Condividi la notizia

Giustizia

L'uso improprio del veicolo può far scattare il reato di violenza privata

La sentenza della Corte di Cassazione del 30 novembre 2017.

L’uso improprio dell’autovettura può comportare una condanna a carico del conducente per il reato di violenza privata.

È quanto accaduto all’imputato che si era posizionato con la propria autovettura a pochi centimetri dello sportello lato autista dell'autovettura della persona offesa - la quale, per la presenza di autovetture parcheggiate avanti e dietro, non poteva in alcun modo spostarsi - costringendola in tal modo a scendere dal proprio mezzo dal lato passeggeri per affrontare il ricorrente in una discussione. 

Dinanzi alla Suprema Corte l’animoso autista ha tentato inutilmente di sostenere che nella vicenda non si fosse verificata alcuna violenza privata, in quanto a suo dire aveva posto l’autovettura solo in prossimità di quella della vittima che era comunque scesa dal proprio mezzo.

La Quinta Sezione Penale della Corte di Cassazione nella sentenza depositata in data 30 novembre 2017 (Presidente: Fumo- Relatore: Fidanzia - udienza: 12.10.2017) ha confermato la condanna sottolineando come sia irrilevante la circostanza che la vittima del reato sia stata comunque in grado di scendere dall'autovettura (dal lato passeggero), avendo con tale condotta il ricorrente pesantemente condizionato la libertà di autodeterminazione e movimento della persona offesa. 

Per consolidata giurisprudenza, infatti, ai fini della configurabilità del delitto di violenza privata il requisito della violenza si identifica in qualsiasi mezzo idoneo a privare coattivamente l'offeso della libertà di determinazione e di azione

Enrico Michetti

Per approfondire vai alla sentenza

Fonte: Banca dati G.A.R.I

La Direzione

(3 dicembre 2017)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

21 febbraio 2017
Suprema Corte | Nessuna depenalizzazione del reato di disturbo della quiete pubblica. La sentenza del 14 febbraio 2017.

 
 
Condividi la notizia

17 novembre 2016
Giustizia | I principi sanciti nella sentenza della Terza Sezione Penale della Corte di Cassazione del 16.11.2016.

 
 
Condividi la notizia

25 luglio 2017
Enti Locali | La sentenza depositata in data 20 luglio 2017 dalla Sezione Sesta Penale della Corte di Cassazione.

 
 
Condividi la notizia

18 luglio 2016
Corte di Cassazione | I principi sanciti nella sentenza della Prima Sezione Penale n. 26776/2016.

 
 
Condividi la notizia

18 agosto 2016
Corte di Cassazione | I principi sanciti dalla Quarta Sezione Penale nella sentenza n. 34800 del 10 agosto 2016.

 
 
Condividi la notizia

29 gennaio 2017
Corte di Cassazione | Lente d'ingrandimento sulla trattativa privata. Va esclusa l'esistenza di una gara solo quando la P.A. resti libera di valutare, in mancanza di precisi criteri di selezione.

 
 
Condividi la notizia

7 settembre 2014
Corte di Cassazione | La Terza Sezione della Suprema Corte ha affermato che nel concetto di "autorità" di cui all'art. 609 bis del codice penale (violenza sessuale), rientra anche ogni potere di supremazia di natura privata utilizzato per costringere la vittima a compiere o a subire atti sessuali.

 
 
Condividi la notizia

15 novembre 2016
Reati contro la P.A. | I principi sanciti dalla Suprema Corte nella sentenza del 9 novembre 2016.

 
 
Condividi la notizia

18 settembre 2016
Corte di Cassazione | I principi sanciti nella sentenza n. 36866 del 6.9.2016.

 
 
Condividi la notizia

26 febbraio 2017
Corte di cassazione | Il reato è consumato anche se la vittima agisce come agente provocatore. La sentenza del 20 febbraio 2017.

 
 
Condividi la notizia

19 luglio 2016
Corte di Cassazione | La sentenza della Seconda Sezione n. 13659 del 5 luglio 2016.

 
 
Condividi la notizia

28 luglio 2017
Corte di Cassazione | L'esercizio del diritto di critica richiede la verità del fatto. La sentenza della Suprema Corte.

 
 
Condividi la notizia

20 marzo 2016
Abolitio criminis | La soglia di rilevanza penale stabilita dall'art. 3 d.lgs. 15/1/2016 n. 8 nella sentenza della Corte di Cassazione n. 11376/2016.

 
 
Condividi la notizia

10 ottobre 2016
Corte di Cassazione | I principi sanciti dalla Quinta Sezione nella sentenza n. 42337 del 6.10.2016.

 
 
Condividi la notizia

26 febbraio 2017
Corte di Cassazione | La sentenza delle Sesta Sezione Penale del 20 febbraio 2017.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 Tweet dalla P.A.
 
CORTE
COSTITUZIONALE
 
CORTE DI GIUSTIZIA DELL'UNIONE EUROPEA
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.