Condividi la notizia

Giustizia Civile

Oltre 5 milioni di cause pendenti: i ritardi costano 1 miliardo l'anno alle imprese

Da un'analisi di Confartigianato risulta che in Europa solo la Grecia e' piu' lenta di noi per arrivare alla sentenza di primo grado.

Uno dei pilastri su cui poggia la riforma della Giustizia varata dal Governo Renzi è la drastica riduzione dell’arretrato e dei tempi delle cause civili. Su questo specifico punto è intervenuto il Presidente di Confartigianato Giorgio Merletti, il quale ha evidenziato come le lentezze della giustizia civile costino alle imprese non meno di un miliardo di euro l’anno. Ne dà notizia Repubblica.it.

Dall’analisi di Confartigianato emerge chiaramente come il nostro Paese si piazzi al penultimo posto nella graduatoria europea della “giustizia civile più veloce”, essendo necessari in media ben 1.185 giorni per ottenere una sentenza di primo grado. 

Solo la Grecia è più lenta di noi, con i suoi 1.300 giorni; ma non è una grande consolazione, visto che la media europea si attesta sui 544 giorni, vale a dire meno della metà del tempo impiegato dai giudici civili in Italia. Il Presidente Merletti, presentando il rapporto sulla lentezza della giustizia civile, ha sottolineato come nelle procedure fallimentari si arrivi addirittura a 7 anni per chiudere un fascicolo.

Quanto al civile, si riscontano dati diversi nelle varie zone del Paese, tanto che si passa dai 1.992 giorni di media di Messina, ai 601 di Trento, quasi in linea con la media europea. Confartigianato sottolinea che tra il 1980 ed il 2013, negli uffici giudiziari italiani, si sono accumulate la bellezza di 5.257.693 cause civili pendenti.

Si fa inoltre notare che, per “efficienza del sistema giudiziario, l’Italia è al 24° posto tra i 27 Paesi della UE” (ndr : ora i Paesi membri sono 28, ma il concetto è chiaro lo stesso). Nel nostro caso, oltretutto, non ci si può nemmeno difendere con la consueta lamentela della “scarsità di risorse”, dato che la spesa pubblica per la Giustizia, in Italia, è più o meno in linea con quella del resto dell’Europa : vale a dire, lo 0,3% del prodotto interno lordo, con la media del continente che arriva allo 0,4%.

Tutto questo, secondo Confartigianato, si trasforma in un costo per le imprese italiane, che è stato quantificato complessivamente in 1.032 milioni di euro ogni anno. Infatti, secondo il Presidente Giorgio Merletti “l’efficienza della giustizia civile è un fattore determinante per l’attività delle imprese e per le condizioni di sviluppo del Paese” e finisce per diventare un fardello pesantissimo in termini di “competitività” con le aziende estere.

E’ per questo che Confartigianato ritiene estremamente importante che diminuiscano drasticamente i tempi della giustizia civile.

 

Moreno Morando

(31 agosto 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

14 gennaio 2015
Ministero della Giustizia | Presentato il Programma Strasburgo 2. Ridurre ad un anno la durata massima delle cause civili commerciali ed a meno di tre anni le altre cause di primo grado dimezzando al contempo l’arretrato e dando priorità processuale alle cause di imprese e famiglie.

 
 
Condividi la notizia

27 giugno 2014
Giustizia | Nel corso di un incontro con l'Associazione Nazionale Magistrati il Ministro Andrea Orlando ha chiarito che nel progetto di riforma della Giustizia non sarà prevista alcuna riduzione dell'uso delle intercettazioni.

 
 
Condividi la notizia

12 agosto 2014
Governo | C'è tempo fino al 31 agosto 2014 per partecipare alle consultazioni pubbliche sulle linee guida dello "Sblocca Italia" e della riforma della Giustizia.

 
 
Condividi la notizia

28 giugno 2014
Governo | L'esecutivo convocato per lunedi' 30 giugno dovra' affrontare varie questioni, ma nell'elenco diramato dalla Presidenza del Consiglio non si fa cenno alla questione piu' delicata, sulla quale ha lavorato a lungo il ministro Orlando

 
 
Condividi la notizia

30 giugno 2014
Consiglio dei Ministri | Nella conferenza stampa organizzata dopo la riunione dell'Esecutivo, il Presidente del Consiglio ha parlato delle questioni scottanti delle intercettazioni e della responsabilita' civile dei magistrati. la Concordia sara' smantellata a Genova.

 
 
Condividi la notizia

15 marzo 2016
Presidenza italiana | Il Ministro della giustizia italiano, On.le Andrea Orlando, presiederà domani la Conferenza Ministeriale OCSE anticorruzione.

 
 
Condividi la notizia

1 settembre 2015
Giustizia-Anci | Siglato un Accordo quadro tra il Guardasigilli Andrea Orlando ed il Presidente dell'associazione Piero Fassino.

 
 
Condividi la notizia

21 ottobre 2015
Parigi 2016 | Il Ministro della Giustizia italiano, On.le Andrea Orlando, presiederà la Conferenza ministeriale anticorruzione dell'OCSE, in programma il 16 marzo 2016 a Parigi.

 
 
Condividi la notizia

5 agosto 2014
RIFORMA DELLA GIUSTIZIA | Il commento del presidente dell'Associazione nazionale dei magistrati sulle linee guida della riforma della giustizia e sulle nuove norme in merito alla responsabilità dei magistrati.

 
 
Condividi la notizia

26 giugno 2014
Giustizia | La riforma della Giustizia approderà il 30 giugno in CDM. Attese nuove norme sulle intercettazioni, riforma del CSM, reintroduzione del reato di falso in bilancio. Le opposizioni affilano le lame.

 
 
Condividi la notizia

21 agosto 2014
Riforma della Giustizia | Con un tweet al vetriolo il Premier ha contestato il rifiuto del M5S di incontrare Orlando, riferendosi alle dichiarazioni di Di Battista.

 
 
Condividi la notizia

28 agosto 2014
Consiglio dei Ministri | Il Premier portera' domani all'attenzione del CdM una serie di riforme per la cui attuazione ci sarebbero problemi di copertura finanziaria.

 
 
Condividi la notizia

10 settembre 2014
Associazione Nazionale Magistrati | L'ANM ha diffuso un comunicato durissimo contro le linee di riforma annunciate dal Ministro Orlando, nella foto con Renzi. Caos in Emilia-Romagna per le indagini sulle "spese pazze" in Consiglio Regionale.

 
 
Condividi la notizia

22 maggio 2014
Michele Bordo, Presidente della Commissione per le Politiche UE presenta il Piano per l'Europa | Occorre utilizzare le risorse europee per le infrastrutture soprattutto nel mezzogiorno | C'è difficoltà nella predisposizione di progetti per mancanza di conoscenze, di competenze e per scelte sbagliate di committenti e fruitori | Non si riescono molto spesso a realizzare le opere nei termini | L'Europa che punta tutto sul rigore dei conti pubblici rischia di portare molti Paesi verso la recessione | Occorre rendere più moderna la nostra pubblica amministrazione per poter essere più competitivi | Una seria riforma della giustizia consentirà processi più celeri e drastica riduzione dei contenziosi | L'Agenzia Nazionale Per La Coesione controllerà i progetti, la loro rendicontazione e si sostituirà alle realtà non in grado di utilizzare le risorse | L'innovazione tecnologica è fondamentale per agganciare il futuro | Il prossimo Parlamento Europeo potrà essere il più antieuropeo della sua storia

 
 
Condividi la notizia

6 ottobre 2015
Contenzioso | Scatta la guerra al vecchio arretrato. Il Ministero comunica che entra ufficialmente nella fase operativa il 'Programma Strasburgo 2'.

 
 

Ascolta "La Pulce e il Prof"

 
Il diritto divulgato nella maniera più semplice possibile
 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.