Condividi la notizia

Europee

Renzi: è il momento di accelerare sulle riforme

"L'Italia ha tutte le condizioni per cambiare" ha affermato il Premier, ma il cambiamento passa per una "accelerazione delle riforme" per essere credibili in Europa.

Dopo la vittoria schiacciante del PD alle Europee, con un inaspettato 40,8% coinciso col tracollo di Forza Italia e il ridimensionamento del M5S, Matteo Renzi, in conferenza stampa a Palazzo Chigi, parla di riforme non più prorogabili. "l'Italia c'è - ha affermato il Presidente del Consiglio - e ha tutte le condizioni per cambiare, e per invitare l'Europa a cambiare".

Intervistato poi in serata a Porta a Porta dice: "Quest'Europa non ha convinto. Ma se cambierà le sue politiche di rigore e se si aprirà alla crescita potremo fare un'operazione keynesiana straordinaria in cinque anni: più di 150 miliardi di euro". Quanto alle possibili reazioni tedesche Renzi precisa: "Sono assolutamente convinto che in tutte le istituzioni europee sia molto forte la consapevolezza che ora bisogna cambiare", ha spiegato Renzi, "l'Italia andrà dalla Merkel a mostrare le riforme. Solo così siamo credibili, perché loro le riforme le hanno fatte".

Il premier si è poi concentrato sul merito delle riforme: "Su quella del Senato siamo a un passo dalla soluzione: la commissione ha finito il termine per gli emendamenti e da questa settimana bisogna rimettersi subito in moto e correre. Bisogna superare il bicameralismo perfetto". E incalza: "Messaggio ricevuto: ora è il momento di accelerare su tutto, da questa settimana bisogna rimettersi subito in moto e correre."

La priorità per Renzi resta comunque il rilancio dell'occupazione. La riforma del lavoro "va accelerata", aggiunge Renzi, con l'approvazione del ddl delega perché "su questo punto giochiamo larga parte della nostra credibilità internazionale". E chiude alla possibilità di elezioni anticipate in autunno.  A luglio infatti inizierà il semestre di presidenza italiana dell'Ue. Una opportunità che non può subire l'interferenza di una perenne campagna elettorale.  "Non abbiamo un problema di flessibilità, - ha aggiunto Renzi - ma di un'Europa che si preoccupi anche di salvare le famiglie e le persone. Non chiediamo di cambiare le regole, chiediamo di cambiare l'impostazione e l'approccio dell'Europa. E lo facciamo partendo dalle istituzioni, non dall'antipolitica o dal populismo. Le prossime settimane renderanno chiaro questo, perchè le discussioni sui vertici non dovranno essere impostate sui nomi, ma su che cosa vogliamo far fare al Parlamento, alla Commissione, al Consiglio, all'Europgruppo".

Francesco Colafemmina

(27 maggio 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

26 giugno 2014
Vertice UE | Prima dell'incontro ufficiale dei Capi di Stato e di Governo dell'Unione Europea in corso in Belgio, si sono confrontati con asprezza il leader italiano e quello tedesco, portatori di due idee diverse di Europa

 
 
Condividi la notizia

29 aprile 2014
Lotta all'evasione | Per coprire il bonus di 80 euro previsto dal decreto Renzi il governo elabora un piano di recupero di 2 miliardi di euro dal contrasto dell'evasione fiscale

 
 
Condividi la notizia

23 giugno 2014
Unione Europea in tempi di cambiamento | Il Governo Renzi ha consegnato un documento indicando le sue priorita' al Presidente del Consiglio Europeo Herman Van Rompuy, che sta preparando il "programma" della nuova Commissione UE

 
 
Condividi la notizia

18 luglio 2014
Governo | Riforme a rilento per il Governo a causa del cosiddetto ingorgo parlamentare. Per convertire in legge i decreti serve più tempo e il rimpallo fra commissioni e aula, con innumerevoli emendamenti presentati rischia di rallentare la spinta riformista.

 
 
Condividi la notizia

1 giugno 2014
Welfare in Europa | Il disegno di legge predisposto dal ministro dell'Interno e da quello degli Affari Sociali del Governo tedesco vuole impedire il c.d. "turismo del welfare".

 
 
Condividi la notizia

27 giugno 2014
UE: via libera a Juncker | Chiarimento tra il Premier italiano ed Angela Merkel dopo il duro confronto del primo giorno di vertice. Juncker designato a maggioranza alla Presidenza della Commissione Europea, con il voto contrario del britannico David Cameron.

 
 
Condividi la notizia

27 maggio 2014
Economia | Stabilità e fiducia nell'operato del Governo Renzi emerse dal voto delle Europee rilanciano i mercati. Lo spread cala e vola la borsa di Milano

 
 
Condividi la notizia

2 ottobre 2014
Il Premier in aiuto di Hollande | In visita a Londra (nella foto con il Primo Ministro Britannico Cameron), dichiara di rispettare la decisione francese di sforare il tetto del 3% tra deficit e pil

 
 
Condividi la notizia

18 maggio 2014
L'Arena di Rai Uno | Il premier sul caso Expo e la replica a Cantone: "Avrà poteri particolari, ma non di revoca".

 
 
Condividi la notizia

29 giugno 2014
Riforme e semestre UE | Martedi' comincia il semestre UE a presidenza italiana, ma il Premier sara' particolarmente impegnato anche sul fronte interno. Da segnalare, intanto, il pesante attacco di Eugenio Scalfari al Presidente del Consiglio, accusato di non aver sostenuto la candidatura di Enrico Letta alla Presidenza del Consiglio Europeo.

 
 
Condividi la notizia

2 maggio 2014
Renzi | In una lettera pubblicata dal quotidiano Europa, il premier Matteo Renzi spiega le ragioni per cui bisognerebbe "scrollarsi di dosso la rassegnazione".

 
 
Condividi la notizia

4 agosto 2014
Nuove Tasse | Intervistato da Repubblica Renzi nega la necessità di una manovra correttiva e soprattutto l'ipotesi di un innalzamento dell'imposizione fiscale.

 
 
Condividi la notizia

1 agosto 2014
Riforme | Nel suo intervento alla Direzione del PD Matteo Renzi ha stigmatizzato il comportamento dei senatori che hanno "messo sotto" il Governo a scrutinio segreto

 
 
Condividi la notizia

20 agosto 2014
Blocco dei contratti nel pubblico impiego | I segretari generali chiedono un'immediata smentita alle voci di proroga del blocco degli stipendi per altri 2 anni.

 
 
Condividi la notizia

26 giugno 2014
Giustizia | La riforma della Giustizia approderà il 30 giugno in CDM. Attese nuove norme sulle intercettazioni, riforma del CSM, reintroduzione del reato di falso in bilancio. Le opposizioni affilano le lame.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.