Condividi la notizia

Corte di Cassazione

Furbetti con o senza cartellino: chi nell'orario di lavoro si dedica a fatti personali paga anche il danno all'immagine

Il reato di truffa anche se non esiste l'obbligo di timbratura. I principi sanciti dalla Sesta Sezione Penale nella sentenza del 2 dicembre 2016.

È risarcibile un "danno all'immagine" al Comune in caso di gestione della cosa pubblica caratterizzata da violazioni di norme penali (principio già sancito in Fattispecie in cui la Corte ha ritenuto sussistente la legittimazione alla costituzione di P.C. di un consigliere comunale in relazione al danno all'immagine patito dal Comune a causa delle condotte di peculato commesse da Sindaco). (Sez. 6, n. 2963 del 04/10/2004 - dep. 2005, Aiello, Rv. 231031). Dall'altro lato, consegue un danno di natura economica al Municipio dalla condotta fraudolenta attuata dal dipendente pubblico che faccia figurare di essere presente in ufficio quando invece sia intento a seguire interessi di natura squisitamente privata. 

 È questo il principio ribadito dalla Sesta Sezione Penale della Corte di Cassazione nella sentenza pubblicata il 2.12.2016 (Presidente: Ippolito - data udienza: 9.11.2016) sulla cui base è stato rigettato il ricorso proposto da un dipendente pubblico con qualifica di Commissario Ispettore Superiore della Polizia Municipale di un Comune con l'incarico di coordinatore del settore ufficio atti che giungeva in ritardo in ufficio e svolgeva varie incombenze personali durante l'orario di ufficio, così indebitamente lucrando lo stipendio o, quantomeno parte di esso, con conseguente danno per l'amministrazione comunale. 
 
Inoltre, inutile è stato per il ricorrente eccepire, tra l'altro, l'erronea applicazione del reato di truffa (640, commi primo e secondo n. 1, cod. pen.) per avere la Corte confermato il giudizio di responsabilità penale (commessa — secondo contestazione - nel lucrare indebitamente lo stipendio o quantomeno parte di esso, svolgendo, durante l'orario di lavoro, incombenze private estranee ai compiti istituzionali), sostenendo che in tal caso non troverebbe applicazione in quanto l'imputato non aveva nessun obbligo di timbratura del tesserino di entrata e di uscita e che lo stesso, nel periodo in contestazione, non aveva mai avanzato richieste di straordinario sicché, nella specie, mancherebbero gli artifizi ed i raggiri ed un danno al Comune.
 
Di diverso avviso è la Suprema Corte laddove nella sentenza ha testualmente evidenziato l'irrilevanza della mancanza di un "obbligo di timbratura del tesserino di entrata e di uscita e dell'omessa presentazione di richieste di remunerazione di straordinari, trattandosi - ad ogni modo - di circostanze di per sè irrilevanti ai fini del decidere, là dove il dato saliente ai fini della integrazione della fattispecie é che l'imputato si dedicasse durante l'orario di lavoro a faccende estranee ai compiti d'ufficio". 
 

La Direzione

(5 dicembre 2016)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e, se possibile, link a pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

15 novembre 2016
Reati contro la P.A. | I principi sanciti dalla Suprema Corte nella sentenza del 9 novembre 2016.

 
 
Condividi la notizia

26 maggio 2016
Corte di Cassazione | I principi sanciti dalla Sezione Lavoro nella sentenza n. 10842 del 25.5.2016.

 
 
Condividi la notizia

17 novembre 2016
Giustizia | I principi sanciti nella sentenza della Terza Sezione Penale della Corte di Cassazione del 16.11.2016.

 
 
Condividi la notizia

14 dicembre 2014
Edilizia | Interventi ulteriori, anche di frazionamento o accorpamento, su immobili abusivi ripetono le caratteristiche di illegittimità dall'opera principale alla quale ineriscono strutturalmente. Il principio espresso dalla Terza Sezione Penale nella sentenza dell'11.12.2014.

 
 
Condividi la notizia

29 novembre 2015
Reati contro il patrimonio | I principi sanciti dalla Terza Sezione Penale della Corte di Cassazione nell'esportazione abusiva di beni culturali.

 
 
Condividi la notizia

28 dicembre 2014
Corte dei Conti | Niente lamenti di dolori, niente collare di Schanz. Dopo la condanna penale per diserzione e truffa militare arriva anche la condanna del Giudice contabile proprio alla Vigilia di Natale.

 
 
Condividi la notizia

15 giugno 2016
Consiglio dei Ministri | Al dipendente colto in flagrante sospensione cautelare entro 48 ore e procedimento disciplinare che dovrà concludersi entro 30 giorni. Responsabilità disciplinare del dirigente.

 
 
Condividi la notizia

10 aprile 2016
Riforma della P.A. | Invito ad eliminare la responsabilità penale dei dirigenti e le azioni per danno all'immagine. I punti principali ed il testo del parere n. 864/2016 sullo schema di decreto.

 
 
Condividi la notizia

13 agosto 2015
Poesia di agosto | di Enrico Michetti

 
 
Condividi la notizia

24 luglio 2014
Corte dei Conti | Il giudice contabile condanna il sovrintendente a risarcire la Polizia di Stato per il danno all’immagine provocato.

 
 
Condividi la notizia

4 settembre 2015
Argentina | Poesia di Enrico Michetti

 
 
Condividi la notizia

16 settembre 2014
Reati contro l'ordine pubblico | La Prima Sezione della Corte di Cassazione ha affermato che il “saluto romano” e l'intimazione del coro "presente" effettuato durante una manifestazione pubblica integrano condotte idonee a determinare il pericolo di riorganizzazione del partito fascista.

 
 
Condividi la notizia

23 luglio 2014
CORTE DEI CONTI | Accettava denaro per facilitare l'’importazione di cocaina da Santo Domingo. Dopo la condanna penale, arriva anche la condanna dei giudici contabili a risarcire il danno erariale e il danno all’'immagine provocati.

 
 
Condividi la notizia

1 febbraio 2015
Lavoro pubblico | I principi sanciti dalla Corte di Cassazione Quarta Sezione Lavoro sentenza n. 27481 del 30.12.2014.

 
 
Condividi la notizia

26 febbraio 2017
Corte di Cassazione | La sentenza delle Sesta Sezione Penale del 20 febbraio 2017.

 
 
 
 
 
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 Tweet dalla P.A.
 
CORTE
COSTITUZIONALE
 
CORTE DI GIUSTIZIA DELL'UNIONE EUROPEA
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.