Condividi la notizia

Piove sempre sul bagnato!

Baratto amministrativo: brusca frenata della Corte dei Conti

I limiti e le condizioni del nuovo istituto nella deliberazione n. 27/2016/PAR della Sezione Regionale di Controllo per l'Emilia Romagna.

Duro colpo è stato sferrato dalla Corte dei Conti al nuovo istituto del "baratto amministrativo" introdotto dall'art. 24 del decreto-legge n. 113/2014, convertito con modificazioni, dalla legge 11 novembre 2014, n. 164, rubricato “misure di agevolazione della partecipazione delle comunità locali in materia di tutela e valorizzazione dei territori” che consente ai cittadini di adempiere i debiti relativi ad entrate comunali mediante l'effettuazione di un'attività sostitutiva del pagamento.
 
Con la deliberazione n. 27 del 23 marzo 2016 la Sezione Regionale di Controllo per l'Emilia Romagna se da un lato ha evidenziato come il baratto amministrativo deve essere disciplinato da un apposito regolamento deliberato dal Comune con il quale devono essere fissati/individuati "criteri” e “condizioni” dall'altro, in modo tranchant, ha escluso la possibilità di consentire attraverso tale istituto l'adempimento di tributi locali pregressi in quanto mancherebbe il requisito dell'inerenza tra agevolazione tributaria e tipologia di attività svolta dai soggetti amministrati e si potrebbero determinare effetti pregiudizievoli sugli equilibri di bilancio.
 
In buona sostanza, la possibilità di deliberare riduzioni e/o esenzioni riguarda esclusivamente tributi strettamente riferibili all'attività sussidiaria posta in essere dai cittadini e non sarebbe possibile estendere l'ambito delle agevolazioni anche ai debiti pregressi.
 
Ad avviso del giudice contabile "non si ritiene, viceversa, ammissibile la possibilità di consentire che l'adempimento di tributi locali, anche di esercizi finanziari passati confluiti nella massa dei residui attivi dell'ente medesimo, possa avvenire attraverso una sorta di datio in solutum ex art. 1197 c.c. da parte del cittadino debitore che, invece di effettuare il pagamento del tributo dovuto, ponga in essere una delle attività previste dalla norma e relative alla cura e/o valorizzazione del territorio comunale". 
 
La Sezione ritiene che "tale ipotesi non solo non rientrerebbe nell'ambito di applicazione della norma in quanto difetterebbe il requisito dell'inerenza tra agevolazione tributaria e tipologia di attività svolta dai soggetti amministrati, elementi che, peraltro, devono essere preventivamente individuati nell'atto regolamentare del Comune, ma potrebbe determinare effetti pregiudizievoli sugli equilibri di bilancio considerato che i debiti tributari del cittadino sono iscritti tra i residui attivi dell'ente".
 
Si tratta di un precedente importante che, benché deliberato dalla Corte Regionale emiliana in risposta al quesito proposto dal Comune di Bologna, non potrà non preoccupare quei Comuni che hanno già dato avvio concretamente al nuovo istituto secondo modalità diverse da quelle espresse nel presente parere ovvero a tutti gli altri Enti Locali che sono in fase di arrivo.
 
Ma veniamo alle altre indicazioni contenute nel parere.
 
In primo luogo la Corte evidenza come le attività sostitutive al pagamento possono riguardare “la pulizia, la manutenzione, l'abbellimento di aree verdi, piazze, strade, ovvero interventi di decoro urbano, di recupero e riuso, con finalità di interesse generale, di aree e beni immobili inutilizzati, e in genere la valorizzazione di una limitata zona del territorio urbano ed extraurbano”.  
 
E', altresì, necessario che sussista un rapporto di stretta inerenza tra le esenzioni e/o le riduzioni di tributi che il comune può deliberare e le attività di cura e valorizzazione del territorio sopra indicate che i cittadini possono realizzare.  
 
La disposizione, inoltre, prevede che l'esenzione dal pagamento dei tributi locali può essere concessa per un periodo limitato e definito di tempo, per tributi specifici e per tipologie di attività individuate dai comuni in ragione dell'esercizio sussidiario dell'attività posta in essere.  
 
Da ultimo, è previsto che le agevolazioni fiscali sono concesse “prioritariamente” a comunità di cittadini costituite in forme associative stabili e giuridicamente riconosciute. Sul punto la Corte precisa che anche cittadini singoli possono presentare progetti relativi ad interventi di cura e valorizzazione del territorio cui possono conseguire benefici collegati ad agevolazioni tributarie. 
 
In considerazione dell'importanza e delicatezza dell'argomento trattato, sarà cura della redazione segnalare ulteriori deliberazioni che verranno assunte da altre Sezioni Regionali della Corte dei Conti sull'istituto del baratto amministrativo.
 
Ritengo comunque che in questo caso non possa che concludersi con "Piove sempre sul bagnato"!
 
Enrico Michetti

 

La Direzione

(31 marzo 2016)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

4 giugno 2014
Economia | Presentato il rapporto 2014 della Corte dei Conti sulla finanza pubblica. Pesa la pressione fiscale sull'economia del Paese. Oltre 50 miliardi di euro all'anno il sommerso.

 
 
Condividi la notizia

18 luglio 2015
Giustizia contabile | Punita una società ed il suo 'dominus occulto' per il mancato versamento nelle casse comunali dei tributi riscossi. Condannati anche gli amministratori di diritto.

 
 
Condividi la notizia

22 ottobre 2014
Ministero dell'Economia | A seguito delle disastrose alluvioni che si sono susseguite nel Centro - Nord Italia tra il 10 ed il 14 ottobre, il MEF ha disposto la sospensione degli adempimenti tributari.

 
 
Condividi la notizia

2 gennaio 2015
Contabilità Enti Locali | Il parere della Corte dei Conti del 29 dicembre sulla sanatoria e sui conseguenti limiti dell'accertata e dimostrata utilità ed arricchimento per l'ente.

 
 
Condividi la notizia

15 aprile 2016
Opportunità | Tre sessioni annuali presso la sede in Lussemburgo, da febbraio a settembre, destinati a giovani laureati. Candidature dal 1 maggio al 1 settembre 2016.

 
 
Condividi la notizia

3 novembre 2014
Danno erariale | Il caporal maggiore disertava e truffava l'Amministrazione. I certificati medici lo incastrano.

 
 
Condividi la notizia

13 ottobre 2014
Responsabilità erariale | L'esercizio dell'azione di danno erariale tra ipotesi e "notizie di danno”".

 
 
Condividi la notizia

11 agosto 2016
Riforma | Approvato dal Consiglio dei Ministri il decreto legislativo. Le novità in sintesi.

 
 
Condividi la notizia

2 luglio 2016
Legittimità e regolarità | Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la Delibera delle Sezioni Riunite.

 
 
Condividi la notizia

18 giugno 2014
Pagamento debiti P.A. | Plafond di 1,8 miliardi per far fronte al pagamento dei debiti rispetto ai 1,34 miliardi richiesti dai Comuni.

 
 
Condividi la notizia

17 maggio 2014
Spese elettorali | Termini e sanzioni per la rendicontazione chiariti dalla Sezione Autonomie della Corte dei Conti.

 
 
Condividi la notizia

10 aprile 2014
Istituto Luce | La veste giuridica di S.r.l. non basta ad evitare la sottoposizione a controllo del giudice contabile se la gestione della società grava sul bilancio dello Stato

 
 
Condividi la notizia

5 giugno 2014
Danno erariale | La Corte dei conti chiarisce la vicenda.

 
 
Condividi la notizia

17 ottobre 2014
Danno erariale | Una condotta gravemente colposa nell'utilizzo delle risorse finanziare per la collettività.

 
 
Condividi la notizia

11 agosto 2015
Conflitto di interessi | Non sempre risparmiare sull'avvocato giova.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.