Condividi la notizia

Ricarica delle Sigarette elettroniche

Senza chiusura di sicurezza scatta la sanzione penale

Gli obblighi di sicurezza dettati dal Ministero della Sanità sui liquidi di ricarica e la tutela penale

Il Ministero della Sanità torna nuovamente a trattare il caso della sicurezza delle sigarette elettroniche fornendo i criteri di classificazione che fanno scattare gli obblighi di sicurezza a tutela dei bambini.

In particolare con riguardo allo specifico caso dei liquidi di ricarica per le sigarette elettroniche contenenti nicotina, il Ministro evidenzia che attualmente, se la miscela è classificata ed etichettata secondo il D. lgs. n.65/03 (consentito fino al 1° giugno 2015), l'obbligo della chiusura di sicurezza scatta per concentrazioni pari o superiori all'1% 2 , mentre le avvertenze riconoscibili al tatto sono da applicarsi per concentrazioni pari o superiori allo 0.1%. In base al Regolamento CLP, di applicazione volontaria fino al 1° giugno 2015, l'obbligo di dotare i contenitori di miscele contenenti nicotina di chiusura di sicurezza scatta a concentrazioni inferiori cioè: pari o superiori allo 0,15%.

In tema di repressione degli illeciti relativi alle suddette chiusure di sicurezza, si osserva che per le miscele contenenti sostanze tossiche, come la nicotina in miscela con percentuale uguale o superiore all'1%, trova applicazione l'articolo 18, cc. 1 e 2, del citato D. lgs.n.65/03, che prevede tutela penale contro le violazioni delle disposizioni in tema d'imballaggio, con ammenda da euro 104 ad euro 5.165 e, nei casi di maggiore gravità, anche la pena dell'arresto fino a sei mesi. Nei casi di volontaria sottoposizione - e comunque dal 1° giugno 2015 - al Regolamento CLP delle miscele in prima immissione in commercio, (quindi con obbligo di chiusura di sicurezza per prodotti con percentuale di nicotina uguale o superiore al 0,15%), trova applicazione la normativa sanzionatoria a carico del fornitore, di cui all'articolo 8, c. 2 del D. Lgs. n.186/2011, che prevede che: “Salvo che il fatto costituisca reato, chiunque utilizza imballaggi contenenti una sostanza o una miscela pericolosa che non ottemperano ovvero ottemperano in modo errato o parziale alle prescrizioni previste dall'articolo 35, paragrafi 1 e 2, del regolamento è soggetto alla sanzione amministrativa pecuniaria del pagamento di una somma da 10.000 euro a 60.000 euro”.

Angelo Domini

(17 aprile 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e, se possibile, link a pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

1 maggio 2016
corte di Cassazione | L'applicabilita dell'art. 650 del codice penale. I principi sanciti nella sentenza n. 15993/2016.

 
 
Condividi la notizia

29 gennaio 2015
Corte di Cassazione | Se collocati all'esterno dei fabbricati è necessaria la segnalazione certificata di inizio di attività. Sanzione amministrativa solo se conformi alle previsioni degli interventi urbanistici, dei regolamenti edilizi e della disciplina urbanistica-edilizia in vigore.

 
 
Condividi la notizia

30 maggio 2014
Istituto superiore di sanità | Meno fumatori, ma più donne. Dimezzati i fumatori della sigaretta elettronica, raddoppiati quelli delle sigarette fatte a mano

 
 
Condividi la notizia

6 luglio 2016
Inps | Il nuovo quadro normativo illustrato nella circolare n. 121 del 5.7.2016. Le soglie di rilevanza per la sanzione penale.

 
 
Condividi la notizia

7 dicembre 2014
Antitrust | Pratiche commerciali scorrette nell'e-commerce, questa la motivazione con la quale l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha motivato l'irrogazione della sanzione.

 
 
Condividi la notizia

6 febbraio 2015
Servizi Pubblici | Sanzione pecuniaria da euro diecimila ad euro cinquantamila per ogni violazione, ma non in caso di subentro. La sentenza del TAR Lazio, Roma Sez. I Quater del 6 febbraio 2015.

 
 
Condividi la notizia

29 novembre 2015
Reati contro il patrimonio | I principi sanciti dalla Terza Sezione Penale della Corte di Cassazione nell'esportazione abusiva di beni culturali.

 
 
Condividi la notizia

28 dicembre 2014
Corte dei Conti | Niente lamenti di dolori, niente collare di Schanz. Dopo la condanna penale per diserzione e truffa militare arriva anche la condanna del Giudice contabile proprio alla Vigilia di Natale.

 
 
Condividi la notizia

19 maggio 2014
Pratiche commerciali scorrette | Tre aziende richiedevano alle microimprese il pagamento di un servizio in abbonamento non richiesto.

 
 
Condividi la notizia

2 febbraio 2015
Antitrust | L'operatore pubblicizzava una promozione a prezzi particolarmente vantaggiosi ma non rendeva evidente in maniera adeguata al consumatore le effettive condizioni e limitazioni dell’offerta.

 
 
Condividi la notizia

23 settembre 2015
Cassazione | La Suprema Corte ribadisce il principio secondo cui l'ente risponde anche in mancanza di condanna della persona fisica.

 
 
Condividi la notizia

3 maggio 2014
Riforma | Atti osceni, immigrazione clandestina, falsità in atti, danneggiamento e molti altri delitti diventeranno semplici illeciti amministrativi, in Gazzetta Ufficiale la legge per trasformare i reati in sanzioni e messa in prova degli imputati.

 
 
Condividi la notizia

28 febbraio 2016
Antitrust | Quattrocentomila euro di sanzione per comportamenti gravemente scorretti nelle vendite on line.

 
 
Condividi la notizia

21 maggio 2014
AGCOM | Evidente sovraesposizione del Presidente del Consiglio nel monitorato dal 5 aprile al 16 maggio. Ordine al Tg3 e a RAI news di riequilibrare l'informazione.

 
 
Condividi la notizia

26 gennaio 2015
Concorrenza | Atti di citazione in giudizio in sedi di Giudici di Pace senza il rispetto del Foro competente, ingenerando il convincimento che sia preferibile provvedere rapidamente al pagamento dell'importo richiesto piuttosto che esporsi a un contenzione giudiziario.

 
 
 
 
 
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 Tweet dalla P.A.
 
CORTE
COSTITUZIONALE
 
CORTE DI GIUSTIZIA DELL'UNIONE EUROPEA
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.