Condividi la notizia

Quote di genere

Società pubbliche: le donne aumentano del 12,6% in tre anni

Forte decremento delle posizioni ricoperte dagli uomini negli organi collegiali, accompagnato da un incremento delle nomine di uomini come Amministratori Unici.

A conclusione della stagione dei rinnovi degli organi sociali dell’anno 2017, il Dipartimeto per le pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha pubblicato i dati aggiornati a fine settembre relativi alla composizione di  genere degli organi di amministrazione e controllo delle società controllate da Pubbliche Amministrazioni e al monitoraggio del Dipartimento per le pari opportunità sull’applicazione del DPR 251/2012. 

I dati consentono di svolgere alcune considerazioni in merito all’efficacia sia della normativa che dell’attività di monitoraggio sull’applicazione della stessa.

In particolare, per quanto riguarda l’attività di monitoraggio svolta a partire dalla entrata in vigore del D.P.R. n. 251/2012, ossia dal 12 febbraio 2013, fino al 6 ottobre 2017, il Dipartimento per le pari opportunità, complessivamente, in applicazione di un apposito Piano di vigilanza, nonché a seguito delle segnalazioni ricevute, ha avviato 331 procedimenti amministrativi (di cui 15 attualmente in corso) nei confronti di altrettante società ricadenti nell’ambito di applicazione della normativa, la cui composizione dei consigli di amministrazione e/o collegi sindacali non risultava conforme al principio dell’equilibrio di genere e, pertanto, in contrasto con le prescrizioni del D.P.R. n. 251/2012.

Si evidenzia che le società nei confronti delle quali sono stati avviati i procedimenti per violazione della normativa in questione hanno mostrato un elevato livello di reattività.

Complessivamente, infatti, più della metà dei procedimenti avviati (178) si sono conclusi prima dell’emanazione del secondo provvedimento di diffida da parte dell’Autorità politica delegata per le Pari Opportunità: in 62 casi l’adeguamento delle società alle prescrizioni del D.P.R. n. 251/2012 è avvenuto prima del primo provvedimento di diffida, e in 116 casi prima del secondo provvedimento di diffida . Risulta residuale il numero delle società che non hanno dato seguito ai provvedimenti di diffida diretti nei loro confronti. Infatti, soltanto in 11 casi si è verificata la decadenza dell’organo la cui composizione non rispettava l’equilibrio di genere, decadenza espressamente prevista dall’articolo 4, comma 5, del D.P.R. n. 251/2012 quale effetto della scadenza del termine per l’adeguamento fissato nel secondo provvedimento di diffida.

 Per quanto riguarda la composizione per genere degli organi collegiali delle società controllate dalle pubbliche amministrazioni, in base ai dati elaborati mensilmente dalla società Cerved Group per il Dipartimento per le pari opportunità, emerge chiaramente che la percentuale delle donne che ricoprono ruoli di vertice è sensibilmente aumentata in Italia nel quadriennio 2013-2017.

        A settembre 2017, ossia a metà del complessivo periodo di applicazione del D.P.R. n. 251/2012, le donne rappresentano il 30,9% - quasi un terzo - dei componenti degli organi di amministrazione e controllo delle società pubbliche non quotate, facendo registrare rispetto ad aprile 2014 (prima acquisizione di dati CERVED) un incremento di 12,6 punti percentuali (da 18,3 a 30,9). In questo intervallo di tempo, le posizioni femminili sono aumentate di 660 unità, a fronte di una significativa diminuzione del numero di consiglieri di genere maschile.

       Il dato risulta particolarmente significativo poiché l’incremento delle cariche femminili si è realizzato, tra l’altro, parallelamente al processo di forte riduzione del numero delle società controllate da pubbliche amministrazioni  rientranti nel perimetro di applicazione del D.P.R. n. 251/2012 determinatosi  anche in relazione all’entrata in vigore del  decreto legislativo 19 agosto 2016, n. 175 (Testo unico in materia di società a partecipazione pubblica). Il numero delle società pubbliche  ha subito negli ultimi tre anni un decremento del 20% - portandosi ad oggi a circa 3100, rispetto alle quasi 4000 che si contavano nel 2014 – ed il numero dei componenti di genere maschile dei loro organi collegiali di direzione e controllo è diminuito di quasi 8000 unità.

        Il forte decremento delle posizioni ricoperte dagli uomini negli organi collegiali delle società controllate dalle pubbliche amministrazioni  è stato però accompagnato da un incremento delle nomine di uomini come Amministratori Unici. Infatti, mentre il numero di donne che ricoprono questa carica è rimasto pressoché invariato dal 2014 (le donne risultano circa 100 sia all’inizio che alla fine del periodo di riferimento), ad oggi si contano 100 amministratori uomini in più rispetto al 2014.

         I due andamenti in senso opposto registrati nella rappresentazione di uomini e donne negli organi collegiali e monocratici possono essere interpretati in relazione agli effetti combinati del D.P.R. n. 251/2012 e del d.lgs. n. 175/2016. Le disposizioni di quest’ultimo, avendo previsto che “di norma” l’organo amministrativo delle società a controllo pubblico sia costituito da un amministratore unico, hanno, infatti, contribuito ad un forte aumento (da circa 29% nel 2014 a quasi 40% oggi) della proporzione delle società controllate dalle pubbliche amministrazioni dirette da un Amministratore Unico, che nel 92% dei casi risulta essere di genere maschile.

 

 

Diapositiva1.JPG

 

Diapositiva2.JPG

Diapositiva3.JPG

Diapositiva4.JPG

Diapositiva5.JPG

 Fonte: Dipartimeto per le pari opportunità, comunicato di venerdì 20 ottobre 2017

La Direzione

(22 ottobre 2017)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

14 ottobre 2014
Mondo del lavoro | Primo lavoro, retribuzione, sviluppi di carriera. La parità di genere in Italia è ancora molto lontana, lo mostra un report su 1000 laureati.

 
 
Condividi la notizia

25 luglio 2014
Comune di Assisi | Il Consiglio di Stato annulla le nomine di vice sindaco e assessori. Violata la parità di opportunità tra donne e uomini.

 
 
Condividi la notizia

6 luglio 2017
Equilibrio tra i sessi | 4.900 su 9.408 magistrati in organico, cioè il 52%. In minoranza alla guida degli uffici giudiziari.

 
 
Condividi la notizia

16 aprile 2016
Previdenza | Emanata la circolare INPS n. 65/2016 per benefici alle donne vittime di violenze

 
 
Condividi la notizia

26 agosto 2014
Lavoro femminile | I dati emersi dalla ricerca di Unioncamere sul tasso di femminilizzazione delle aziende.

 
 
Condividi la notizia

17 dicembre 2014
Agenzia per l'Italia Digitale | Il Progetto WWWx30 consentirà a 30 donne disoccupate di studiare da community manager. Scadenza 15 gennaio 2015.

 
 
Condividi la notizia

30 luglio 2014
Istat | Più della metà delle donne percepisce meno di mille euro. Il numero degli uomini con più di 5mila euro di pensione mensile è cinque volte quello delle donne. Disuguaglianze più accentuate al nord.

 
 
Condividi la notizia

15 maggio 2014
Camera dei Deputati | Nuove norme per contratti di apprendistato e a tempo determinato. Agevolazioni e precedenza per disoccupati e donne in maternità.

 
 
Condividi la notizia

9 agosto 2014
UNA STRAGE INFINITA | A 24 ore dalla presentazione dei dati su stalking e femminicidio che danno i reati contro le donne in calo, due tragedie famigliari.

 
 
Condividi la notizia

7 marzo 2016
MIBACT | Saranno organizzate visite, eventi e manifestazioni a tema nei luoghi della cultura statali per sottolineare il rilievo di questa giornata dedicata ai diritti delle donne.

 
 
Condividi la notizia

7 marzo 2017
MIBACT | In occasione della giornata internazionale della donna verrà inoltre celebrato attraverso i vari social il mondo femminile con una galleria di immagini di donne che hanno fatto la storia.

 
 
Condividi la notizia

5 maggio 2014
Enti Locali | Incendio dell'auto e dell'abitazione, lettera con minacce, proiettili recapitati, bombe carta e molotov queste ed altre le intimidazioni a sindaci e funzionari pubblici.

 
 
Condividi la notizia

7 maggio 2016
Servizio sanitario nazionale | Il Parere 5 maggio 2016, n. 1113 reso dalla Commissione speciale sullo schema di decreto legislativo.

 
 
Condividi la notizia

12 giugno 2014
Attività Dicasteri | Pubblicato dal Ministero del Lavoro il Rapporto annuale 2014 sulle CO comunicazioni obbligatorie - le dinamiche del mercato del lavoro dipendente e parasubordinato.

 
 
Condividi la notizia

11 settembre 2014
Andamenti economici | Il Ministero del Welfare ha pubblicato i dati del secondo trimestre 2014 sull'andamento del mercato del lavoro.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 Tweet dalla P.A.
 
CORTE
COSTITUZIONALE
 
CORTE DI GIUSTIZIA DELL'UNIONE EUROPEA
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.