Condividi la notizia

Responsabilità  del custode

L'uso "anomalo" della cosa pubblica esclude il risarcimento del danno 

Il principio, ribadito dalla Corte di Cassazione , interrompe il nesso di causalità ed esclude la responsabilità del custode

Nel luglio 2003 un bambino di otto anni, residente in un paesino calabrese, si procurava lesioni gravi cadendo da un “muretto-marciapiede” (così definito nell’atto di citazione introduttivo del giudizio civile di responsabilità), risultato privo di protezione e sconnesso, sul quale era stato costretto a salire per evitare il traffico automobilistico. Il Tribunale adito accoglieva la domanda risarcitoria e condannava il Comune al ristoro dei danni. La Corte di appello, alla quale si era rivolto l’Ente locale soccombente, ribaltava la sentenza, rigettando l’istanza originaria.

I genitori del bambino, allora, proponevano ricorso per Cassazione la quale, con ordinanza della sesta Sezione, n. 28429 del 28 novembre 2017, lo rigettava. La Suprema Corte, nel richiamare un proprio orientamento consolidato (anzi, sottolineando che lo stesso si è formato da almeno venti anni),  ha ribadito che l’utilizzo “anomalo” di un bene pubblico da parte di una vittima della stessa interrompe il nesso di causalità tra questa ed il danno ed esclude la responsabilità del custode ai sensi dell’art. 2051 cod. civ..

Secondo i giudici di legittimità, quindi, la decisione del bambino di salire sul muretto (che non aveva le caratteristiche di un vero e proprio marciapiede) ha integrato gli estremi dell’uso anomalo della cosa, facendo escludere allora la riferibilità del fatto all’Ente locale titolare dei doveri di custodia. Stabilire, poi, in concreto, se il minore avesse o meno davvero la necessità di salire sul muretto per sottrarsi al traffico veicolare è questione che la Corte ha definito “squisitamente di fatto”, come tale riservata al giudice di merito e non sindacabile in sede di legittimità.

Rodolfo Murra

(29 novembre 2017)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

1 febbraio 2015
Lavoro pubblico | I principi sanciti dalla Corte di Cassazione Quarta Sezione Lavoro sentenza n. 27481 del 30.12.2014.

 
 
Condividi la notizia

15 maggio 2014
Danno erariale | La Corte dei Conti condanna al risarcimento del danno il primo cittadino negligente.

 
 
Condividi la notizia

23 febbraio 2016
Corte di Cassazione | L'inerzia del Comune nel rilascio non salva il venditore. L'inadempimento contrattuale ed il risarcimento del danno nella sentenza dell'8.2.2016 n. 2438.

 
 
Condividi la notizia

9 febbraio 2015
Appalti | Euro 343.455,51 di risarcimento del danno da mancata aggiudicazione e danno curriculare nella sentenza del Consiglio di Stato del 9 febbraio 2015.

 
 
Condividi la notizia

25 maggio 2014
Consiglio di Stato | L'inosservanza del termine per concludere il procedimento amministrativo può comportare la condanna dell'Amministrazione inadempiente al risarcimento del danno o all'indennizzo da ritardo.

 
 
Condividi la notizia

8 febbraio 2015
Riforma della Giustizia | Obbligo per gli avvocati di avviare un tentativo di negoziazione assistita prima del deposito della domanda giudiziale nelle controversie per il risarcimento del danno da sinistri stradali e recupero di somme, fino a 50mila euro, a qualsiasi titolo dovute.

 
 
Condividi la notizia

9 agosto 2015
Consiglio di Stato | L'applicazione dell'art. 2043 Cod. civ. e la ricerca della relazione di causalità tra la condotta dell'amministrazione ed il danno ingiusto.

 
 
Condividi la notizia

9 marzo 2015
Corte dei conti | Va distinto il momento del perfezionamento dell'obbligazione da quello della concretezza e dell'attualità del danno.

 
 
Condividi la notizia

3 novembre 2014
Responsabilità medica | Policlinico Umberto I di Roma, accertata anche dalla Corte dei Conti la colpa grave degli anestesisti che dovranno risarcire l'Università La Sapienza.

 
 
Condividi la notizia

24 luglio 2014
Corte dei Conti | Il giudice contabile condanna il sovrintendente a risarcire la Polizia di Stato per il danno all’immagine provocato.

 
 
Condividi la notizia

30 marzo 2016
Approfondimenti | Si pubblica la circolare della Procura della Repubblica di Trento sulla nuova disciplina.

 
 
Condividi la notizia

1 aprile 2016
riforma | Le finalità della nuova legge n. 41/2016. I tre livelli di pena. La fascia sanzionatoria per le lesioni stradali.

 
 
Condividi la notizia

16 settembre 2014
Reati contro l'ordine pubblico | La Prima Sezione della Corte di Cassazione ha affermato che il “saluto romano” e l'intimazione del coro "presente" effettuato durante una manifestazione pubblica integrano condotte idonee a determinare il pericolo di riorganizzazione del partito fascista.

 
 
Condividi la notizia

1 agosto 2014
Corte dei conti | I giudici contabili siciliani, dopo aver condannato al risarcimento il sindaco, riconoscono, in secondo grado, la responsabilità amministrativa anche del segretario comunale.

 
 
Condividi la notizia

7 aprile 2015
Danno da ritardo | Il ritardo nell'emanazione di un provvedimento non genera automaticamente il diritto al ristoro dei danni. La sentenza del Consiglio di Stato del 7.4.2015.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 Tweet dalla P.A.
 
CORTE
COSTITUZIONALE
 
CORTE DI GIUSTIZIA DELL'UNIONE EUROPEA
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.