Condividi la notizia

Programma agenda digitale

"Scuola 2.0": 3,7 milioni di euro per la seconda fase del progetto

L'iniziativa, finanziata con Fondi Fesr 2007-2013, ha coinvolto 62 istituti, 201 classi e circa 200 insegnanti su tutto il territorio regionale.

L’assessore alle Attività produttive della Regione Basilicata, Raffaele Liberali, ha presentato ai giornalisti, ai docenti e ai dirigenti scolastici la Delibera di Giunta Regionale con la quale si dà il via libera alla seconda fase del progetto “Scuola 2.0”, interamente finanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) 2007-2013.

Essa prevede il finanziamento ed il completamento di due distinte tipologie di operazioni: Scuola 2.0 e Classi 2.0.

Scuola 2.0 è un progetto nazionale di ampio respiro, il cui connubio con le altre azioni (LIM, Classi 2.0, editoria digitale), oltre a contribuire ad una modifica di scuole ed aule, richiede un ripensamento dei modelli, dell’organizzazione e della programmazione didattica, dei rapporti scuola-famiglia, scuola-istituzioni locali.

Tutto questo significa mettere in campo un progetto complesso che possa prevedere l’introduzione e l’utilizzo di tecnologie e strumenti diversificati tra cui, oltre ai kit LIM, anche, ad esempio la Tv digitale, le piattaforme per la gestione di classi virtuali, i vari reader, tablet, netbook ecc.

Realizzare una Scuola 2.0 significa trovare una soluzione progettuale, fortemente innovativa, che risponda ad esigenze, sia didattiche che organizzative, di un intero istituto scolastico.

In una Scuola 2.0 le dotazioni tecnologiche devono essere:

  • interoperabili, cioè realizzare sistemi che, anche se non omogenei, possono interagire e comunicare tra loro, scambiarsi o riutilizzare informazioni;
  • integrabili, cioè essere pienamente fruibili con i dispositivi già esistenti;
  • multipiattaforma, quindi funzionanti su più sistemi operativi ed in particolare su piattaforme operative Unix/Linux, Microsoft Windows e Apple Macintosh.

Classi 2.0 si propone di modificare gli ambienti di apprendimento attraverso un utilizzo costante e diffuso delle tecnologie a supporto della didattica quotidiana. Alunni e docenti possono disporre di dispositivi tecnologici e device multimediali e le aule vengono progressivamente dotate di apparati per la connessione ad Internet.

Le Classi 2.0 costruiscono, con il supporto dell'A.N.S.A.S. e di una rete di Università associate, un progetto didattico per la sperimentazione di metodologie didattiche avanzate.

Nello specifico, esse sono ambienti di apprendimento collettivo e partecipato, in cui all’insegnamento tradizionale si affiancano nuove forme di didattica, il tutto attraverso la convivenza di strumenti tradizionali e nuove tecnologie.

Ogni Classe 2.0 avrà una dotazione minima così composta:

  • un dispositivo mobile per alunno, prevalentemente un notebook o un tablet di ultima generazione dotati di scheda wireless in grado di interagire con una rete esistente;
  • una LIM o uno schermo interattivo: il dispositivo permette la manipolazione di testi, immagini, esplorazioni del web e attività collaborative;
  • una infrastruttura di rete preferibilmente Wi-Fi, con access point in grado di negoziare il traffico dell’intera classe e con politiche di sicurezza adeguati alla situazione;
  • ciascun dispositivo deve essere corredato di programmi adeguati alla didattica della scuola in questione.

Ogni Scuola 2.0 riceverà un contributo di 132.000 euro, mentre gli Istituti con Classi 2.0 riceveranno contributi dagli 11.000 agli 80.000 euro.

“Negli ultimi due anni - ha dichiarato Liberali - dal 2013 al 2015, il progetto “Scuola 2.0”, nell’ambito del programma “Agenda digitale nelle scuole della Basilicata”, ha coinvolto 62 scuole di cui 14, entro la fine dell’anno, saranno già interamente 2.0 (35 sono in tutta Italia), 201 classi 2.0 (1321 in Italia) e circa 200 insegnati.

Il progetto formativo è stato realizzato con un investimento complessivo di circa 5 milioni e 300 mila euro, dei quali 1 milione e 600 mila euro impegnati nella prima fase e ormai in dirittura d’arrivo, e 3 milioni e 700 mila per la seconda fase avviata oggi.

In un momento particolarmente delicato in cui è al centro di grandi trasformazioni, la scuola – continua Liberali - è in cima alle priorità del governo regionale perché ha una importanza strategica sia per la formazione dei cittadini sia per lo sviluppo economico del territorio.

L’investimento della Regione sulla scuola digitale non si fermerà qui - conclude l’assessore - vogliamo che tutte le scuole della Basilicata siano 2.0 e vogliamo formare tutti i docenti della nostra regione. Il ministero ha annunciato che nei prossimi anni è previsto un miliardo di investimenti sulla scuola digitale, 600 milioni di euro per le infrastrutture e 400 milioni di euro sulla parte immateriale.

Le uniche due regioni pronte per accogliere queste opportunità sono la Basilicata e il Friuli Venezia Giulia, grazie al lavoro che stiamo facendo. Il Miur sta guardando con grande e positiva attenzione alle azioni che stiamo intraprendendo. Sul fronte dell’innovazione digitale nel mondo della scuola vogliamo essere un modello per il Paese, consapevoli che il futuro della Basilicata riparte da qui”.

Per saperne di più:

vai ai link Scuola1

               Scuola2

 

Francesco La Scaleia

(29 ottobre 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

3 agosto 2015
Semplificazione | Sottoscritto il Protocollo con Mef e Consip per l'approvvigionamento di beni e servizi.

 
 
Condividi la notizia

6 agosto 2015
TERZA ETA' | Una tematica che interessa il tavolo regionale con i referenti dei sistemi turistici della costa ionica e tirrenica.

 
 
Condividi la notizia

2 giugno 2015
Agenzia delle Entrate | L'Agenzia delle Entrate ha reso noti i dati percentuali dei primi mesi del 2015.

 
 
Condividi la notizia

3 agosto 2015
Iniziative sociali | Sottoscritto il Protocollo d'Intesa per promuovere le attività motorie ed incentivare la realizzazione di progetti sportivi rivolti alla platea giovanile.

 
 
Condividi la notizia

21 luglio 2015
Senza lavoro | 450 euro al mese nel programma di sostegno per affrontare il disagio sociale e favorire il rientro nel mercato del lavoro.

 
 
Condividi la notizia

3 novembre 2015
Sostegno alle imprese | La dotazione finanziaria messa a disposizione è pari a 5 milioni di euro, che consentirà di creare portafogli di finanziamenti fino ad un massimo di 30 Milioni.

 
 
Condividi la notizia

1 ottobre 2015
Energia ed Ambiente | Pittella auspica una 'fase di slancio del confronto costruttivo già in atto con il Governo nazionale, che faccia propria la necessità di evitare un generico referendum pro o contro il petrolio".

 
 
Condividi la notizia

29 settembre 2015
Immigrazione | Firmato un innovativo protocollo di intesa tra Prefetture e Regione Basilicata.

 
 
Condividi la notizia

3 agosto 2015
'ENOGASTRONOMIA' | L'obiettivo è quello di realizzare iniziative e progetti volti a valorizzare le produzioni agroalimentari tipiche del territorio lucano.

 
 
Condividi la notizia

18 agosto 2015
Agricoltura e tutela ambientale | Sarà obbligatorio un certificato di abilitazione all'uso che avrà valore su tutto il territorio italiano.

 
 
Condividi la notizia

5 giugno 2015
Pagamenti PA | A disposizione dei beneficiari pubblici e privati, si possono trovare tutte le informazioni utili.

 
 
Condividi la notizia

13 novembre 2015
Tutela ambientale | Dal 26 novembre bisognerà mettersi in regola con quanto stabilito dalla Direttiva Comunitaria n. 128 del 2009.

 
 
Condividi la notizia

14 novembre 2015
Imprenditoria e istituzioni | Braia: "abbiamo importanti filiere produttive e della conoscenza che hanno forti capacità attrattive di investimenti".

 
 
Condividi la notizia

24 novembre 2015
Trasporti | Il bando, che riguarda le autolinee sostitutive o integrative della rete ferroviaria di interesse regionale e locale, scadrà il 12/01/2016.

 
 
Condividi la notizia

25 novembre 2015
Politiche della persona | Le azioni sono da attuarsi nell'arco del triennio 2015-2017, in conformità degli interventi previsti dal programma varato a livello nazionale.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.