Condividi la notizia

Gazzetta Ufficiale

Le procedure di vendita del patrimonio di edilizia residenziale pubblica

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 115 del 20 maggio 2015, è stato pubblicato il Decreto interministeriale del 24 febbraio scorso.

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 115 del 20 maggio 2015 è stato pubblicato il Decreto interministeriale 24 febbraio 2015, riguardante le procedure di alienazione del patrimonio di edilizia residenziale pubblica.

Il primo articolo del provvedimento in esame prevede che i comuni, gli enti pubblici anche territoriali, gli istituti autonomi per le case popolari comunque denominati, in coerenza con i programmi regionali finalizzati a soddisfare il fabbisogno abitativo, procedono all'alienazione di unita' immobiliari per esigenze connesse ad una piu' razionale ed economica gestione del patrimonio.

Proprio a questo fine, gli enti proprietari predispongono, entro il 20 settembre 2015 (quattro mesi dalla pubblicazione del decreto in G.U.) specifici programmi di alienazione, che devono essere adottati secondo le procedure del decreto di cui si discute, approvati dal competente organo dell'ente proprietario, previo formale assenso della regione.

A questo proposito, il decreto precisa che, decorso inutilmente il termine di quarantacinque giorni, l'assenso della regione si intende reso. I programmi sono, quindi, trasmessi al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti e alla regione competente. Sono fatti, comunque, salvi i programmi di alienazione degli alloggi, avviati alla data del 20 maggio 2015, in virtu' di provvedimenti regionali.

I programmi di alienazione devono favorire prioritariamente la dismissione degli alloggi situati nei condomini misti nei quali la proprieta' pubblica e' inferiore al 50% e di quelli inseriti in situazioni estranee all'edilizia residenziale pubblica quali aree prive di servizi, immobili fatiscenti.

Possono essere inclusi nei programmi anche immobili classificabili nell'ambito della revisione catastale in atto come A/1, A/7, A/8, A/9, A/10, nonche' locali destinati ad uso diverso da quello abitativo quali usi commerciali, artigianali, ecc., se l'alienazione di tali immobili e' funzionale alle finalita' complessive del programma.

Per gli immobili classificabili nell'ambito della revisione catastale in atto come A/1, A/7, A/8, A/9, A/10, devono comunque ricorrere anche le condizioni di cui al successivo comma 3, in base al quale dovra' essere favorita la dismissione di quegli alloggi i cui oneri di manutenzione e/o ristrutturazione siano dichiarati insostenibili dall'ente proprietario sulla base di una stima documentata dei relativi costi da trasmettere alla regione competente.

Il comma 4 dell'art. 1 dispone, inoltre, che le risorse derivanti dalle alienazioni previste dai programmi, approvati a far tempo dal 20 maggio 2015, restano nella disponibilita' degli enti proprietari e sono destinate – secondo le previsioni dell'art. 3, comma 1,lettera a) del decreto-legge 28 marzo 2014, n. 47, convertito con modificazioni dalla legge 23 maggio 2014, n. 80 – ai programmi specificamente elencati e che si possono leggere nel dettaglio in fondo a questo articolo del Q.P.A.

L'articolo 2 del decreto tratta dei criteri per l'alienazione degli alloggi rientranti nei programmi richiamati nella stessa disposizione.

Gli esiti delle aste, con i relativi importi di aggiudicazione, saranno pubblicati entro 30 giorni ai sensi del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33, recante "Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicita', trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni".

Per maggiori informazioni: Decreto interministeriale 24 febbraio 2015

Moreno Morando

(21 maggio 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

16 febbraio 2015
Consiglio di Stato | I quasi nulli consumi energetici fatti registrare dalle utenze presso l'alloggio costituiscono una prova ulteriore del mancato utilizzo. I principi sanciti dalla Quinta Sezione nella sentenza del 16 febbraio 2015.

 
 
Condividi la notizia

16 settembre 2015
Programma recupero alloggi | Alla Lucania erano state assegnati 476.056,16 euro per la prima linea di intervento e 3.303.017,66 per la seconda.

 
 
Condividi la notizia

27 febbraio 2018
Sezioni Unite | il riparto di giurisdizione nell'ordinanza del 22 febbraio 2018.

 
 
Condividi la notizia

15 novembre 2015
Gazzetta Ufficiale | Il provvedimento del MIT riguarda l'ammissione a finanziamento degli interventi e assegnazione alle regioni delle risorse per il programma di recupero e razionalizzazione.

 
 
Condividi la notizia

8 aprile 2016
PCM | Il titolare del dicastero, con delega alla famiglia, sull’esortazione apostolica post-sinodale Amoris Laetitia di Papa Francesco.

 
 
Condividi la notizia

1 ottobre 2015
Programma recupero alloggi | Si riferisce agli immobili ed agli alloggi di edilizia residenziale pubblica di proprietà dei Comuni e delle Ater di Potenza e Matera, per un importo di quasi 4 milioni.

 
 
Condividi la notizia

17 febbraio 2016
Dicasteri | Pubblicato sulla G.U. n. 38 del 16.2.2016 il decreto di nomina.

 
 
Condividi la notizia

27 novembre 2014
Dipartimento Affari Regionali | Il Sottosegretario agli Affari Regionali chiarisce l'intenso lavoro in atto per risolvere il problema di ricollocare il personale delle Province nello Stato, nelle Regioni e nei Comuni.

 
 
Condividi la notizia

17 aprile 2015
Edilizia Residenziale Pubblica | La delibera di Giunta sarà sottoposta a breve al vaglio dell'Assemblea Regionale e si caratterizza per una maggiore equità nell'accesso e nella permanenza.

 
 
Condividi la notizia

6 luglio 2018
Edilizia residenziale pubblica | I requisiti non possono essere gli stessi che riguardano l'assegnazione, il Consiglio di Stato si pronuncia sulla normativa campana.

 
 
Condividi la notizia

22 marzo 2015
Edilizia residenziale pubblica | Neanche il c.d. "diritto alla casa" autorizza l'indebito impossessamento di un immobile. La sentenza del TAR Lazio del 20.3.2015.

 
 
Condividi la notizia

17 maggio 2014
Città metropolitane | Avviato il confronto istituzionale tra Governo, Regioni, Province e Comuni per l'attuazione delle legge Del Rio.

 
 
Condividi la notizia

14 novembre 2014
Dipartimento Affari regionali | Intervento del Ministro al convegno "Le zone franche come politica di sviluppo del Mezzogiorno".

 
 
Condividi la notizia

6 aprile 2015
Tesoro e Demanio | Si chiede a regioni, enti locali ed altri enti pubblici nazionali di segnalare immobili da vendere o valorizzare.

 
 
Condividi la notizia

10 aprile 2015
Affari Regionali | Ha iniziato con Emilia-Romagna, Umbria, Liguria, Marche e Molise, sul problema del riordino dopo la promulgazione della legge Delrio.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.