Condividi la notizia

Beni artistici

Burocrazia: storie di ordinaria follia

Il sito archeologico di Velia e' ricoperto di erba, dato che il volontario che la tagliava gratuitamente e' stato invitato a "pagarla".

Sono le cose che non vorrebbe mai sentire chi ama veramente questo nostro straordinario e bellissimo Paese. Il Ministro per i Beni Artistici e Culturali si è impegnato fin dal primo minuto del suo incarico per cercare di ridare lustro a tutta l’organizzazione che controlla e gestisce le nostre bellezze artistiche, che certamente potrebbero portare entrate ben più consistenti da parte di turisti e visitatori che arrivano da ogni parte del mondo.

L’idea di snellire l’organizzazione del Dipartimento -complessivamente considerato- e di dare spazio anche a manager esterni va evidentemente in questa direzione. Poi, però, leggi sul Corriere della Serra l’articolo di Marco Nese e ti cadono le braccia, perché ti rendi conto che il lavoro che attende Dario Franceschini è ancora  molto, ma molto lungo.

Nese racconta una delle tante storie di ordinaria follia che pullulano nei meandri della nostra infernale burocrazia e contribuiscono a sporcare la nostra immagine all’estero, ma anche in casa nostra. Siamo a Velia, in provincia di Salerno, nell’area archeologica dell’antica Elea, sulla costa del Cilento; tra i ruderi ed attorno ai resti della scuola del filosofo Parmenide, visitati da oltre 35.000 visitatori l’anno.

La Soprintendenza competente per territorio è quella che mantiene attivi vari siti, compreso quello di Paestum. I finanziamenti che riceve, come al solito, sono scarsi e, quindi, l’area di oltre cento ettari dove si trova la città di Parmenide finisce per essere trascurata, dal punto di vista della manutenzione. Soprattutto dopo che il volontario che potava gratis le enormi piante di ulivo è morto.

Da un po’ di tempo, però, un allevatore di cavalli si era offerto di tagliare gratuitamente tutta l’erba attorno alle necropoli, agli spiazzi, ai ruderi ed a tutti gli antichi resti di Elea. L’uomo arrivava con la sua attrezzatura, tagliava, puliva tutto  e portava via l’erba, che utilizzava per nutrire i suoi cavalli. Tutto bene, direte voi.

Affatto. Perché un giorno il nostro volenteroso allevatore di cavalli si vede arrivare una lettera dalla Soprintendenza di Salerno, che lo invita a pagare l’erba tagliata e prelevata dal sito archeologico. L’uomo dapprima non crede ai suoi occhi, perché pensava di fare un piacere a chi gestisce l’area; poi si offende e risponde: “bene, se è così, l’erba tagliatevela voi!”.

Naturalmente non ci vuole molta fantasia per immaginare come è andata a finire la faccenda. Al momento, tutti resti della scuola eleatica sono ricoperti da erba, rovi, arbusti e rami secchi. La vegetazione continua a crescere, avvolgendo le antiche colonne, i resti del tempio di Esculapio ed il teatro greco;  ma la Soprintendente lamenta la mancanza di fondi per provvedere ad uno sfalcio regolare.

Il Corriere della Sera segnala anche la presenza di un gelso colossale pericolante. Alcuni custodi si sono offerti di provvedere volontariamente con la potatura. Anche qui, tuttavia, la burocrazia ha colpito ancora, perché per mettere in sicurezza il gelso “serve una gara d’appalto”, sempre che nel frattempo non succeda l’irreparabile.

Un custode ha addirittura segnalato che per bloccare un cancello rotto ha dovuto portare un lucchetto da casa; perché per comprarne uno, bisogna compilare i moduli ed aspettare per diverso tempo l’autorizzazione all’acquisto.

I fatti raccontati sono semplicemente allucinanti. E’ giusto che quando ci sono opere di manutenzione costose da effettuare con fondi pubblici si esperiscano tutte le gare e le procedure previste dalla legge. Ma qui stiamo parlando di stupidaggini. Se non ci sono i soldi per tenere pulita l’area archeologica, i volontari dovrebbero essere incoraggiati, non allontanati.

Va bene il rispetto delle regole, ma con l’intelligenza ed il buonsenso si potrebbero fare tante cose; anche in un Paese molto complicato come il nostro.

 

 

 

 

 

Moreno Morando

(20 settembre 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

12 agosto 2016
Mibact | Un’apertura doppiamente straordinaria, dal momento che quest’anno la festività ricorre di lunedì, consueto giorno di chiusura per gran parte dei luoghi della cultura nazionali.

 
 
Condividi la notizia

15 aprile 2016
Legge di Stabilità 2016 | Firmato il decreto dai Ministri Dario Franceschini e Marianna Madia.

 
 
Condividi la notizia

30 aprile 2014
Musei statali | 1° maggio, numerosi musei, monumenti e siti archeologici statali aperti gratuitamente.

 
 
Condividi la notizia

28 settembre 2017
Patrimonio culturale | Ingresso gratuito in oltre 430 tra musei, siti archeologici e monumenti in tutta Italia.

 
 
Condividi la notizia

24 agosto 2014
Beni Culturali | Il Ministro intende valorizzare "l'Italia delle grandi bellezze", con grande attenzione anche per i "percorsi religiosi"

 
 
Condividi la notizia

1 agosto 2015
Cultura | Il progetto, avviato nel 2013 dall'Università di Parigi 1 Panthéon-Sorbonne, mira a fornire informazioni sul patrimonio storico-culturale della regione.

 
 
Condividi la notizia

27 giugno 2018
MIBACT | Domenica porte aperte a cittadini e turisti per una giornata alla scoperta del patrimonio artistico italiano, all’interno dell’articolo tutti i dettagli.

 
 
Condividi la notizia

25 agosto 2014
Cammino di Santiago di Compostela | Il Ministro Dario Franceschini aveva parlato qualche giorno fa dell'idea di "valorizzare" anche i nostri "percorsi religiosi"

 
 
Condividi la notizia

24 ottobre 2015
Mibact | Il Ministro Dario Franceschini ha annunciato i primi concreti risultati della misura varata nell'estate del 2014 dal Governo.

 
 
Condividi la notizia

16 luglio 2014
Beni Culturali | Dario Franceschini ha presentato il provvedimento di riorganizzazione del Ministero dei Beni e delle Attivita' Culturali e del Turismo.

 
 
Condividi la notizia

25 settembre 2015
Percorsi storici | Il Ministro Dario Franceschini l'ha definito 'un grande progetto nazionale", sul quale ha già sentito i presidenti delle 4 regioni interessate.

 
 
Condividi la notizia

22 settembre 2014
Teatro dell'Opera di Roma | Il Ministro Franceschini si schiera apertamente al suo fianco: "poche persone amano come lui il nostro Paese".

 
 
Condividi la notizia

19 agosto 2015
Beni Artistici e Culturali | Sui 20 nominati, 10 donne e 10 uomini. Gli stranieri, tutti cittadini UE, sono 7 (3 tedeschi, 2 austriaci, 1 britannico e 1 francese), 4 gli italiani che tornano dall’estero.

 
 
Condividi la notizia

3 maggio 2018
MIBACT | L'iniziativa del Ministero dei beni e attività culturali e del turismo riguarderà oltre 480 musei, siti archeologici e monumenti in tutta Italia.

 
 
Condividi la notizia

28 novembre 2014
Tutela del patrimonio | Il Ministro Dario Franceschini, ha consegnato al Segretario Generale della Conferenza Episcopale Italiana, Mons. Nunzio Galantino, alla presenza del Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri, Gen. C.A. Leonardo Gallitelli, le “Linee guida per la tutela dei beni culturali ecclesiastici”.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 Tweet dalla P.A.
 
CORTE
COSTITUZIONALE
 
CORTE DI GIUSTIZIA DELL'UNIONE EUROPEA
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.