Condividi la notizia

Allevamento di animali

Il Consiglio di Stato salva le colombe nel Comune di Assisi

La perimetrazione del territorio comunale ai fini del codice della strada non produce effetti sulla collocazione degli allevamenti. Il principi espressi dai giudici di Palazzo Spada nella sentenza del 5 dicembre 2014.

Vicenda un po' bizzarra giunge innanzi al Consiglio di Stato, dove si controverte di colombe, notoriamente simbolo di pace, ma non in questo caso, relativamente alle quali il Comune di Assisi, anch'esso icona della pace e simbolo religioso, diffidava però una Azienda agricola ad allontanare le voliere poste ad una distanza inferiore ai cinquanta metri dalla abitazione più vicina entro 3 mesi della frazione di Tor d’Andrea di Assisi.

Il Consiglio di Stato con la sentenza del 5 dicembre ha annullato in parte la sentenza del TAR che aveva rigettato il ricorso proposto dall'Azienda Agricola in quanto ha ritenuto la compatibilità dell’attività di allevamento di colombi in questione con la tipizzazione della zona in cui è insediata, destinata dal piano regolatore generale ad attività agricola.

Precisa il Collegio che l’allevamento di animali rientra nell’attività agricola ai sensi dell’articolo 2135 del codice civile e l’allevamento delle specie avicole in particolare, salvo che per dimensioni e tecniche ricada nell’attività industriale, è considerata agricola per espressa previsione normativa (cfr. legge 3 maggio 1971, n. 419 emanata per l’applicazione dei Regolamenti comunitari n. 1619 del 1968 e n. 95 del 1969), quand’anche abbia un valore preminente rispetto alla terra.

È stato, peraltro inutile per il Comune di Assisi richiamare la disciplina dettata dall’articolo 54 del regolamento comunale di igiene, che si riferisce alla perimetrazione adottata ai fini del codice della strada.

La norma regolamentare, laddove vieta la presenza di stalle, pollai e altri depositi di animali da cortile all’interno dell’abitato del capoluogo e delle frazioni come perimetrati con delibera consiliare fa riferimento ad un atto di pianificazione degli allevamenti zootecnici ispirato a criteri urbanistico – edilizi e igienico - sanitari, che comportano valutazioni di natura latamente tecnico – discrezionale, appartenenti come tali alla competenza dell’organo consiliare.

Tutt’altra natura, chiarisce il Collegio, ha la perimetrazione del centro abitato ai fini del codice della strada, essendo questa predisposta in funzione delle esigenze di organizzazione del traffico, per stabilire i limiti di velocità, la segnaletica e tutto quanto rileva nell’ambito della circolazione stradale.

La differenza tra le diverse perimetrazioni non ne consente un utilizzo al di fuori della finalità per cui è stata adottata ed in particolare ai fini della disciplina urbanistica nella quale ricade anche l’igiene.

Peraltro non è irrilevante che l’articolo 54 del regolamento comunale richieda che la perimetrazione sia adottata con delibera di consiglio comunale, mentre la delibera comunale sopra indicata è atto della giunta comunale.

In conclusione, il Consiglio di Stato ha ritenuto fondata la censura dedotta dall'Azienda Agricola in quanto la zona interessata dalla azienda avicola è al di fuori della zona abitata.

Enrico Michetti

Per acquisire la sentenza richiaderla via mail a: info@gazzettaamministrativa.it

La Direzione

(8 dicembre 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

9 febbraio 2015
Appalti | Euro 343.455,51 di risarcimento del danno da mancata aggiudicazione e danno curriculare nella sentenza del Consiglio di Stato del 9 febbraio 2015.

 
 
Condividi la notizia

28 aprile 2015
Agcom | I principi sanciti nella sentenza del Consiglio di Stato del 27.4.2015, n. 2156.

 
 
Condividi la notizia

7 maggio 2016
Riforma | I punti principali evidenziati dal Consiglio di Stato, Commissione Speciale, nel parere del 3 maggio 2016 n. 1075.

 
 
Condividi la notizia

26 aprile 2015
Concorsi | La sentenza della Terza Sezione del Consiglio di Stato del 24.4.2015.

 
 
Condividi la notizia

20 aprile 2015
Pubblica amministrazione | Il giudizio di ottemperanza nei principi sanciti nella sentenza della Quinta Sezione del Consiglio di Stato del 20 aprile 2015, n. 2002.

 
 
Condividi la notizia

7 aprile 2014
Pedaggi autostradali | Il pedaggio non e' un'imposizione fiscale e deve essere assicurata la corrispondenza tra pagamento e fruizione

 
 
Condividi la notizia

5 agosto 2014
Attività di estetista | Per lettini abbronzanti e lampade UVA, anche se direttamente ed autonomamente utilizzati da soci di circoli privati, e' necessaria l'autorizzazione comunale.

 
 
Condividi la notizia

23 settembre 2014
Accesso agli atti | Il diritto di cronaca si piega davanti all'interesse ad accedere agli atti.

 
 
Condividi la notizia

27 agosto 2015
Concorsi | Il possesso dei requisiti psico-fisici dei candidati a posti nel pubblico impiego nella sentenza del 26 agosto 2015 n. 4017.

 
 
Condividi la notizia

23 aprile 2016
Riforma | I punti principali sullo schema del Testo Unico nel parere della Commissione Speciale n. 968 del 21.4.2016.

 
 
Condividi la notizia

19 maggio 2016
Riforma | Giudizio positivo, ma permangono alcuni rilievi sullo schema di decreto legislativo.

 
 
Condividi la notizia

16 ottobre 2016
Riforma | La sintesi con i punti principali e il testo per esteso del parere n. 2113 del 14.10.2016.

 
 
Condividi la notizia

10 aprile 2015
Giustizia amministrativa | Il mancato rispetto degli obblighi relativi al pagamento delle imposte e tasse definitivamente accertato impedisce la partecipazione alla procedura d'appalto.

 
 
Condividi la notizia

13 febbraio 2015
politica e socialnetwork | Gli atti d'indirizzo della politica debbono concretarsi nella dovuta forma tipica dell'attività della pubblica amministrazione. La sentenza del 12 febbraio 2015 sui "cinguettii" dei Ministri.

 
 
Condividi la notizia

10 giugno 2015
Giustizia amministrativa | Tempi duri per gli avvocati prolissi. In Gazzetta Ufficiale pubblicato il decreto che fissa le dimensioni dei ricorsi e degli altri atti difensivi.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.