Condividi la notizia

AGCOM

Cambio operatore di telefonia o tv: approvate le linee guida

L'obiettivo è garantire tutele agli utenti che decidono di recedere da un contratto o cambiare operatore.

Garantire agli utenti tutele precise nel momento in cui decidono di recedere da un contratto o di cambiare operatore. Questo l’obiettivo dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (di seguito Agcom) che, al termine di una consultazione pubblica, ha approvato nuove “Linee guida sulle modalità di dismissione e trasferimento dell’utenza nei contratti per adesione”, con delibera 487/18/CONS. 

 Agcom ha voluto dunque chiarire le modalità attraverso le quali vigilerà sulla corretta applicazione, da parte degli operatori di telecomunicazioni e di reti televisive, delle norme che regolano il passaggio ad altro gestore o il recesso per volontà degli utenti. In tali situazioni – distinte da quelle di variazioni unilaterali dei termini contrattuali da parte degli operatori, per le quali gli utenti hanno diritto a recedere senza costi o penali - gli operatori possono infatti richiedere la corresponsione di una serie di costi di recesso agli utenti.

L’Autorità, dando attuazione alle novità normative introdotte dalla Legge Concorrenza, ha innanzitutto chiarito che la disciplina delle spese di recesso deve applicarsi a tutti i costi che gli operatori addebitano agli utenti quando questi ultimi recedono dal contratto. Non solo, dunque, ai costi sostenuti dagli operatori per dismettere o trasferire l’utente - che, in base alla legge devono essere commisurati al valore del contratto e ai costi sostenuti dall’azienda - ma anche a quelli relativi la restituzione degli sconti erogati in caso di offerte promozionali, nonché ai costi relativi al pagamento delle rate residue dei prodotti e ai servizi offerti congiuntamente al servizio principale.

L’Autorità ha stabilito che le spese di recesso non possono eccedere il canone mensile mediamente pagato dall’utente: il riferimento al canone mensile consente di evitare che gli operatori addebitino agli utenti spese non proporzionate al valore del contratto.

 Inoltre, la restituzione degli sconti dovrà essere equa e proporzionata al valore del contratto ed alla durata residua della promozione. Viene quindi posto fine alla prassi per la quale agli utenti è richiesta la restituzione integrale degli sconti goduti: gli operatori potranno richiederne la restituzione, ma in una misura certamente inferiore a quella attuale. Infine, gli utenti che recedono anticipatamente dal contratto potranno scegliere se continuare a pagare le rate residue (relative ai servizi e ai prodotti offerti congiuntamente al servizio principale) o pagarle in un’unica soluzione. Solo in questo modo, secondo l’Autorità, sarà garantita all’utente la piena libertà di recedere dal contratto.

Le linee guida hanno anche previsto che la durata della rateizzazione dei servizi (quali i servizi di attivazione, i servizi accessori, etc.) non potrà eccedere i ventiquattro mesi. In linea con quanto stabilito dalla legge concorrenza, sono stati poi rafforzati gli obblighi informativi e di comunicazione, stabilendo, in particolare, l’obbligo per gli operatori di rendere note tutte le spese che l’utente dovrà sostenere in corrispondenza di ogni mese in cui il recesso potrebbe essere esercitato.

Fonte: AGCOM, comunicato deL 2 novembre 2018

La Direzione

(5 novembre 2018)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

22 marzo 2015
Elezioni | Divieto per le Amministrazioni pubbliche di svolgere attivita' di comunicazione ad eccezione di quelle effettuate in forma impersonale ed indispensabili per l'efficace assolvimento delle proprie funzione.

 
 
Condividi la notizia

9 luglio 2015
Giustizia amministrativa | I principi sanciti dal TAR Emilia Romagna dell'8.7.2015 sulle modalità di recesso/revoca.

 
 
Condividi la notizia

28 dicembre 2014
Ministero della Giustizia | Solo 1000 comuni hanno attivato la procedura. Rinviato il termine per dare modo ai restanti comuni di procedere alla comunicazione telematica.

 
 
Condividi la notizia

26 novembre 2015
AgID | Il settore del 'Machine to Machine' (M2M), detto anche 'internet of things', include una vastissima ed eterogenea gamma di servizi di comunicazione elettronica.

 
 
Condividi la notizia

1 aprile 2015
Garante Privacy | In vigore le nuove regole per acquistare in sicurezza prodotti e servizi digitali.

 
 
Condividi la notizia

25 aprile 2018
TAR LAZIO | Secondo i giudici la sospensione sine die del procedimento autorizzatorio in attesa di un futuro regolamento ad hoc è illegittima.

 
 
Condividi la notizia

30 marzo 2015
Ministero del Lavoro | Progetto per i cittadini che beneficiano di misure di sostegno al reddito che vogliono dare un contributo alla vita della comunità.

 
 
Condividi la notizia

18 novembre 2015
#mt2019 | Si sono svolti a Roma, nella sala monumentale della Presidenza del Consiglio dei Ministri e si è parlato della buona pratica della Città dei Sassi Capitale Europea della Cultura.

 
 
Condividi la notizia

1 ottobre 2018
INAIL | La nuova procedura, già disponibile online, sarà obbligatoria dal 9 ottobre, tutti i dettagli all'interno dell'articolo.

 
 
Condividi la notizia

1 dicembre 2014
Consiglio di Stato | L'aggiudicatario provvisorio ha solo una aspettativa alla conclusione del procedimento. La procedura di gara risulta cristallizzata soltanto con l’aggiudicazione definitiva.

 
 
Condividi la notizia

6 agosto 2014
Spese pazze | Si va dalle spese pazze per l'energia elettrica a quelle dei contratti per la telefonia mobile delle forze armate. Colpiti dalle lettere dei commissari non solo comuni e amministrazioni provinciali, ma anche ministeri e forze armate.

 
 
Condividi la notizia

11 ottobre 2014
Spending review | Carburante, telefonia, energia, e tanto altro. Non sempre gli Enti pubblici rispettano la legge sull'acquisto centralizzato dei servizi. L'Autorità Anticorruzione pubblica i risultati dell'indagine effettuata con il Commissario Cottarelli.

 
 
Condividi la notizia

17 novembre 2014
MINISTERO DELL'INTERNO | Ecco un provvedimento per snellire le procedure, abbattere i costi e facilitare la vita degli amministratori.

 
 
Condividi la notizia

3 aprile 2018
Procedimenti di secondo livello | Interessante decisione del Consiglio di Stato su un tema dibattuto.

 
 
Condividi la notizia

6 dicembre 2015
Dichiarazione dei redditi | Inoltre, la nuova Certificazione Unica fornirà all'Agenzia più informazioni rispetto all'anno scorso e si tradurrà in una semplificazione per i sostituti d’imposta.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.