Condividi la notizia

Corte di Cassazione

Turbata libertà di incanti: il reato scatta anche senza "gara"

Lente d'ingrandimento sulla trattativa privata. Va esclusa l'esistenza di una gara solo quando la P.A. resti libera di valutare, in mancanza di precisi criteri di selezione.

La Sesta Sezione Penale della Corte di Cassazione nella sentenza pubblicata il 18 gennaio 2017 (Presidente: PETRUZZELLIS Data Udienza: 22.11.2016) ha affermato che il reato di turbata libertà degli incanti punito dall'art. 353 del codice penale è configurabile in ogni situazione nella quale la Pubblica Amministrazione proceda all'individuazione del contraente mediante una gara, quale che sia il nomen iuris conferito alla procedura, anche in assenza di formalità e quindi anche là dove ricorra una trattativa privata purchè l'Amministrazione provveda a regolamentarla per forme attuative di un meccanismo di selezione delle offerte per l'aggiudicazione.

Non ricorre il reato, quindi, quando la Pubblica Amministrazione, in mancanza di precisi criteri di selezione, resta libera di valutare giacchè in tal caso, secondo la Corte, deve escludersi l'esistenza di una gara. 

Nella sentenza in esame viene, inoltre, chiarita la nozione di 'preposto', di cui al secondo comma dell'art. 353 cod. pen., precisando come la stessa non vada determinata con riferimento al momento terminale dell'incanto o della licitazione privata con la conseguenza che tale nozione si applica non soltanto al soggetto che presiede o dirige la celebrazione della gara.

Occorre, piuttosto guardare all'intero iter procedimentale, in relazione al quale si considerano 'preposti' tutti coloro che, in qualunque fase della procedura, svolgono compiti essenziali ai fini del conseguimento dell'obiettivo di tutela della libera concorrenza siano i primi anche di fatto.

In applicazione dell'indicato principio, la Suprema Corte ha ritenuto corretta la sentenza impugnata che ha condannato un assessore comunale per avere con accordi fraudolenti turbato la gara - denominata "confronto concorrenziale" - bandita dal comune laddove la Corte territoriale ha valorizzato tutte le iniziative assunte dall'assessore al fine di fare aggiudicare la gara all'impresa prescelta, segnalando i sintomatici momenti della preventiva indicazione alla ditta del valore massimo dell'offerta utile e dell'acquisita informazione dei nomi delle ditte da invitare, per precostruire attraverso offerte di comodo, l'apparenza di una gara. 

Enrico Michetti

 Fonte: Massimario Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana

La Direzione

(29 gennaio 2017)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

17 novembre 2016
Giustizia | I principi sanciti nella sentenza della Terza Sezione Penale della Corte di Cassazione del 16.11.2016.

 
 
Condividi la notizia

4 maggio 2017
Corte di Cassazione | Il passaggio dall'Albo pretorio cartaceo a quello on line. I vecchi metodi per turbare le gare.

 
 
Condividi la notizia

21 febbraio 2017
Suprema Corte | Nessuna depenalizzazione del reato di disturbo della quiete pubblica. La sentenza del 14 febbraio 2017.

 
 
Condividi la notizia

18 agosto 2016
Corte di Cassazione | I principi sanciti dalla Quarta Sezione Penale nella sentenza n. 34800 del 10 agosto 2016.

 
 
Condividi la notizia

24 ottobre 2015
Reati bianchi | Il formarsi del silenzio-rifiuto alla scadenza del termine di 30 giorni dalla richiesta. Le conseguenze nei principi sanciti dalla Corte di Cassazione Sez. VI sentenza n. 42610/2015.

 
 
Condividi la notizia

20 marzo 2016
Abolitio criminis | La soglia di rilevanza penale stabilita dall'art. 3 d.lgs. 15/1/2016 n. 8 nella sentenza della Corte di Cassazione n. 11376/2016.

 
 
Condividi la notizia

29 luglio 2016
Corte di Cassazione | Non basta la DIA se la demolizione e ricostruzione di un edificio presistente dà luogo a "nuova costruzione". L'ordinanza della Settima Sezione Penale n. 32086 del 25 luglio 2016.

 
 
Condividi la notizia

26 febbraio 2017
Corte di cassazione | Il reato è consumato anche se la vittima agisce come agente provocatore. La sentenza del 20 febbraio 2017.

 
 
Condividi la notizia

18 luglio 2016
Corte di Cassazione | I principi sanciti nella sentenza della Prima Sezione Penale n. 26776/2016.

 
 
Condividi la notizia

29 novembre 2015
Reati contro il patrimonio | I principi sanciti dalla Terza Sezione Penale della Corte di Cassazione nell'esportazione abusiva di beni culturali.

 
 
Condividi la notizia

14 dicembre 2014
Edilizia | Interventi ulteriori, anche di frazionamento o accorpamento, su immobili abusivi ripetono le caratteristiche di illegittimità dall'opera principale alla quale ineriscono strutturalmente. Il principio espresso dalla Terza Sezione Penale nella sentenza dell'11.12.2014.

 
 
Condividi la notizia

4 aprile 2016
corte di Cassazione | Il penale scatta anche in caso di sistema informatico pubblico se si "spia" nella casella di colleghi protetta da password, con l'aggravante se a farlo è il superiore gerarchico.

 
 
Condividi la notizia

26 febbraio 2017
Corte di Cassazione | La sentenza delle Sesta Sezione Penale del 20 febbraio 2017.

 
 
Condividi la notizia

18 settembre 2016
Corte di Cassazione | I principi sanciti nella sentenza n. 36866 del 6.9.2016.

 
 
Condividi la notizia

5 dicembre 2016
Corte di Cassazione | Il reato di truffa anche se non esiste l'obbligo di timbratura. I principi sanciti dalla Sesta Sezione Penale nella sentenza del 2 dicembre 2016.

 
 
 
 
 
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 Tweet dalla P.A.
 
CORTE
COSTITUZIONALE
 
CORTE DI GIUSTIZIA DELL'UNIONE EUROPEA
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.