Condividi la notizia

Inchieste

Indagati i vertici di Eni per una maxitangente in Nigeria

La procura di Milano ha disposto assieme alla Corte di Londra il sequestro di 190 milioni di euro che si ipotizzano essere parte di una tangente pagata dai vertici di Eni per l'acquisto di una concessione petrolifera in Nigeria.

Che nel settore dell'O&G maxi fee per intermediazioni e consulenze possano spesso raggiungere più di sei zeri non è una novità. Per la Procura di Milano invece l'Eni avrebbe pagato una vera e propria "tangente" per l'acquisizione di una licenza petrolifera in Nigeria. L'ipotesi è quella di corruzione internazionale. L'ad di Eni Descalzi è sotto inchiesta assieme al nuovo capo della Divisione esplorazioni, Roberto Casula, Paolo Scaroni (ex numero uno del gruppo) e al faccendiere Luigi Bisignani. 

Su richiesta della Procura di Milano, l'autorità giudiziaria inglese ha sequestrato a un intermediario nigeriano due depositi anglo-svizzeri da 110 e 80 milioni di dollari, un sesto circa di quello che nel 2011 Eni avrebbe pagato al governo nigeriano per la concessione del campo di esplorazione petrolifera Opl-245 della società Malabu, per la precisione 1 miliardo e 90 milioni. 

I fatti contestati risalgono al 2010, quando le intercettazioni emerse nell'ambito delle inchieste napoletane dei pm Curcio e Woodcock avevano messo in evidenza i nessi tra la galassia Bisignani e Scaroni, interessati alla concessione petrolifera nigeriana detenuta dalla società Malubu, riconducibile a Dan Etete, l'ex ministro del petrolio.

In quella fase le trattative non andarono a buon fine. Solo nell'aprile del 2011 Eni acquistò per 1 miliardo e 90 milioni di dollari per avere il giacimento (in partnership con Shell) direttamente dal governo. Il FattoQuotidiano riporta tuttavia l'ipotesi dei pm milanesi - che non è dato capire su quali basi sia fondata - secondo i quali, addirittura, il prezzo di 1 miliardo e 90 milioni sarebbe stato interamente una sorta di megatangente, i cui destinatari finali sono ancora da rintracciare.

In un comunicato emesso ieri dall'azienda, "Eni ribadisce la sua estraneità da qualsiasi condotta illecita in relazione all'indagine preliminare avviata dalla Procura di Milano sull'acquisizione del blocco Opl 245 avvenuta nel 2011". La società sottolinea "di aver stipulato gli accordi per l'acquisizione del blocco unicamente con il governo nigeriano e la società Shell. L'intero pagamento per il rilascio a Eni e Shell della relativa licenza è stato eseguito unicamente al governo nigeriano". Il gruppo inoltre aggiunge che "da documenti notificati ieri alla società nell'ambito di un procedimento estero che dispone il sequestro di un conto bancario di una società terza su richiesta della Procura di Milano, risultano indagati "l'amministratore delegato e il direttore operazioni e tecnologie. Eni sta prestando la massima collaborazione alla magistratura e confida che la correttezza del proprio operato emergerà nel corso delle indagini".

L'indagine a orologeria della Procura di Milano arriva a ridosso dell'ipotesi di quotazione di un 5% di Eni detenuto dal Ministero dell'Economia. Una vera e propria tegola che minaccia i potenziali guadagni ipotizzati dal ministro Gian Carlo Padoan. 

Francesco Colafemmina

(12 settembre 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

13 settembre 2014
Inchieste | Il ruolo del ministro del petrolio nigeriano Etete. La partnership con Shell. Il valore del giacimento petrolifero. Ma soprattutto il teorema della procura di Milano e il rischio di un nuovo caso Mediatrade.

 
 
Condividi la notizia

4 settembre 2014
Gas dalle zone di guerra | L'attuale vicepresidente di Rothschild ritiene che la politica della differenziazione delle fonti di approvvigionamento metta in sicurezza il nostro Paese anche in vista dell'inverno.

 
 
Condividi la notizia

28 agosto 2014
Privatizzazioni | Dopo lo stop di Poste Italiane e il flop di Fincantieri, dopo la perdita delle commesse indiane per Finmeccanica, il governo punta su Enel ed Eni. Obiettivo: 5 miliardi di euro entro fine 2014.

 
 
Condividi la notizia

28 novembre 2016
PCM | La conferenza stampa del Presidente Renzi e del Ministro Padoan.

 
 
Condividi la notizia

16 giugno 2014
Economia | Intervistato ieri da Lucia Annunziata il ministro Padoan spiega le ricette del governo per uscire dalla crisi economica.

 
 
Condividi la notizia

16 maggio 2014
Economia | Negativi i dati sulla crescita industriale nel primo trimestre del 2014. Il Ministro Padoan twitta: "Teniamo alta la guardia: testa alla crescita, occhi sui conti, cuore all'occupazione".

 
 
Condividi la notizia

17 agosto 2014
Conti pubblici e parametri UE | Il Governo Renzi ha bisogno di tempo; per il Ministro dell'Economia "pochi trimestri non sono sufficienti".

 
 
Condividi la notizia

21 dicembre 2014
Ministero dell'Economia e delle Finanze | Il ministro Padoan afferma che, grazie al ddl di stabilità approvato al Senato ed ora al vaglio della Camera, nel 2015 i conti pubblici miglioreranno.

 
 
Condividi la notizia

14 agosto 2014
Anomalo indebitamento finanziario | Tutto da rifare, l'azione della Procura ha violato la garanzia di difesa del Sindaco e degli assessori per non aver notificato "l'invito a dedurre".

 
 
Condividi la notizia

20 ottobre 2014
Legge di Stabilita' | Il Premier promette dal 2015 il bonus per i primi tre anni di vita dei figli, mentre il Ministro dell'Economia prevede che le misure creeranno nuovo lavoro.

 
 
Condividi la notizia

25 agosto 2014
"Sblocca Italia" | L'attesissimo provvedimento che dovrebbe spingere l'economia con una serie di misure per il rilancio dell'edilizia e' ancora all'esame di via XX Settembre

 
 
Condividi la notizia

18 giugno 2014
Riforme | A proporlo è il presidente Raffaele Cantone durante un'audizione in commissione ambiente della Camera dei Deputati.

 
 
Condividi la notizia

25 giugno 2014
Privatizzazioni | Il ministro Padoan rassicura sull'interesse degli investitori istituzionali alle privatizzazioni che il governo lancerà nel prossimo semestre. Intanto in Grecia le privatizzazioni spinte dalla Troika rischiano di rendere privato il paradiso naturalistico di Elafonisos.

 
 
Condividi la notizia

9 settembre 2014
Spending review | Il Premier ha riunito il Ministro dell'Economia Padoan ed il Commissario Cottarelli per mettere a punto il piano d'azione.

 
 
Condividi la notizia

1 agosto 2014
Spending Review | Dopo lo sfogo di Cottarelli che denunciava spese non controbilanciate da reali risparmi il premier Renzi chiarisce che la spending review si farà anche senza il commissario.

 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.