Condividi la notizia

Riforma della Scuola

Giannini: "aboliremo l'attuale sistema delle supplenze"

Il Ministro Stefania Giannini (nella foto) ha annunciato una "rivoluzione" che dovrebbe portare alla stabilizzazione di 100.000 precari.

Sarà perché quest’anno il Meeting di Rimini di “Comunione e Liberazione” non aveva ancora occupato molto spazio sui media per l’assenza del Premier Renzi; sta di fatto che ieri l’attenzione è stata attirata dal Ministro per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca Stefania Giannini, che grazie a poche frasi ben calibrate si è “guadagnata” grande spazio sui quotidiani. Ne dà notizia, in particolare, “Il Fatto Quotidiano”, con un articolo di redazione.

La notizia “bomba”, se proprio la vogliamo chiamare così, è la presunta “abolizione delle supplenze”, argomento che non era stato inserito tra i “capisaldi” della riforma della Scuola annunciata da Renzi; e per la verità è normale che il Premier non si sia occupato di questo aspetto, che non ha certo niente a che vedere con i “principi rivoluzionari della riforma”, dettati in risposta a quel “vi stupirò”, che aveva tanto incuriosito astanti e lettori.

Ieri a Rimini Stefania Giannini, la “glottologa prestata alla politica”, ha sorpreso tutti annunciando di voler abolire l’attuale sistema delle supplenze nella Scuola. Non ha aggiunto molti particolari, ma dalle sue poche altre parole in merito è facile capire che il punto centrale del suo ragionamento è “la differenza tra organico di diritto ed organico di fatto”.

L’organico “di diritto” è quello che viene fornito ogni anno agli Istituti, semplicemente sulla base delle classi previste e del numero degli studenti. Quello “di fatto” -e lo dice lo stesso nome- è quello che viene concretamente posto in essere durante i mesi dell’anno per consentire il funzionamento delle varie scuole.

Secondo il Ministro Giannini, bisognerebbe passare a quello che ha definito “organico funzionale”, vale a dire un elenco  di insegnanti da assegnare agli Istituti scolastici per far fronte a tutte le necessità (ordinarie, ma anche quelle non programmate all’inizio) nel corso dell’anno, senza dover essere costretti -come succede quasi sempre- ad interventi di “emergenza” per coprire i “buchi” nelle varie cattedre.

Questa soluzione potrebbe garantire certamente più autonomia agli Istituti, ma bisognerebbe ricorrere ad assunzioni (secondo “il Fatto Quotidiano” fino a 100.000) al momento difficili da attuare “concretamente”; perché i concorsi vanno autorizzati e, comunque, negli ultimi decenni, a parte la lentezza, non hanno mai risolto compiutamente il problema. Senza contare, naturalmente, la questione della copertura finanziaria, che con i tempi che corrono è sempre “il problema dei problemi”.

Ad ogni buon conto, secondo le linee -molto generiche- tracciate dal Ministro, l’idea sarebbe quella di “stabilizzare “ i c.d. precari delle “graduatorie ad esaurimento” (GaE), che si vedono ogni anno rinnovare la cattedra, che sarebbe invece assegnata a tempo indeterminato, per coprire i “posti vacanti”.

Resterebbe da capire se, nell’annunciata “rivoluzione” del Ministro Giannini, che ha parlato di “abolizione delle supplenze”, troverebbero ancora posto “gli incarichi temporanei”, le c.d. “supplenze brevi”, assegnate con le “graduatori d’Istituto”, che riguardano quasi mezzo milione di insegnati in tutto il territorio nazionale.

Ma per questo occorrerà attendere di leggere il contenuto complessivo della riforma della Scuola annunciata dal Presidente del Consiglio; tenuto conto che, comunque, mancano pochi giorni all’inizio dell’ano scolastico e per eventuali cambiamenti bisognerà attendere ancora un po’.

Quanto all’intervento del Ministro Giannini al Meeting di Rimini, nel quale la studiosa della scienza del linguaggio ha offerto sottili distinzioni tra organico “di diritto”, “di fatto” e “funzionale”; alla fine -come al solito, peraltro- temiamo che a dire la parola fine non saranno le “sottili distinzioni linguistiche”, quanto i “conti” noiosi, ma puntuali, che farà il Ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, per stabilire se si potrà effettivamente procedere con questa specie di “rivoluzione”, che dovrebbe portare alla stabilizzazione di quasi centomila “insegnanti precari”.

 

Moreno Morando

(26 agosto 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

26 novembre 2014
Corte di giustizia UE | Per la Corte di giustizia UE "la normativa italiana sui contratti di lavoro a tempo determinato nel settore della scuola è contraria al diritto dell’Unione".

 
 
Condividi la notizia

23 dicembre 2015
Miur | I Ministri Giannini e Padoan stanziano i fondi necessari per il completamento dei pagamenti.

 
 
Condividi la notizia

28 agosto 2014
Consiglio dei Ministri | Il Premier portera' domani all'attenzione del CdM una serie di riforme per la cui attuazione ci sarebbero problemi di copertura finanziaria.

 
 
Condividi la notizia

12 dicembre 2014
Senato della Repubblica | Il Servizio studi del Senato ha pubblicato una Nota sulla sentenza della Corte di Giustizia del 26 novembre 2014 sulla successione dei contratti di lavoro a tempo determinato per il personale docente e ATA della scuola.

 
 
Condividi la notizia

28 agosto 2014
Scuola | Si parla di "rischio ingolfamento", essendoci gia' la Giustizia e lo "sblocca Italia" all'ordine del giorno. Piu' probabile che ci siano problemi di copertura

 
 
Condividi la notizia

3 settembre 2014
La buona scuola di Renzi | Sul sito “Passo dopo passo” le linee guida per la scuola. Basta liste di attesa, accesso solo per concorso e stop alle supplenze.

 
 
Condividi la notizia

30 luglio 2016
Miur | Il monitoraggio prevede 3 schede: la prima sulle modalità di costituzione dei Comitati di valutazione; la seconda sulla definizione dei criteri per la valorizzazione del merito; la terza sulle modalità di distribuzione del cosiddetto bonus.

 
 
Condividi la notizia

1 settembre 2014
Attivita' di Governo | I cittadini potranno seguire su un sito i progressi delle riforme varate e di quelle future, in linea con il suo nuovo slogan del "passo dopo passo".

 
 
Condividi la notizia

15 gennaio 2017
Consiglio dei Ministri | Le novità in sintesi.

 
 
Condividi la notizia

22 gennaio 2015
Fiscalità Locale | Caos generale e caos anche al TAR che rinvia all'udienza di merito.

 
 
Condividi la notizia

27 novembre 2014
Bruxelles | Pubblicato il primo rapporto sui progressi compiuti nelle riforme dall'Italia nella correzione degli squilibri macroeconomici.

 
 
Condividi la notizia

27 agosto 2014
Scuola | Sarà con tutta probabilità annunciato venerdì il piano di nuove assunzioni nella scuola. Dopo le dichiarazioni del ministro Giannini prosegue l'operazione di rilancio della scuola. Dubbi sulla reperibilità dei fondi.

 
 
Condividi la notizia

27 maggio 2014
Europee | "L'Italia ha tutte le condizioni per cambiare" ha affermato il Premier, ma il cambiamento passa per una "accelerazione delle riforme" per essere credibili in Europa.

 
 
Condividi la notizia

16 marzo 2016
MIUR | Pubblicate le linee guida per l'utilizzo didattico delle attività teatrali per l'anno scolastico 2016/2017 a seguito della riforma "la Buona Scuola".

 
 
Condividi la notizia

16 ottobre 2014
Formazione e Lavoro | Al via la sperimentazione sull'apprendimento scuola-lavoro. Assunzione di 145 giovani. Gli studenti lavoratori percepiranno, oltre la formazione, una indennità di circa 440 euro.

 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.