 2015
Gazzetta Ufficiale | Il decreto del Ministero dell'Interno è stato pubblicato sulla G.U. n. 268 del 17 novembre 2015.

 
 
Condividi la notizia

23 aprile 2014
Elezioni Comunali | Le norme che regolamentano il procedimento e la giurisprudenza nelle Istruzioni del Ministero dell'Interno

 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.