Condividi la notizia

Privacy e Ispettorato

Lavoro irregolare, la tutela del lavoratore contro indebite pressioni

Una sentenza del Consiglio di Stato impedisce la conoscibilità, al datore di lavoro, delle dichiarazioni e dell'identità dei lavoratori contenute negli atti ispettivi.

Sancita dal Consiglio di Stato, come emerge dalla sentenza n. 5779/2014, "la prevalenza del diritto alla riservatezza dei lavoratori" rispetto all'esigenza di conoscibilità, da parte del datore di lavoro, di alcuni documenti redatti dall'Ispettorato del lavoro per irregolarità dell'azienda nella gestione dei rapporti di lavoro.

E' prioritaria, al riguardo, la "privacy" dei dipendenti oggetto delle irregolarità rilevate/riscontrate in materia di rapporti di lavoro, previdenza e assistenza. In particolare si vuole mettere al riparo, con la garanzia dell'anonimato, i lavoratori da possibili "ritorsioni", da parte dell'impresa, per aver interessato gli uffici dell'Ispettorato del lavoro.

Cio', ovviamente, esula dalla tutela per l'impresa, in materia di trasparenza, dell'azione della PA, tutela che è garantita sufficientemente dalla conoscenza e notifica del "verbale di accertamento" da parte degli uffici dell'ispettorato del Ministero del Lavoro, che contiene tutti gli estremi e rilievi ispettivi.

I giudici amministrativi superiori, con tale sentenza, affermano la necessità di tenere riservati i documenti che possono cagionare, con la loro divulgazione, azioni discriminatorie, indebite pressioni o pregiudizi, a carico di lavoratori o di terzi.

Nel caso specifico, come evidenziato dal Giudice di prime cure, la documentazione richiesta, dall'azienda ispezionata, operante nel territorio della provincia di Foggia, e precisamente dall'amministratore unico, posta alla base dell'ordinanza ingiunzione, e' stata avanzata "solamente" il giorno prima di essere impugnata davanti al giudice, ciò a significare, sostanzialmente, che l'azione di adire il giudice e' stata avviata indipendentemente dalla istruttoria svolta dall'Amministrazione.

Il Consiglio di Stato ha precisato che il diritto alla riservatezza dei lavoratori, che hanno reso dichiarazioni, deve essere tutelato a prescindere da chi chiede la documentazione sia o meno il datore di lavoro.

In conclusione è possibile affermare che il divieto di pubblicazione delle carte poste alla base dell'azione amministrativa ispettiva trova fondamento nei principi sanciti dalla nostra Costituzione, della Convenzione europea per i diritti dell'uomo e della legge 300/1970 "Statuto dei lavoratori".

Per leggere la sentenza www.gazzettaamministrativa.it

Stefano Olivieri Pennesi

(13 dicembre 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

26 giugno 2014
Ispezioni del lavoro | Per le aziende agricole di qualità aderenti alla rete INPS stop alle ispezioni sul lavoro

 
 
Condividi la notizia

15 marzo 2015
Giustizia Amministrativa | Acquista valenza di documento e non è corrispondenza privata l'e-mail inviata al Presidente di un'Ente se il Presidente ha poi provveduto a rendere edotti gli uffici dell'amministrazione dell'esistenza di tale informativa.

 
 
Condividi la notizia

8 novembre 2016
Ministero del lavoro | Accordo con le rappresentanze sindacali o in mancanza autorizzazione dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro. La circolare n. 2/2016.

 
 
Condividi la notizia

20 marzo 2015
Motivazione | I principi stabiliti dal Consiglio di Stato nella sentenza del 20 marzo 2015. E' sufficiente che l'atto sia acquisibile utilizzando il procedimento di accesso ai documenti.

 
 
Condividi la notizia

3 gennaio 2018
Causa di servizio | L'insorgere di patologie ipertensive va dimostrata in concreto. Il principio ribadito nella sentenza del 29 dicembre 2017.

 
 
Condividi la notizia

10 settembre 2014
Diritti dei lavoratori | Il Consiglio di Stato si pronuncia a favore del diritto all’informazione anche per i sindacati non rappresentativi a livello nazionale.

 
 
Condividi la notizia

12 luglio 2015
Giustizia Amministrativa | Il caso dei medici odontoiatri scelti dall'INAIL. La sentenza del Consiglio di Stato n. 3398/2015.

 
 
Condividi la notizia

22 maggio 2015
Giustizia amministrativa | I principi sanciti dal Consiglio di Stato, Sezione Quinta, nella sentenza del 22.5.2015 n. 2580.

 
 
Condividi la notizia

9 febbraio 2015
Appalti | Euro 343.455,51 di risarcimento del danno da mancata aggiudicazione e danno curriculare nella sentenza del Consiglio di Stato del 9 febbraio 2015.

 
 
Condividi la notizia

29 ottobre 2015
Consiglio di Stato | Rivoluzione copernicana nel contenzioso lavoro. I principi sanciti nella sentenza del 28.10.2015.

 
 
Condividi la notizia

16 novembre 2014
Ministero del Lavoro | Presentato da Italia Lavoro il nuovo strumento di mappatura del rischio per il contrasto al lavoro sommerso.

 
 
Condividi la notizia

5 settembre 2015
Lotta al caporalato | L'intesa Tra il Ministero del Lavoro e l'Automobile Club d'Italia consentirà di accedere con immediatezza al Pubblico registro Automobilistico.

 
 
Condividi la notizia

9 aprile 2018
TAR CALABRIA | Ribadita, in una fattispecie in materia di edilizia, l'autonomia dell'azione per ottenere l'accesso agli atti.

 
 
Condividi la notizia

11 agosto 2015
Patronati | Il Ministero del Lavoro elabora il Documento "Vademecum" ad uso degli Ispettori del lavoro impiegati nella vigilanza degli Istituti di Patronato.

 
 
Condividi la notizia

4 luglio 2015
Anomalia dell'offerta | I principi sanciti dalla sentenza della Terza Sezione del Consiglio di Stato del 3 luglio 2015 n. 3329.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 Tweet dalla P.A.
 
CORTE
COSTITUZIONALE
 
CORTE DI GIUSTIZIA DELL'UNIONE EUROPEA
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.