Condividi la notizia

Corte di Cassazione

Il coniuge divorziato perde "per sempre" l'assegno se crea una nuova famiglia di fatto

Cambia la giurisprudenza. Importanti principi sanciti dalla Suprema Corte nella sentenza n. 6855/2015.

La formazione di una nuova famiglia di fatto da parte del coniuge divorziato determina la perdita definitiva dell'assegno divorzile. È questo il principio sancito dalla Corte di Cassazione Sez. I Civile nella sentenza del 3.4.2015 n. 6855.

La vicenda vede un ex marito che ha tentato inutilmente dinanzi ai giudici di merito di non far riconoscere alla propria ex moglie l'assegno di divorzio in quanto quest'ultima aveva creato uno vera e propria famiglia di fatto con un altro uomo, ma i giudici avevano ritenuto che la convivenza "more uxorio" rileva solo in quanto "incida sulla concreta e reale situazione" della donna risolvendosi in una condizione e fonte effettiva di reddito.
 
La Corte di Cassazione non è stata, invece, dello stesso avviso, avendo rilevato nella sentenza in esame che l'espressione "famiglia di fatto" non consiste solo nel convivere come coniugi, ma indica prima di tutto una "famiglia", portatrice di valori si stretta solidarietà di arricchimento e sviluppo della personalità di ogni componente e di educazione e di istruzione dei figli.
 
Ad avviso della Corte la convivenza si trasforma, quindi, in una vera e propria "famiglia di fatto" se  assume i connotati di stabilità e continuità ed i conviventi elaborino un progetto ed un modello di vita in comune analogo a quello del matrimonio con la conseguenza che mentre, quindi, un nuovo matrimonio fa cessare automaticamente il diritto del coniuge divorziato all'assegno, nel caso di "famiglia di fatto" sarà necessario un accertamento ed una pronuncia giurisdizionale.
 
Un passaggio motivazionale importante nella sentenza riguarda poi il richiamo alla giurisprudenza nettamente maggioritaria che spiega il fenomeno come una sorta di "quiescenza" del diritto all'assegno divorzile che potrebbe riproporsi in caso di rottura della convivenza tra i familiari di fatto.
 
La Suprema Corte, per contro, riesaminando la questione ha ritenuto come appaia sicuramente più coerente l'affermazione che una famiglia di fatto, espressione di una scelta esistenziale, libera e consapevole, da parte del coniuge, eventualmente potenziata dalla nascita di figli (ciò che dovrebbe escludere ogni residuo di solidarietà postmatrimoniale con l'altro coniuge) dovrebbe essere necessariamente accompagnata dall'assunzione piena di un rischio, in relazione alle vicende successive alla famiglia di fatto, mettendosi in conto la possibilità di una cessazione del rapporto tra conviventi (ferma restando la permanenza di ogni obbligo verso i figli).
 
Sulla base di tale motivazione la Cassazione ha deciso direttamente nel merito la questione rigettando la domanda di assegno divorzile proposta dalla ex moglie.

Fonte: Corte di Cassazione

Enrico Michetti

La Direzione

(12 aprile 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

6 marzo 2016
Corte di Cassazione | I principi sanciti nella sentenza n. 8401/2016 per la convivenza "more uxorio" quando vi è rapporto tendenzialmente stabile, sia pure naturale e di fatto, instaurato tra le due persone, con legami di reciproca assistenza e protezione.

 
 
Condividi la notizia

14 dicembre 2014
Edilizia | Interventi ulteriori, anche di frazionamento o accorpamento, su immobili abusivi ripetono le caratteristiche di illegittimità dall'opera principale alla quale ineriscono strutturalmente. Il principio espresso dalla Terza Sezione Penale nella sentenza dell'11.12.2014.

 
 
Condividi la notizia

16 settembre 2014
Reati contro l'ordine pubblico | La Prima Sezione della Corte di Cassazione ha affermato che il “saluto romano” e l'intimazione del coro "presente" effettuato durante una manifestazione pubblica integrano condotte idonee a determinare il pericolo di riorganizzazione del partito fascista.

 
 
Condividi la notizia

3 dicembre 2017
Giustizia | La sentenza della Corte di Cassazione del 30 novembre 2017.

 
 
Condividi la notizia

25 luglio 2017
Enti Locali | La sentenza depositata in data 20 luglio 2017 dalla Sezione Sesta Penale della Corte di Cassazione.

 
 
Condividi la notizia

17 novembre 2016
Giustizia | I principi sanciti nella sentenza della Terza Sezione Penale della Corte di Cassazione del 16.11.2016.

 
 
Condividi la notizia

6 ottobre 2016
Diritto di satira | Assolto il condomino che distribuiva volantini con la caricatura in Pinocchio dell'amministratore condominiale. La sentenza della Corte di Cassazione n. 41785 del 5.10.2016.

 
 
Condividi la notizia

11 dicembre 2016
Fiscalità Locale | L'ordinanza della Corte di Cassazione del 7 dicembre 2016.

 
 
Condividi la notizia

16 novembre 2016
Fiscalità | I principi sanciti dalla Quinta Sezione della Corte di Cassazione nella sentenza del 9 novembre 2016.

 
 
Condividi la notizia

15 novembre 2016
Reati contro la P.A. | I principi sanciti dalla Suprema Corte nella sentenza del 9 novembre 2016.

 
 
Condividi la notizia

21 febbraio 2017
Suprema Corte | Nessuna depenalizzazione del reato di disturbo della quiete pubblica. La sentenza del 14 febbraio 2017.

 
 
Condividi la notizia

18 luglio 2016
Tributi locali | I principi sanciti nella sentenza n. 13997 pubblicata l'8 luglio 2016.

 
 
Condividi la notizia

6 settembre 2015
Dipendenti pubblici | Il regolamento comunale non può derogare ai termini di decadenza previsti dalla normativa nazionale. La sentenza della Corte di Cassazione Sezione Lavoro n. 17153/2015.

 
 
Condividi la notizia

24 ottobre 2015
Reati bianchi | Il formarsi del silenzio-rifiuto alla scadenza del termine di 30 giorni dalla richiesta. Le conseguenze nei principi sanciti dalla Corte di Cassazione Sez. VI sentenza n. 42610/2015.

 
 
Condividi la notizia

18 marzo 2018
Pubblica amministrazione | I principi sanciti dalla Sesta Sezione Penale della Corte di Cassazione.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 Tweet dalla P.A.
 
CORTE
COSTITUZIONALE
 
CORTE DI GIUSTIZIA DELL'UNIONE EUROPEA
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.