Condividi la notizia

Consiglio di Stato

Porto d'armi: sì alla revoca se l'arma è custodita in una cassetta con combinazione nel comodino della camera da letto

Qualsiasi dispositivo di sicurezza, se collocato in un comodino, può essere agevolmente asportato, ancor prima che forzato. La sentenza n. 3087 del 12.7.2016.

Aveva subito il furto di una pistola nella propria abitazione e oltre al danno, anche la beffa di vedersi recapitare il provvedimento prefettizio e quello questorile che, sulla base della constatata negligente custodia, hanno disposto rispettivamente il divieto di detenzione di armi e la revoca del porto di fucile uso caccia.

Inutile è stato il ricorso al TAR e poi al Consiglio di Stato in quanto quest'ultimo con sentenza del 12 luglio 2016 n. 3087 ha affermato che "L’utilizzo di una cassetta con combinazione, riposta all’interno di un comodino della camera da letto, ai fini della custodia di un’arma non può essere considerata una soluzione idonea: 

- perché il comodino è elemento di arredo e non di sicurezza; 

- perché qualsiasi dispositivo di sicurezza, se collocato in un comodino, può essere agevolmente asportato, ancor prima che forzato. 

Su tali basi i Giudici di Palazzo Spada hanno ritenuto ragionevole la valutazione sulla negligenza dell’interessato, tale da giustificare l’emanazione dei provvedimenti impugnati in primo grado. 

Enrico Michetti

La Direzione

(13 luglio 2016)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

27 aprile 2014
Abuso di munizioni | Revocato il porto d'armi ad un leccese che aveva 3029 proiettili in casa

 
 
Condividi la notizia

2 marzo 2016
Pubblica sicurezza | Non occorre un obiettivo ed accertato abuso delle armi, ma è sufficiente la sussistenza di una o più circostanze che dimostrino come il soggetto non sia del tutto affidabile al loro uso.

 
 
Condividi la notizia

27 settembre 2014
Difesa personale | Il Consiglio di Stato: l'ampia discrezionalità amministrativa della P.A. deve rispettare i principi di trasparenza dell'azione amministrativa e di legittimo affidamento del privato.

 
 
Condividi la notizia

8 dicembre 2015
Pubblica sicurezza | La sentenza della Terza Sezione del Consiglio di Stato del 7.12.2015 n. 5542.

 
 
Condividi la notizia

17 luglio 2016
Sicurezza pubblica | I principi sanciti dalla Terza Sezione del Consiglio di Stato nella sentenza del 5 luglio 2016 n. 2998.

 
 
Condividi la notizia

11 giugno 2018
Porto d'armi | Il Consiglio di Stato ribalta una sentenza del TAR Campania.

 
 
Condividi la notizia

14 settembre 2015
Commercio preziosi | La revoca della licenza di P.S. non deve eccedere i limiti di proporzionalità nella sentenza del Consiglio di Stato.

 
 
Condividi la notizia

22 febbraio 2016
Rivoglio l'arma d'ordinanza | Il caso affrontato dal Consiglio di Stato nella sentenza del 19 febbraio 2016 n. 690.

 
 
Condividi la notizia

9 giugno 2014
Conflitti tra parenti | Legittima la revoca del porto d'armi al padre. Consiglio di Stato: "le cronache confermano che in questa materia la prudenza non è mai troppa, tanto sono frequenti i fatti di sangue".

 
 
Condividi la notizia

18 maggio 2015
Esercizi pubblici | Le finalità  preventive prevalgono sul diritto del titolare. La sentenza del Consiglio di Stato del 18.5.2015.

 
 
Condividi la notizia

17 novembre 2015
Registri dello Stato civile | I giudici di Palazzo Spada chiariscono il rapporto inter-organico tra Sindaco, ufficiale di Governo, e Prefetto nella materia in esame.

 
 
Condividi la notizia

7 aprile 2015
Caccia | Al soggetto potenzialmente pericoloso non può essere rilasciata l'autorizzazione a detenere armi, neppure a fini sportivi o di diporto.

 
 
Condividi la notizia

6 aprile 2014
Il Giudice gli restituisce il fucile | Il Consiglio di Stato conferma la licenza di porto di fucile da caccia trattandosi di proiettili di piccole dimensioni che hanno cagionato lesioni di modesta entità.

 
 
Condividi la notizia

11 dicembre 2015
Pubblica Sicurezza | L'adeguata istruttoria ed il motivato e ragionevole giudizio nei principi sanciti dalla Terza Sezione del Consiglio di Stato.

 
 
Condividi la notizia

9 febbraio 2015
Appalti | Euro 343.455,51 di risarcimento del danno da mancata aggiudicazione e danno curriculare nella sentenza del Consiglio di Stato del 9 febbraio 2015.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 Tweet dalla P.A.
 
CORTE
COSTITUZIONALE
 
CORTE DI GIUSTIZIA DELL'UNIONE EUROPEA
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.