Condividi la notizia

Consiglio di Stato

Decadenza dall'assegnazione dell'alloggio di edilizia residenziale pubblica

I quasi nulli consumi energetici fatti registrare dalle utenze presso l'alloggio costituiscono una prova ulteriore del mancato utilizzo. I principi sanciti dalla Quinta Sezione nella sentenza del 16 febbraio 2015.

Con la sentenza della Quinta Sezione del Consiglio di Stato del 16 febbraio 2015 è stato rigettato il ricorso proposto contro la dichiarazione di decadenza dall'assegnazione dell'alloggio di edilizia residenziale pubblica.

Il potere di decadenza va esercitato quando l'assegnatario "non abiti stabilmente nell'alloggio assegnato", circostanza questa che fa venir meno la ragione, cioè l'interesse pubblico, che aveva giustificato l'assegnazione di un alloggio di edilizia residenziale popolare.

L'esistenza di tale specifico presupposto, precisa il Consiglio di Stato, è stata accertata nella vicenda in esame dal Comune attraverso ripetuti sopraluoghi eseguiti dalla polizia municipale, in base ai quali si è constatata l'assenza dell'occupante dall'abitazione, nonchè attraverso anche l’acquisizione d’informazioni al riguardo dai vicini di casa. 

I quasi nulli consumi energetici fatti registrare dalle utenze presso l'alloggio costituiscono, poi, una ulteriore prova del mancato utilizzo dello stesso, anche se al riguardo la ricorrente sostiene di essere stata costretta al distacco di due utenze su tre per le sue precarie condizioni economiche.

 Ciò non è stato sufficiente, però, a confutare gli accertamenti effettuati dall'amministrazione, poiché – oltre alla assenza di consumi delle utenze - il Comune ha posto in essere una articolata istruttoria, caratterizzata da plurimi accertamenti in loco e dalla acquisizione di dichiarazioni testimoniali.

Tantomeno la situazione di salute dell'appellante, conclude il Consiglio di Stato, può costituire elemento utile per contestare la legittimità del provvedimento di decadenza, provvedimento che, invece, risulta adottato nel giusto contemperamento degli interessi in conflitto, e cioè di quello pubblico alla destinazione dell'alloggio a chi ne abbia bisogno e di quello del privato a beneficiarne, quando ne ricorrano le condizioni di legge.

Per acquisire gratuitamente il testo della sentenza richiederla via mail a info@gazzettaamministrativa.it

Enrico Michetti

La Direzione

(16 febbraio 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

2 marzo 2016
Pubblico impiego e giurisdizione | La pronuncia del Consiglio di Stato fa chiarezza sullo spartiacque della potestas iudicandi.

 
 
Condividi la notizia

9 febbraio 2015
Appalti | Euro 343.455,51 di risarcimento del danno da mancata aggiudicazione e danno curriculare nella sentenza del Consiglio di Stato del 9 febbraio 2015.

 
 
Condividi la notizia

28 aprile 2015
Agcom | I principi sanciti nella sentenza del Consiglio di Stato del 27.4.2015, n. 2156.

 
 
Condividi la notizia

7 maggio 2016
Riforma | I punti principali evidenziati dal Consiglio di Stato, Commissione Speciale, nel parere del 3 maggio 2016 n. 1075.

 
 
Condividi la notizia

26 aprile 2015
Concorsi | La sentenza della Terza Sezione del Consiglio di Stato del 24.4.2015.

 
 
Condividi la notizia

6 luglio 2018
Edilizia residenziale pubblica | I requisiti non possono essere gli stessi che riguardano l'assegnazione, il Consiglio di Stato si pronuncia sulla normativa campana.

 
 
Condividi la notizia

20 aprile 2015
Pubblica amministrazione | Il giudizio di ottemperanza nei principi sanciti nella sentenza della Quinta Sezione del Consiglio di Stato del 20 aprile 2015, n. 2002.

 
 
Condividi la notizia

30 aprile 2018
TAR CALABRIA | Le circostanze di fatto che consentono la decadenza vanno interpretate restrittivamente e con estremo rigore.

 
 
Condividi la notizia

7 aprile 2014
Pedaggi autostradali | Il pedaggio non e' un'imposizione fiscale e deve essere assicurata la corrispondenza tra pagamento e fruizione

 
 
Condividi la notizia

5 agosto 2014
Attività di estetista | Per lettini abbronzanti e lampade UVA, anche se direttamente ed autonomamente utilizzati da soci di circoli privati, e' necessaria l'autorizzazione comunale.

 
 
Condividi la notizia

23 settembre 2014
Accesso agli atti | Il diritto di cronaca si piega davanti all'interesse ad accedere agli atti.

 
 
Condividi la notizia

27 agosto 2015
Concorsi | Il possesso dei requisiti psico-fisici dei candidati a posti nel pubblico impiego nella sentenza del 26 agosto 2015 n. 4017.

 
 
Condividi la notizia

23 aprile 2016
Riforma | I punti principali sullo schema del Testo Unico nel parere della Commissione Speciale n. 968 del 21.4.2016.

 
 
Condividi la notizia

19 maggio 2016
Riforma | Giudizio positivo, ma permangono alcuni rilievi sullo schema di decreto legislativo.

 
 
Condividi la notizia

16 ottobre 2016
Riforma | La sintesi con i punti principali e il testo per esteso del parere n. 2113 del 14.10.2016.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.