Condividi la notizia

Scuola

100.000 nuove assunzioni a partire dal 2015: la riforma shock della scuola nell'era Renzi

Sarà con tutta probabilità annunciato venerdì il piano di nuove assunzioni nella scuola. Dopo le dichiarazioni del ministro Giannini prosegue l'operazione di rilancio della scuola. Dubbi sulla reperibilità dei fondi.

L'ingresso dei capitali privati nella scuola pubblica bloccato finora da "pregiudizi ideologici". La "cura definitiva della piaga del precariato". Il ricorso alle supplenze, "agente patogeno del sistema scolastico, batterio da estirpare". Il rapporto tra istruzione professionale e lavoro secondo il modello tedesco "che funziona bene da trent'anni". Gli insegnanti da valutare in base al merito e non solo secondo il criterio dell'anzianità. L'introduzione di scatti di reddito sulla base dell'aggiornamento della loro attività professionale. Sono queste alcune delle novità annunciate ieri dal ministro Giannini in merito alla riforma dell'istruzione.

Il governo è intenzionato anzitutto a legare gli stipendi degli insegnanti ad una qualche forma di merito. Ma non è ancora chiaro il meccanismo che potrà essere proposto. Si pensa piuttosto al tema dell'aggiornamento, come base oggettiva di valutazione dei docenti. Se fino ad oggi si è aggiornato soltanto chi lo ha voluto fare in futuro, l'aggiornamento professionale potrebbe diventare obbligatorio e lo stipendio potrebbe salire o scendere in base alla misurazione di quanto il docente riesce a migliorare i risultati degli alunni. 

C'è poi la questione dei supplenti. Eliminare le supplenze garantendo nuove assunzioni non sarà un processo indolore. Sono 100.000 i precari che potrebbero aspirare ad essere stabilizzati. Mentre non si sa quale fine farebbero gli oltre 450.000 cd "supplenti d'istituto".

Sarà messa mano anche ai programmi con l'obiettivo di "modernizzarli" per tutto il percorso scolastico, dall'elementare al superiore. Insomma, saranno con tutta probabilità riesumate le "I" di Informatica e Inglese tanto care a Berlusconi. Ma il ministro Giannini non si ferma qui. L'ingresso dei privati nella scuola, sul modello americano, è tra gli obiettivi del governo. Un processo che potrebbe essere esiziale per la struttura della scuola italiana, paventato da numerose associazioni di categoria e dai sindacati. 

Il punto forte della riforma potrà invece essere annunciato già venerdì prossimo e riguarda l'assunzione di 100.000 precari a partire dal 1 settembre 2015. Una operazione fortemente voluta da Renzi per il quale la scuola è una delle priorità. C'è però il timore che le risorse per questa operazione non ci siano. Si parla di 1,5 miliardi di euro. I fondi dovrebbero arrivare dalla spending review, ma c'è il timore che questa operazione faccia parte delle misure definite sulla base di futuri tagli denunciate dal commissario Cottarelli come un incremento indiscriminato della spesa. 

Da ultimo si segnala che le associazioni sindacali di settore e le rappresentanze studentesche hanno già espresso forti perplessità sui contenuti della riforma.

Francesco Colafemmina

(27 agosto 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

1 agosto 2014
Spending Review | Dopo lo sfogo di Cottarelli che denunciava spese non controbilanciate da reali risparmi il premier Renzi chiarisce che la spending review si farà anche senza il commissario.

 
 
Condividi la notizia

8 settembre 2014
economia | Cottarelli: "La revisione della spesa non è una maratona, piuttosto una staffetta da percorrere in 1000 giorni per giungere a 20 miliardi di tagli. Necessario introdurre sanzioni."

 
 
Condividi la notizia

14 maggio 2014
Ballarò | La spending review applicata alla RAI? Un modo per amplificare la concorrenza di Mediaset per Floris, un atto di equità secondo Renzi.

 
 
Condividi la notizia

10 settembre 2014
Consiglio dei ministri | Via libera del Governo all'’assunzione di insegnanti e di personale ausiliari a tempo indeterminato.

 
 
Condividi la notizia

27 agosto 2014
Spending review | Il Commissario alla spending review Carlo Cottarelli ha pubblicato i dati relativi alla verifica sui bilanci del 2012.

 
 
Condividi la notizia

26 agosto 2014
Riforma della Scuola | Il Ministro Stefania Giannini (nella foto) ha annunciato una "rivoluzione" che dovrebbe portare alla stabilizzazione di 100.000 precari.

 
 
Condividi la notizia

17 marzo 2016
MIUR | Firmato il decreto con i criteri di riparto. Giannini: "Cambiamento culturale importante"

 
 
Condividi la notizia

12 maggio 2015
Stipendi PA | Prende il via la sperimentazione che sarà a regime dall'anno scolastico 2015/2016.

 
 
Condividi la notizia

31 luglio 2014
Spending review | "Una situazione paradossale" così Cottarelli dal suo blog descrive le nuove spese decise sulla scorta di presunti futuri risparmi.

 
 
Condividi la notizia

15 settembre 2014
SCUOLA | L'invito del Premier a visitare gli istituti che si erano frequentati accolto dai ministri. La Giannini illustra la riforma: commissioni per la maturità formate da insegnanti interni, via la prima prova e al suo posto un saggio breve, strumenti per i presidi per scegliere la squadra. A Bergamo un 15enne precipita nel vuoto

 
 
Condividi la notizia

9 settembre 2014
Spending review | Il Premier ha riunito il Ministro dell'Economia Padoan ed il Commissario Cottarelli per mettere a punto il piano d'azione.

 
 
Condividi la notizia

26 novembre 2014
Corte di giustizia UE | Per la Corte di giustizia UE "la normativa italiana sui contratti di lavoro a tempo determinato nel settore della scuola è contraria al diritto dell’Unione".

 
 
Condividi la notizia

28 agosto 2014
Consiglio dei Ministri | Il Premier portera' domani all'attenzione del CdM una serie di riforme per la cui attuazione ci sarebbero problemi di copertura finanziaria.

 
 
Condividi la notizia

28 luglio 2015
Occupazione | Dal 28 luglio giornata per il click day. Scadenza 14 agosto. Stabilizzazione di oltre 55.000 professori, di cui 6.446 insegnanti di sostegno.

 
 
Condividi la notizia

24 luglio 2016
Miur | Sono previste due fasi nelle operazioni, la prima a cura dei dirigenti scolastici, la seconda a cura degli Uffici Regionali.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 Tweet dalla P.A.
 
CORTE
COSTITUZIONALE
 
CORTE DI GIUSTIZIA DELL'UNIONE EUROPEA
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.