Condividi la notizia

Consiglio di Stato

La Federazione Italiana Pallacanestro discrimina gli atleti italiani formati all'estero

Bocciato il regolamento della F.I.P.. Tutela gli interessi economici delle società sportive che massimizzano i profitti vendendo giocatori formati nei propri vivai e presenta profili di incompatibilità costituzionale e comunitaria.

In primo grado, davanti al Tar, il giocatore di pallacanestro si era visto respingere il ricorso, nel quale richiedeva l’annullamento del provvedimento con cui il Segretario Generale della FIP gli aveva negato il tesseramento con lo status di “atleta di formazione italiana”. La Federazione Italiana Pallacanestro, per l’appunto, lo riteneva privo dei requisiti richiesti dall’art.11 bis del regolamento esecutivo – settore professionistico. Tale disposizione stabilisce che un atleta, per essere considerato “di formazione italiana” (indipendentemente dalla sua cittadinanza), deve essersi formato nei vivai italiani e aver partecipato a campionati giovanili della F.I.P. per almeno quattro stagioni sportive.

Nella vicenda in esame, il giocatore, cittadino italiano, era privo del requisito relativo alla formazione in quanto era stato costretto, per motivi familiari (collegati alla separazione dei genitori), a vivere e formarsi tecnicamente negli Stati Uniti.

Secondo quanto affermato dai giudici di primo grado, tale norma non determina alcuna discriminazione o limitazione della libera circolazione, né vieta la possibilità di giocare in Italia, di tesserarsi e di essere ingaggiato da una società. Pertanto, il limite derivante dall’obbligo regolamentare di assicurare la partecipazione ad ogni gara di un numero minimo di atleti formati in Italia riguarderebbe solo le società e non gli atleti. 

Il Consiglio di Stato, Sez. VI con sentenza n. 3037 del 17 giugno 2014 non ha condiviso nè le conclusioni cui era giunto il TAR nè le sopraggiunte argomentazioni difensive della Federazione Italiana Pallacanestro, che eccepivano la tardività dell’appello.

In quanto la posizione di vantaggio di chi si è formato in Italia, incide notevolmente anche sul piano economico di chi – come in questa vicenda – viene discriminato, solo perché si è tecnicamente formato all’estero. La discriminazione, a parere dei giudici d’appello, sembra evidente: da un lato tutela gli interessi economici delle società sportive, che massimizzano i profitti  vendendo giocatori formatisi nei propri vivai e dall’altro presenta profili di incompatibilità costituzionale e comunitaria. Infatti, si dà luogo ad una “discriminazione alla rovescia”: l’atleta italiano formatosi tecnicamente all’estero è penalizzato, senza giustificazione, rispetto all’atleta straniero formatosi tecnicamente in vivai nazionali. In questo modo, il cittadino italiano, solo perché costretto, per motivi contingenti, a vivere fuori dall’Italia vede diminuire le sue possibilità di accesso all’attività sportiva professionistica.

La disposizione regolamentare - aggiungono i giudici di Palazzo Spada - limita lo status di cittadino dell’Unione europea (art. 20 TFUE) oltre che i diritti fondamentali della Carta di Nizza, in quanto restringe: il diritto alla vita familiare; i diritti di circolazione e di soggiorno; il diritto di lavorare e stabilirsi in uno Stato membro.

Pertanto, l’appello è stato accolto e il provvedimento dello Federazione sul giovane cestita annullato.

Per approfondire e scaricare la sentenza clicca su Gazzetta Amministrativa.

Gianmarco Sadutto

(18 giugno 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

9 aprile 2015
Immigrazione e sport | Prende il via il concorso di integrazione sociale promosso dal CONI e dal Ministero del Lavoro. Scadenza 31 maggio 2015.

 
 
Condividi la notizia

9 luglio 2014
Caos rifiuti a Roma | L'autorità di garanzia per gli scioperi chiede spiegazioni all'AMA parlando di “lesione dei diritti fondamentali delle persone”. Marino, “Stanco della situazione”.

 
 
Condividi la notizia

26 maggio 2014
Gazzetta Ufficiale | Per far coincidere le iniziative programmate per il 9 e 10 giugno di celebrazione dei 100 anni di costituzione del Coni in via eccezionale la Giornata dello Sport e' stata posticipata all'8 giugno.

 
 
Condividi la notizia

5 agosto 2014
TAR LAZIO | Il giudice amministrativo dichiara inammissibile il ricorso dell'arbitro Pietro Crescenti e prende atto della rinuncia dell'arbitro Stefano Gadda. Difetto di giurisdizione, e' questione interna alla giustizia sportiva.

 
 
Condividi la notizia

2 novembre 2017
MIUR | Parte in ogni scuola di ordine e grado l'educazione al rispetto per favorire il superamento di pregiudizi e disuguaglianze.

 
 
Condividi la notizia

12 ottobre 2016
Palazzo Chigi | Il Presidente del Consiglio e il Presidente del CONI Malagò hanno presentato il piano.

 
 
Condividi la notizia

5 agosto 2014
Antisemitismo | Grave turbamento dell’'ordine pubblico, pericolo per la sicurezza nazionale e discriminazione per motivi religiosi.

 
 
Condividi la notizia

9 novembre 2017
Pubblica utilità | I finanziamenti sono destinati alla costruzione o al completamento di impianti sportivi che si trovano nelle aree periferiche delle città.

 
 
Condividi la notizia

8 gennaio 2018
MINISTRO PER LO SPORT | Sbloccati 100 mln per interventi di riqualificazione degli impianti sportivi

 
 
Condividi la notizia

17 settembre 2014
La nuova educazione fisica | Due ore di educazione fisica settimanali, un tutor sportivo all'interno della scuola e giochi sportivi in inverno ed a fine anno. Al via la nuova educazione fisica nelle scuole primarie.

 
 
Condividi la notizia

9 settembre 2014
Ministero della Salute | Lo ha chiarito il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, che ha firmato nei giorni scorsi le nuove Linee guida di indirizzo in materia di certificati medici.

 
 
Condividi la notizia

29 aprile 2015
INPS | La circolare n. 84/2015 sulle indicazioni operative per i ricorsi ex-ENPALS.

 
 
Condividi la notizia

7 maggio 2015
Agenzia delle Entrate | La Risoluzione n. 45/E fornisce istruzioni sugli obblighi riguardanti le associazioni sportive amatoriali.

 
 
Condividi la notizia

22 maggio 2015
Ministero degli Esteri | Il Ministro Gentiloni ed il Presidente del Coni Malagò hanno sottoscritto un programma di collaborazione.

 
 
Condividi la notizia

15 ottobre 2015
MIUR | La scadenza è fissata per il 19 ottobre. Il bando è rivolto alle scuole secondarie di primo e secondo grado.

 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.