Condividi la notizia

Giustizia Amministrativa

Edilizia e processo amministrativo: quando il vicino è controinteressato

Chi è stato parte sostanziale della procedura ha un interesse qualificato a difendere la propria posizione giuridica di titolare di un diritto di proprietà.

Il Consiglio di Stato (sezione sesta) con la sentenza 16 luglio 2015, n. 3553, sulla scia del precedente arresto della quarta sezione 13 luglio 2011, n. 4233, precisa i contorni del controinteressato necessario – cui notificare il ricorso a pena di inammissibilità – in materia di impugnazione di titoli edilizi.

Sebbene, infatti, la sentenza confermi in via generale che in materia di impugnazione di provvedimenti sanzionatori in materia edilizia "non sono configurabili controinteressati nei confronti dei quali sia necessario instaurare un contraddittorio, anche nel caso in cui sia palese la posizione di vantaggio che scaturirebbe per il terzo dall'esecuzione della misura repressiva ed anche quando il terzo avesse provveduto a segnalare all'amministrazione l'illecito edilizio da altri commesso" (Cons. St., IV, 6 giugno 2011 n. 3380; Id., VI, 18 aprile 2005 , n. 1773; V, 3 luglio 1995, n. 991),  precisa anche che questa regola soffre l’eccezione nei casi in cui, sussistendo determinate circostanze di fatto e di diritto, il terzo non  possa considerarsi un “generico vicino”.

Secondo l’arresto in commento dette circostanze sono: 

  1)  l’essere anche in parte comproprietario dell’area;

  2) essere stato parte sostanziale della procedura (nel caso di specie era risultato che il vicino aveva lui stesso avviato i procedimenti attraverso un esposto e che il Comune, correttamente, gli aveva comunicato l’avvio delle procedure di accertamento e sanzionatorie);

   3) avere un contenzioso civile in materia di distanze (che si assumono violate dal presunto abuso).

In tali casi, precisa il Giudice Amministrativo, la posizione del “terzo” non può essere assimilata a quella di un "generico vicino di casa"; quando ricorrono tali ipotesi deve invece ritenersi che il terzo assuma la posizione di colui che  “è stato danneggiato dalla esecuzione delle opere edilizie realizzate (...) e dunque di un soggetto che ha un interesse qualificato a difendere la propria posizione giuridica di titolare di un diritto di proprietà (...)".                       

Paolo Pittori

(24 luglio 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

18 maggio 2015
Giustizia amministrativa | Niente domande nuove nella sentenza del Consiglio di Stato del 15.5.2015.

 
 
Condividi la notizia

8 dicembre 2014
Abuso del Processo | La sentenza del 5 dicembre sui presupposti per l'applicazione della sanzione pecuniaria prevista dell'art. 26 del codice del processo amministrativo come novellato dal D.L. n. 90/2014.

 
 
Condividi la notizia

9 febbraio 2015
Appalti | Euro 343.455,51 di risarcimento del danno da mancata aggiudicazione e danno curriculare nella sentenza del Consiglio di Stato del 9 febbraio 2015.

 
 
Condividi la notizia

29 ottobre 2015
Consiglio di Stato | Rivoluzione copernicana nel contenzioso lavoro. I principi sanciti nella sentenza del 28.10.2015.

 
 
Condividi la notizia

2 luglio 2016
Digitalizzazione | In G.U. pubblicato il decreto legge che proroga i termini per l'avvio a regime.

 
 
Condividi la notizia

28 aprile 2015
Agcom | I principi sanciti nella sentenza del Consiglio di Stato del 27.4.2015, n. 2156.

 
 
Condividi la notizia

8 dicembre 2015
Consiglio di Stato | I riflessi del principio di non aggravio è ragionevole durata del processo nella sentenza del 7.12.2015 n. 5571.

 
 
Condividi la notizia

30 maggio 2018
Giustizia | Dal 25 maggio si devono utilizzare esclusivamente tali moduli.

 
 
Condividi la notizia

7 maggio 2016
Riforma | I punti principali evidenziati dal Consiglio di Stato, Commissione Speciale, nel parere del 3 maggio 2016 n. 1075.

 
 
Condividi la notizia

26 aprile 2015
Concorsi | La sentenza della Terza Sezione del Consiglio di Stato del 24.4.2015.

 
 
Condividi la notizia

20 aprile 2015
Pubblica amministrazione | Il giudizio di ottemperanza nei principi sanciti nella sentenza della Quinta Sezione del Consiglio di Stato del 20 aprile 2015, n. 2002.

 
 
Condividi la notizia

1 ottobre 2014
Candidatura alle elezioni dei poliziotti | Il Consiglio di Stato parifica la posizione del poliziotto che, candidatosi, vince le elezioni a quella di chi non viene eletto. Entrambi, soggetti a trasferimento, hanno il diritto ad essere trasferiti nella sede più vicina.

 
 
Condividi la notizia

14 dicembre 2014
Concorsi pubblici | I principi sanciti dalla Quinta Sezione del Consiglio di Stato sull'improcedibilità del giudizio.

 
 
Condividi la notizia

6 ottobre 2016
Digitalizzazione | Già disponibili i moduli di deposito e le istruzioni per gli avvocati.

 
 
Condividi la notizia

10 aprile 2018
Consiglio di Stato | Un singolare caso di mala gestio processuale che ha fatto durare inutilmente anni un processo amministrativo.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.