Condividi la notizia

Corte Costituzionale

Invalidi civili totali: la legge non assicura i "mezzi necessari per vivere"

285,66 euro mensili, previsti dalla legge per le persone totalmente inabili al lavoro per effetto di gravi disabilità, non sono sufficienti.

285,66 euro mensili, previsti dalla legge per le persone totalmente inabili al lavoro per effetto di gravi disabilità, non sono sufficienti a soddisfare i bisogni primari della vita. È perciò violato il diritto al mantenimento che la Costituzione (articolo 38) garantisce agli inabili.

Lo ha stabilito la Corte costituzionale nella camera di consiglio svoltasi ieri, 23 giugno 2020, esaminando una questione di legittimità costituzionale sollevata dalla Corte d’appello di Torino.

In attesa del deposito della sentenza, previsto nelle prossime settimane, l’Ufficio stampa della Corte fa sapere quanto segue.

Il caso che ha dato origine alla presente decisione riguarda una persona affetta da tetraplegia spastica neonatale, incapace di svolgere i più elementari atti quotidiani della vita e di comunicare con l’esterno.

La Corte ha ritenuto che un assegno mensile di soli 285,66 euro sia manifestamente inadeguato a garantire a persone totalmente inabili al lavoro i “mezzi necessari per vivere” e perciò violi il diritto riconosciuto dall’articolo 38 della Costituzione, secondo cui “ogni cittadino inabile al lavoro e sprovvisto di mezzi necessari per vivere ha diritto al mantenimento e all’assistenza sociale”.

È stato quindi affermato che il cosiddetto “incremento al milione” (pari a 516,46 euro) da tempo riconosciuto, per vari trattamenti pensionistici, dall’articolo 38 della legge n. 448 del 2011, debba essere assicurato agli invalidi civili totali, di cui parla l’articolo 12, primo comma, della legge 118 del 1971, senza attendere il raggiungimento del sessantesimo anno di età, attualmente previsto dalla legge. Conseguentemente, questo incremento dovrà d’ora in poi essere erogato a tutti gli invalidi civili totali che abbiano compiuto i 18 anni e che non godano, in particolare, di redditi su base annua pari o superiori a 6.713,98 euro.

La Corte ha stabilito che la propria pronuncia non avrà effetto retroattivo e dovrà applicarsi soltanto per il futuro, a partire dal giorno successivo alla pubblicazione della sentenza sulla Gazzetta Ufficiale.

Resta ferma la possibilità per il legislatore di rimodulare la disciplina delle misure assistenziali vigenti, purché idonee a garantire agli invalidi civili totali l’effettività dei diritti loro riconosciuti dalla Costituzione.

Roma, 24 giugno 2020

La Direzione

(24 giugno 2020)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

12 febbraio 2015
MEF | Le dichiarazioni del vice ministro all'Economia in relazione alla decisone della Consulta dell'11 febbraio 2015.

 
 
Condividi la notizia

25 giugno 2015
Previdenza | Pubblicata il provvedimento n. 125 del 25.6.2015 con le istruzioni operative sulle novità in materia di pensioni, ammortizzatori sociali e TFR di cui all'art. 1 del decreto legge 21 maggio 2015, n. 65.

 
 
Condividi la notizia

12 febbraio 2015
Concorso pubblico | I principi sanciti nella sentenza n. 7/2015.

 
 
Condividi la notizia

21 settembre 2014
Corte dei conti | Le storie di falsi invalidi, falsi infermi di mente sono all'ordine del giorno. C'è una novità: ora il copione lo recitano uomini in divisa.

 
 
Condividi la notizia

23 aprile 2015
Agenzia delle Entrate | Le precisazioni del Fisco in risposta alla stampa sulle conseguenze derivanti dalla sentenza della Corte Costituzionale.

 
 
Condividi la notizia

24 settembre 2015
Il dialogo tra Corti | La Corte Costituzionale italiana frena sull'automatico ingresso dei principi della Cedu nel nostro ordinamento.

 
 
Condividi la notizia

30 aprile 2015
Cooperazione | Circolare esplicativa del Ministero del Lavoro sulla sentenza Corte Costituzionale n.51/2015 sui minimi retributivi.

 
 
Condividi la notizia

19 maggio 2015
Consiglio dei Ministri | Dopo la sentenza della Corte Costituzionale n.70/2015, approvato il decreto legge a vantaggio di una platea di 3,7 milioni di pensionati.

 
 
Condividi la notizia

2 novembre 2014
Parlamento in seduta comune | Resta in dubbio l'atteggiamento del Movimento 5 Stelle, al quale e' stato proposto di esprimere la candidatura per il Consiglio Superiore della Magistratura.

 
 
Condividi la notizia

2 marzo 2018
Consulta | È incostituzionale il quinto comma dell’articolo 656 del Codice di procedura penale.

 
 
Condividi la notizia

9 giugno 2016
Fondo sperimentale riequilibrio | In accoglimento di un'ordinanza di rimessione del Tar Lazio, la Corte Costituzionale dichiara l'illegittimità con la sentenza n. 129 del 6 giugno 2016.

 
 
Condividi la notizia

28 maggio 2015
Diritti dell'uomo | La condanna per concorso esterno in associazione mafiosa viola l'art. 7 della Convenzione.

 
 
Condividi la notizia

17 dicembre 2015
Fiscalità | L'art. 23 della Costituzione stabilisce che "nessuna prestazione personale o patrimoniale può essere imposta se non in base alla legge". L'esenzione dipende dall'Elenco Istat "frutto di discrezionalità dell'amministrazione che redige l'elenco..". Nell'articolo il testo integrale dell'ordinanza.

 
 
Condividi la notizia

15 novembre 2015
Lavoro | Il caso riguarda la risoluzione di un contratto, in seguito al rifiuto da parte del lavoratore di acconsentire a una modifica unilaterale e sostanziale, a suo svantaggio.

 
 
Condividi la notizia

29 marzo 2015
Province e città metropolitane | Bocciati i ricorsi delle Regioni. Assicurato il principio di leale collaborazione da parte dello Stato. Nessuna violazione delle competenze regionali. La sentenza della Corte Costituzionale n. 50 del 26.3.2015.

 
 

Ascolta "La Pulce e il Prof"

 
Il diritto divulgato nella maniera più semplice possibile
 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.