Condividi la notizia

Jobs act

Renzi dichiara guerra alla vecchia guardia del PD

Nel mirino D'Alema e Bersani. Con un messaggio agli iscritti, il Premier ha attaccato pesantemente chi vuole tornare ad uno scontro ideologico.

Dopo il messaggio durissimo diffuso ieri dal Premier, la Cgil con una serie di tweet ha sostanzialmente aperto al confronto sulla riforma del mercato del lavoro : “basta insulti al sindacato : guardiamoci negli occhi e discutiamone”, si leggeva nella prima dichiarazione. Successivamente, con una serie di messaggi veniva delineata la posizione del sindacato guidato da Susanna Camusso, tutti caratterizzati con l’hastag “fattinonideologia”, con evidente riferimento all’accusa lanciata ieri da Matteo Renzi.

In giornata era tornato sull’argomento anche il segretario generale della Cisl Raffaele Bonanni, che ha differenziato -ancora più di quanto aveva fatto ieri- la sua posizione da quella della Camusso, che a suo parere aveva sbagliato ad accostare Renzi a Margareth Thatcher.  Bonanni ha espresso la disponibilità del suo sindacato a discutere di modifiche dell’art. 18, purchè si tratti di un progetto che tende a superare il precariato diffuso.

Tuttavia, la notizia della giornata è sicuramente l’iniziativa assunta dal segretario del Partito Democratico Renzi, che con una email inviata agli iscritti ha attaccato duramente la c.d. “vecchia guardia” del partito, accusandola apertamente di cogliere l’occasione dell’articolo 18 dello statuto dei lavoratori per aprire “uno scontro ideologico”, e magari “riportare il PD al 25%”.

Il Premier ha sottolineato di essere stato “paragonato ai leader della destra liberista anglosassone degli anni ottanta. A me hanno insegnato che essere di sinistra significa combattere un’ingiustizia, non conservarla”. Renzi ha poi aggiunto: noi siamo qui per cambiare l’Italia e non accetteremo mai di fare la foglia di fico alla vecchia guardia che a volte ritorna. O almeno ci prova. Il 29 settembre presenterò in direzione il jobs act”.

Il segretario del PD ha quindi evidenziato che “dobbiamo attrarre nuovi investimenti, perché senza nuovi investimenti non ci saranno posti di lavoro e aumenteranno i disoccupati”. Renzi ha concluso il suo messaggio accennando ai temi della scuola, del fisco, della legge elettorale e della riforma costituzionale, che “dovranno essere affrontate senza indugio dal Parlamento in queste settimane. Perché se la politica cambia se stessa e dà il buon esempio, poi, tutto è più semplice”.

Matteo Renzi, dunque, ha deciso di “passare il Rubicone” dichiarando apertamente guerra alla minoranza interna. Fino a qualche giorno fa si era limitato a qualche puntura di spillo, ma evidentemente la discesa in campo di Pierluigi Bersani e Massimo D’Alema, entrambi schierati apertamente contro il suo progetto, l’ha convinto che non c’è più margine per la mediazione.

Renzi, quindi, è deciso ad andare avanti a tutti i costi, sapendo di poter contare -in caso di necessità- anche sul sostegno di Silvio Berlusconi, se mancassero voti decisivi per far passare il jobs act. In questo scenario, tuttavia, è anche possibile che il Premier cominci seriamente a pensare alle elezioni anticipate in primavera, se i conflitti interni al suo partito gli impedissero di portare avanti le riforme promesse, per “monetizzare” un consenso personale che, secondo i sondaggi, continua a restare molto alto.

 

Moreno Morando

(20 settembre 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

7 marzo 2015
Riforma Lavoro | In vigore i primi due decreti attuativi del Jobs Act. Il d.lgs. n. 22/2015 e il d.lgs. n. 23/2015 ambedue in attuazione della legge n.183/2014

 
 
Condividi la notizia

5 settembre 2015
Consiglio dei Ministri | L'Esecutivo ha dato il via libera a quattro provvedimenti, che comprendono anche i controlli a distanza e lo stop alle dimissioni in bianco.

 
 
Condividi la notizia

1 ottobre 2014
Mercato del lavoro | Presso la Commissione lavoro della Camera dei deputati sono stati presentati i dati emersi dal sistema informativo Excelsior su gestione dei servizi per il mercato del lavoro nonché sul ruolo ed attività degli operatori.

 
 
Condividi la notizia

22 settembre 2014
Polemiche sul Jobs act | Nel giorno in cui la tensione fra le parti e' ulteriormente aumentata, il Capo dello Stato ha invitato a superare "conservatorismi, corporativismi e ingiustizie"

 
 
Condividi la notizia

25 settembre 2014
Jobs act | Mentre in Italia la minoranza PD presenta emendamenti per modificare la proposta, il Premier dagli Stati Uniti tira dritto per la sua strada.

 
 
Condividi la notizia

7 settembre 2015
Lavoro | Nel convegno si è precisato che il pacchetto di riforme adottate dal Governo Renzi è applicato a tutti gli ambiti del mercato.

 
 
Condividi la notizia

25 giugno 2015
Jobs act | Ha l'obiettivo di informare sulle principali novità normative introdotte dai decreti legislativi di attuazione della delega in materia di lavoro.

 
 
Condividi la notizia

22 settembre 2014
Appuntamenti politici | Si partira' con una nuova votazione per la Consulta e per il Csm, poi iniziera' l'esame del jobs act; mentre PD, sindacato e centrodestra appaiono piu' che mai divisi.

 
 
Condividi la notizia

4 agosto 2015
Rilevazioni ISTAT | Il Ministero del Lavoro pubblica dati statistici e relazioni nella propria "Nota Flash".

 
 
Condividi la notizia

21 febbraio 2015
Lavoro | Le novità contenute nei decreti legislativi approvati dal Consiglio dei Ministri n. 51 del 20 febbraio 2015.

 
 
Condividi la notizia

14 giugno 2015
Consiglio dei Ministri | Due provvedimenti sono stati adottati in via definitiva; gli altri quattro "in esame preliminare'.

 
 
Condividi la notizia

12 ottobre 2015
Lavoro autonomo | Per il Dipartimento delle Finanze, la tendenza degli effetti derivanti dalle nuove forme contrattuali sembra favorire la costituzione di rapporti di lavoro dipendente.

 
 
Condividi la notizia

2 settembre 2014
Mercato del Lavoro | Presentando il programma dei "mille giorni" il Premier ha elogiato la Germania, in particolare sul mercato del Lavoro.

 
 
Condividi la notizia

15 settembre 2015
Istat | Presentate congiuntamente le informazioni più recenti sulla domanda da parte delle imprese e quelle sulla offerta degli individui.

 
 
Condividi la notizia

3 dicembre 2014
Riforme | Con 166 voti favorevoli, 112 contrari e 1 astenuto, l'Assemblea ha approvato in via definitiva il disegno di legge rinnovando la fiducia al Governo.

 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.