Condividi la notizia

Viaggi all'estero

La Farnesina informa sulla situazione nelle aree di crisi

Importanti notizie per chi intenda recarsi in Egitto in occasione delle vacanze pasquali

Sul sito istituzionale del Ministero degli Esteri è stato pubblicato l’avviso sui rischi dei viaggi in aree di crisi, in particolare dove sono in corso scontri armati e violenze, in considerazione del fatto che spesso non è possibile intervenire in quelle zone per prestare soccorso, in caso di difficoltà.

Nella sezione "Viaggiare sicuri" - "Avvisi particolari”, si possono trovare importanti informazioni, anche in relazione a località di grande interesse turistico, soprattutto con l’avvicinarsi delle vacanze di Pasqua. Per quanto riguarda, in particolare, l’Egitto, si segnala che dal 26 al 29 marzo si svolgerà a Sharm el Sheik il Vertice della Lega Araba: in  tale occasione sono state adottate rilevanti misure di sicurezza da parte  delle autorità egiziane per proteggere le delegazioni straniere da eventuali atti ostili ed attacchi terroristici come quelli già avvenuti in altri Paesi dell’area. Previsti disagi a causa di tali  misure.  Si invita alla massima prudenza, valutando anche l’opportunità di posticipare la presenza in quei giorni.

Sicurezza 

In considerazione del deterioramento della generale situazione di sicurezza  registrato  nel Paese,  si rinnova la raccomandazione di evitare i viaggi non indispensabili in Egitto in località diverse dai resorts situati a Sharm el-Sheik, sulla costa continentale del Mar Rosso, nelle aree turistiche dell'Alto Egitto e di quelle del Mar Mediterraneo.

La Farnesina, infatti, continua a registrare in Egitto un clima di instabilità e turbolenza che spesso sfocia in turbative per la sicurezza e in azioni ostili, anche di stampo terroristico, principalmente nel Sinai nord-occidentale al confine con la Striscia di Gaza, situazione di cui ogni connazionale che si rechi in Egitto, anche nelle aree turistiche, deve essere pienamente consapevole anche alla luce dei recenti, ripetuti episodi avvenuti in varie località. 

Si raccomanda, pertanto, la massima prudenza ai connazionali che si trovino in Egitto, in particolare nei luoghi pubblici come le stazioni ferroviarie e dei bus, la metropolitana, i mercati, nonché nelle vicinanze di edifici governativi, stazioni di polizia, installazioni militari, musei e nei tratti stradali che collegano gli aeroporti alle località turistiche.  

Più in dettaglio, la situazione appare particolarmente problematica nella regione al confine con la Striscia di Gaza, teatro di recenti attacchi terroristici contro postazioni delle forze di sicurezza egiziane da parte di ben organizzate cellule jihadiste attive in quell’area da tempo. Una certa tensione e’ comunque ancora presente  anche al Cairo, ad Alessandria, nelle altre principali città del Delta e del Canale di Suez, sia a causa di una nuova fase di scontri fra forze di sicurezza e dimostranti, sia per un sensibile incremento di attacchi terroristici che hanno finora riguardato obiettivi militari/forze di sicurezza e non civili. 

Le Autorita' egiziane stanno continuando a compiere un importante sforzo per garantire maggiore sicurezza nelle installazioni turistiche, con particolare riferimento a Sharm el Sheik. I viaggiatori diretti nelle località turistiche debbono tuttavia essere pienamente consapevoli che anche in questi luoghi non si possono escludere gli effetti di tensioni politiche o il rischio di azioni ostili anche di matrice terroristica.
Altro fattore di rischio nella Penisola del Sinai e' legato alla presenza di tribù beduine che si sono in passato rese responsabili di atti di intimidazione e di violenza, come blocchi stradali (che hanno coinvolto anche gruppi di connazionali) e ripetuti sequestri, anche di turisti. Tenuto conto, pertanto, dei rischi connessi alla percorrenza dei tratti stradali che uniscono le diverse localita' del Sud Sinai, si suggerisce di non recarsi in luoghi al di fuori dell'area turistica di Sharm el Sheik. Si raccomanda comunque di evitare l’area a nord del Sinai adiacente al confine ed in direzione del Monastero di Santa Caterina. 

Ove si decidesse comunque di intraprendere un viaggio turistico in Egitto si raccomanda in ogni caso di affidarsi a Tour Operator professionali. In generale, e come accennato sopra, per tutti i viaggi nel Paese, si raccomanda di affidarsi ad agenzie di viaggio che diano garanzia di serietà e di esperienza.

In tutto il Paese, anche in ragione del brusco deterioramento della situazione economica generale, si osserva inoltre un aumento di casi di micro-criminalità quali borseggi, rapine (anche a mano armata, anche a danno di cittadini stranieri), furti d’auto. Si tratta di un fenomeno relativamente nuovo in Egitto e che suggerisce di mantenere una adeguata soglia di attenzione. 

Occorre inoltre tener presente la disordinata situazione della circolazione stradale, teatro di frequenti  incidenti anche molto gravi: si consiglia di verificare con il proprio Tour Operator le credenziali dell'autista e dei mezzi di trasporto, specie per lunghi tragitti. 

Si richiama inoltre l'attenzione sull'importanza di sottoscrivere – prima della partenza - una assicurazione che copra eventuali spese sanitarie (anche per il rimpatrio o il trasferimento aereo in un altro Paese). Si segnala a tal proposito che gli standard medico-sanitari locali non sono paragonabili a quelli europei, e che le strutture private presentano costi elevati per ogni tipo di assistenza, cura o prestazione erogate. Pertanto, in casi urgenti e gravi, si potrebbe rendere necessario il rimpatrio sanitario in Italia con vettore aereo ed accompagnamento medico-sanitario - rimpatrio che evidentemente presenta costi molto elevati per il privato cittadino ove egli non possa avvalersi di adeguata copertura assicurativa. 

Si ricorda, inoltre, l’opportunità di consultare la guida predisposta dal Ministero della Salute al presente link

Si consiglia infine ai connazionali di registrare i dati relativi al viaggio sul sito DoveSiamoNelMondo per facilitare contatti e scambi di informazioni con la Farnesina e con l’Ambasciata al Cairo. 

Si fa presente che - dal 30 novembre 2013 - il Consolato d’Italia ad Alessandria e’ stato soppresso. Eventuali richieste ed informazioni dovranno essere pertanto rivolte direttamente all’Ambasciata d’Italia al Cairo.  

Accesso alla Striscia di Gaza dall’Egitto 

A causa del sopra citato deterioramento della situazione di sicurezza nel Sinai settentrionale (in particolare nell’area al confine con la Striscia di Gaza), dove sono in corso importanti operazioni militari per contrastare un’intensa attivita’ terroristica, il Valico di Rafah e’ stato di fatto chiuso dalle Autorita’ Militari egiziane, salvo rare ed eccezionali occasioni, in genere non prevedibili. In tutta l’area in questione sono stati recentemente estesi per altri tre mesi lo stato di emergenza e il coprifuoco nelle ore notturne. 

Si sconsiglia comunque per qualsiasi ragione l’ingresso nella Striscia di Gaza attraverso il Valico di Rafah (tuttora utilizzabile dagli stranieri solo dietro eventuale rilascio di autorizzazione da parte delle Autorità egiziane che va richiesta  per il tramite dell’Ambasciata della Repubblica Araba d’Egitto a Roma). Le Autorità israeliane non permettono, infatti, l’uscita da Gaza attraverso il valico di Erez a quanti siano entrati nella Striscia attraverso Rafah e tale eventualità limita fortemente l'efficacia di intervento per organizzare un’evacuazione di emergenza dalla Striscia attraverso il valico di Erez. Per maggiori approfondimenti ed anche per gli opportuni aggiornamenti sulle evoluzioni del volatile quadro di sicurezza, si consiglia di consultare l’Avviso “Territori Palestinesi”.

Fonte: Ministero degli Esteri

 

Moreno Morando

(25 marzo 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

7 settembre 2016
Jobs act | La riunione tecnica del Ministero del Lavoro sugli interventi urgenti a favore del lavoro.

 
 
Condividi la notizia

21 dicembre 2014
Antitrust | Sei operatori rimborseranno i viaggi in Egitto, a suo tempo annullati dopo l'invito del Ministero degli Esteri a non recarsi in quel Paese a causa delle tensioni politiche e sociali. Negli altri casi, l'Agcm ha accertato infrazioni e irrogato sanzioni pecuniarie amministrative.

 
 
Condividi la notizia

22 maggio 2015
Ministero degli Esteri | Il Ministro Gentiloni ed il Presidente del Coni Malagò hanno sottoscritto un programma di collaborazione.

 
 
Condividi la notizia

15 luglio 2014
Antitrust | Dopo l'invito del Ministero degli Esteri a non recarsi nel Paese delle piramidi a seguito dei noti problemi interni da agosto 2013 a giugno 2014, sono giunte all'Autorità numerose segnalazioni da parte di associazioni e consumatori.

 
 
Condividi la notizia

22 febbraio 2016
Opportunità | Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ha indetto un concorso per titoli ed esami, scadenza il 29 febbraio 2016.

 
 
Condividi la notizia

18 marzo 2015
Ministero degli Esteri | La Farnesina mette a disposizione la versione digitale dei 120 volumi di documenti diplomatici finora pubblicati

 
 
Condividi la notizia

2 agosto 2014
Medio Oriente e Nord Africa | Il nostro Premier e' volato al Cairo per incontrare un interlocutore fondamentale per la soluzione delle due crisi.

 
 
Condividi la notizia

10 agosto 2015
In giro per il Globo | I servizi offerti dall'Unità di Crisi della Farnesina a tutela degli italiani che viaggiano all'estero per motivi di studio, lavoro e turismo.

 
 
Condividi la notizia

27 maggio 2014
Esteri | Operatore per una organizzazione non governativa, era stato rapito oltre un anno fa. L'annuncio di Renzi su Twitter

 
 
Condividi la notizia

9 settembre 2014
Accordo quinquennale Italia-Stati Uniti | Reciproca mobilità studentesca, firmato l'accordo tra l'università di Tor Vergata e la George Washington University. Tirocini da 4 a 8 settimane, l'ateneo romano è il primo a stabilire accordi di questo genere in Italia.

 
 
Condividi la notizia

13 agosto 2014
Gaza | Il videoreporter romano Simone Camilli e' rimasto vittima dell'esplosione di un missile durante il disinnesco

 
 
Condividi la notizia

13 luglio 2015
Farnesina | Incontro degli ambasciatori stranieri in Italia con il Presidente Cantone ed il Sottosegretario Della Vedova.

 
 
Condividi la notizia

4 giugno 2014
Minori all'estero | Cambia la disciplina nel caso in cui un minore di 14 anni viaggia all’estero non accompagnato.

 
 
Condividi la notizia

31 ottobre 2014
Farnesina | L'ex Ministro delle Comunicazioni del Governo Prodi (nella foto, a destra, con il vice-Ministro Lapo Pistelli) sostituisce Federica Mogherini, nominata Lady Pesc.

 
 
Condividi la notizia

11 maggio 2015
Farnesina Porte Aperte | Il Ministero degli Esteri, da 22 al 28 maggio, ripropone un appuntamento per incontrare il grande pubblico.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 Tweet dalla P.A.
 
CORTE
COSTITUZIONALE
 
CORTE DI GIUSTIZIA DELL'UNIONE EUROPEA
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.