Condividi la notizia

LA BELLA ITALIA - ARTE

S. Maria de Idris

Si trova a Matera, all'interno dei Sassi. Si tratta di una chiesa rupestre, cioè scavata nella roccia.

La chiesa di Santa Maria di Idris, detta anche "Santa Maria de Idris" o "Madonna de Idris", si trova a Matera, all'interno dei Sassi. Si tratta di una chiesa rupestre, cioè scavata nella roccia.

Descrizione

È situata nella parte alta del Monterrone, una grossa rupe calcarea che si erge nel mezzo del Sasso Caveoso; vi si arriva attraverso una rampa di scale vicina alla chiesa rupestre di Santa Lucia alle Malve. Il nome Idris deriva dal greco Odigitria, colei che mostra la via, oppure dall'acqua che sgorgava da quella roccia.

La chiesa rupestre presenta un avancorpo in muratura con a lato un piccolo campanile a vela; l'interno, a causa dei continui rimaneggiamenti subiti nel corso dei secoli, non presenta nulla dell'originaria struttura.

Si compone di una navata irregolare con affreschi, posti sulla parete di retrofacciata della cripta, gran parte dei quali staccati per restauro essendo deteriorati a causa dell'umidità e conservati presso la Soprintendenza ai Beni Storici ed Artistici di Matera.

Sull'altare vi è una Madonna con Bambino risalente al XVII secolo dipinta a tempera, a destra Sant'Eustachio, patrono della città ed altri affreschi sempre risalenti al XVII secolo ed ancora una crocifissione di fattura rozza con sfondo la sagoma della città di Matera.

La chiesa di Santa Maria de Idris è collegata alla cripta rupestre di San Giovanni in Monterrone attraverso un cunicolo, ed in questa cripta si trovano numerosi e pregevoli affreschi che sono databili in un arco di tempo che va dal XII al XVII secolo.

Nel cunicolo di accesso vi è l'affresco raffigurante San Giovanni Battista; in una lunetta sovrastante un altare l'affresco risalente al XII secolo del Cristo Pantocratore benedicente alla latina, che con la mano sinistra sorregge un Vangelo aperto nel quale è inscritto un testo greco. Questo affresco rappresenta l'influenza della cultura iconografica bizantina.

Più oltre, sulla spalla di un arco mozzo, vi è un monaco ignoto (San Francesco o San Leonardo?) con saio e cappuccio. Di fronte San Nicola (XIV secolo) in abiti vescovili, che benedice con la mano destra e regge il Vangelo con la sinistra.
Uscendo dal corridoio si entra in un'aula più ampia, costituente la navata vera e propria della chiesa di San Giovanni in Monterrone, che termina in un presbiterio sopraelevato; sulla parete di fronte si trovano un affresco che raffigura la testa di Sant'Andrea e frammenti di una Madonna con Bambino nella tipologia iconografica della Glykophilousa, databili anch'essi verso la fine del XII secolo, e due santi ignoti.

Sulla parete sinistra, posti in nicchiette decorate, altri due santi, uno dei quali individuato in San Pietro in base alle linee del volto, alla barba ed ai capelli, pur in mancanza delle chiavi, e di lato San Giacomo, risalente al XIII secolo.

Fonte: Wikipedia

 

Moreno Morando

(4 novembre 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e, se possibile, link a pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

22 ottobre 2015
LA BELLA ITALIA - ARTE | Il monumento marmoreo, risalente alla seconda metà del II Sec. d.C., si trova oggi nel Museo Nazionale del Melfese a Melfi.

 
 
Condividi la notizia

18 novembre 2015
LA BELLA ITALIA - ARTE | La città fu fondata dagli Achei nella seconda metà del VII sec. a.C..

 
 
Condividi la notizia

9 novembre 2015
LA BELLA ITALIA - ARTE | E' un museo situato all'interno del sito di Heraclea (Herakleia), nei pressi di Policoro, in provincia di Matera.

 
 
Condividi la notizia

30 novembre 2015
LA BELLA ITALIA - ARTE | Attribuito a Federico II, fu costruito probabilmente fra il 1242 ed il 1250.

 
 
Condividi la notizia

2 ottobre 2015
LA BELLA ITALIA - ARTE | La sua fondazione risale al periodo Normanno ed è uno dei più importanti manieri medievali del Sud Italia.

 
 
Condividi la notizia

7 settembre 2015
Matera 2019 | Un grande spazio espositivo per il rilancio della Basilicata e del Mezzogiorno.

 
 
Condividi la notizia

15 ottobre 2015
LA BELLA ITALIA - ARTE | Dal 1897 è monumento nazionale.

 
 
Condividi la notizia

20 ottobre 2015
Prefettura di Matera | La manifestazione si svolgerà tra la "Città dei Sassi" e Policoro dal 21 al 23 ottobre.

 
 
Condividi la notizia

25 settembre 2015
LA BELLA ITALIA - ARTE | Anfiteatro.

 
 
Condividi la notizia

22 novembre 2015
Raccolta differenziata | La Città dei Sassi sarà capofila del gruppo che comprende anche Bernalda, Irsina e Tricarico.

 
 
Condividi la notizia

27 luglio 2015
LA BELLA ITALIA - ARTE | Metaponto o Metapontum (Μεταπόντιον in greco antico) è un sito archeologico nei pressi di Metaponto, frazione del comune di Bernalda in provincia di Matera.Il parco archeologico è a due chilometri dal Museo archeologico nazionale di Metaponto, dove sono custoditi molti dei reperti lì rinvenuti, a ridosso della strada statale 106 Jonica.

 
 
Condividi la notizia

2 novembre 2015
Tradizione e cultura | Dopo 50 anni torna l'esposizione di pannelli fotografici che, negli anni ’60, rappresentò la Città dei Sassi e il suo straordinario patrimonio in tutta Italia.

 
 
Condividi la notizia

3 novembre 2015
Capitale della cultura | Città dei Sassi: lettera di intenti del Prefetto, sottoscritta dai rappresentanti di Comune, Provincia, Fondazione Matera-Basilicata 2019 e Camera di Commercio.

 
 
Condividi la notizia

18 ottobre 2015
Capitale della Cultura | Il Governatore lucano ha concluso i lavori del Consiglio Comunale della 'Città dei Sassi', convocato per celebrare il primo anno dalla proclamazione.

 
 
Condividi la notizia

8 ottobre 2015
LA BELLA ITALIA - ARTE | Secondo la leggenda, tra le mura del famoso chiostro si celerebbe l'elisir di lunga vita.

 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.