Condividi la notizia

Edilizia

La DIA è un atto di natura privata non impugnabile dai terzi

Il Tar Lecce dichiara inammissibile il ricorso proposto da un vicino.

Una società proprietaria di una villa ubicata lungo la costa pugliese si avvedeva che in un lotto di terreno limitrofo erano in corso lavori edilizi verosimilmente finalizzati a realizzare un muro di recinzione; la società, dopo aver prontamente presentato formale esposto alle Autorità competenti, attesa a suo dire l’evidente illegittimità dei lavori in corso di esecuzione, ha dovuto tuttavia riscontrare la formazione del silenzio assenso sulla D.I.A. presentata dai confinanti, con l’autorizzazione, altresì, sia della locale Capitaneria di Porto che della Soprintendenza ai beni ambientali.

Proponeva allora ricorso al TAR impugnando l'avversa D.I.A. e chiedendone l'annullamento.

Il TAR pugliese (III Sez. di Lecce), con sentenza 16 marzo 2018, dichiarava inammissibile l'impugnativa.

Il Collegio ha avuto infatti vita facile a spiegare che la D.I.A. è, come noto, un atto del privato privo di valore provvedimentale ed in quanto tale non direttamente impugnabile dai terzi; in caso di D.I.A., infatti, la tutela dei terzi che si assumano lesi si realizza attraverso la sollecitazione del potere sanzionatorio o di autotutela da parte della P.A. e, in caso di inerzia da parte di quest’ultima, attraverso l’impugnazione del silenzio rifiuto serbato o l’accertamento dell’illegittimità del comportamento omissivo tenuto dall’Amministrazione stessa, che non si sia attivata per inibire i lavori.

Ed invero, l’art. 19, comma 6 ter, della L. 7 agosto 1990 n. 241, aggiunto dall’art. 6, comma 1, lett. c), del D.L. 13 agosto 2011 n. 138, stabilisce che “la segnalazione certificata di inizio attività, la denuncia e la dichiarazione di inizio attività non costituiscono provvedimenti taciti direttamente impugnabili. Gli interessati possono sollecitare l’esercizio delle verifiche spettanti all’amministrazione e, in caso di inerzia, esperire esclusivamente l’azione di cui all’art. 31, commi 1, 2 e 3 del D.L.vo 2 luglio 2010 n. 104”.

Su tali basi è stata ritenuta inammissibile una domanda di annullamento di una d.i.a., atto che ha natura oggettivamente e soggettivamente privata.

Fonte: Massimario G.A.R.I.

Mattia Murra

(20 marzo 2018)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

4 maggio 2015
Giustizia amministrativa | I tre diversi orientamenti giurisprudenziali nella sentenza del TAR Molise del 4.5.2015, n. 181.

 
 
Condividi la notizia

6 aprile 2015
Sanatoria e abitabilità | Non basta l'accertamento dei soli requisiti igienico-sanitari. I principi sanciti dal TAR Campania nella sentenza del 2.4.2015.

 
 
Condividi la notizia

19 aprile 2015
Edilizia | Per la sentenza del TAR Napoli del 17.4.2015 n. 2197 si decide caso per caso.

 
 
Condividi la notizia

29 aprile 2014
Edilizia | Il principio e' contenuto nell'ultimo deposito di ieri della sentenza della Quinta Sezione del Consiglio di Stato.

 
 
Condividi la notizia

29 luglio 2016
Corte di Cassazione | Non basta la DIA se la demolizione e ricostruzione di un edificio presistente dà luogo a "nuova costruzione". L'ordinanza della Settima Sezione Penale n. 32086 del 25 luglio 2016.

 
 
Condividi la notizia

30 ottobre 2018
CORTE DI CASSAZIONE | La Suprema Corte si pronuncia su un grave episodio di mancato esercizio dei controlli, fonte di plurimi reati.

 
 
Condividi la notizia

11 giugno 2018
Porto d'armi | Il Consiglio di Stato ribalta una sentenza del TAR Campania.

 
 
Condividi la notizia

5 agosto 2015
Fiscalità locale | La sentenza non definitiva del TAR Lazio del 4 agosto.

 
 
Condividi la notizia

26 aprile 2015
Giustizia Amministrativa | La mancanza di una disposizione normativa impositiva dell'obbligo di provvedere non preclude l'impugnazione. La sentenza del TAR Campania Napoli del 24.4.2015.

 
 
Condividi la notizia

22 maggio 2018
Offerte in gare d'appalto | Per il Tar Calabria la sentenza di applicazione della pena su richiesta è assimilata ad un accertamento di responsabilità.

 
 
Condividi la notizia

26 febbraio 2015
giustizia amministrativa | Con la sentenza della Sezione II del TAR Lazio del 23 febbraio 2015 viene definito ed "ampliato" il concetto di atto amministrativo ai fini dell'accesso ai documenti.

 
 
Condividi la notizia

12 dicembre 2014
Senato della Repubblica | Il Servizio studi del Senato ha pubblicato una Nota sulla sentenza della Corte di Giustizia del 26 novembre 2014 sulla successione dei contratti di lavoro a tempo determinato per il personale docente e ATA della scuola.

 
 
Condividi la notizia

14 dicembre 2014
Edilizia | Interventi ulteriori, anche di frazionamento o accorpamento, su immobili abusivi ripetono le caratteristiche di illegittimità dall'opera principale alla quale ineriscono strutturalmente. Il principio espresso dalla Terza Sezione Penale nella sentenza dell'11.12.2014.

 
 
Condividi la notizia

8 gennaio 2015
Edilizia | L'Amministrazione in presenza di una denuncia di inizio attività illegittima può intervenire, dopo il termine di 30 giorni dall'inizio della realizzazione delle opere o 60 dalla presentazione della denuncia, solo con l'annullamento d'ufficio.

 
 
Condividi la notizia

1 maggio 2016
Giustizia amministrativa | L'ordinanza del TAR Lazio del 29 aprile 2016 n. 4882.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.