Condividi la notizia

Jobs act

Renzi: "la riforma non e' piu' rinviabile. La sinistra non difenda il passato. Il PD scegliera' il futuro"

Mentre in Italia la minoranza PD presenta emendamenti per modificare la proposta, il Premier dagli Stati Uniti tira dritto per la sua strada.

E’ sempre la riforma del mercato del lavoro a tenere banco, mentre il Premier continua il suo viaggio negli Stati Uniti. Ieri il direttore uscente del Corriere della Sera Ferruccio De Bortoli ha sferrato un attacco frontale, durissimo e senza precedenti a Matteo “Renzi”, ripreso da tutti i media.

In sintesi, De Bortoli accusa Renzi di voler far tutto da solo e di essersi circondato di una squadra non all’altezza del ruolo; lo sfida a rivelare tutti i “segreti” del Patto del Nazareno con Berlusconi e parla di vaga vicinanza alla massoneria. Il Premier è furioso per questa uscita del quotidiano di via Solferino e fra gli addetti ai lavori è scattata subito la ricerca del “mandante”. Fra i vari nomi, il più ricorrente è quello del banchiere bresciano Giovanni Bazoli, uno degli azionisti di riferimento di Rcs, società editrice del giornale milanese.

Intanto, la minoranza PD ha formalizzato gli emendamenti per correggere il Jobs act di Renzi, che ha iniziato ieri il suo cammino al Senato. Uno di questi è dedicato all’art.18 ed al reintegro in caso di licenziamento senza giusta causa. I 40 senatori democratici che hanno sottoscritto i 7 emendamenti propongono che, per i neoassunti, il  contratto a tutele crescenti scatti dopo tre anni, rispetto ai 10 su cui si ipotizza sarebbe orientato l’Esecutivo.

A questo proposito, si segnala anche un nuovo intervento del segretario generale della Cgil Susanna Camusso che, dopo aver nuovamente contestato l’impostazione  del Jobs act, propone di iniziare a discutere “sulla durata del periodo di prova”. L’argomento, in verità, è esattamente quello oggetto degli emendamenti presentati dalla minoranza PD.

Le richieste di modifica, peraltro, sono già state dichiarate “irricevibili” (politicamente, s’intende) dal Presidente della Commissione Lavoro del Senato Maurizio Sacconi (NCD). Il Ministro Poletti ha, inoltre, dichiarato che “dal dibattito parlamentare accoglieremo solo ciò che è compatibile con il testo del Governo”.

Nessun passo indietro dell’Esecutivo, quindi, in attesa della Direzione del PD di lunedì prossimo, dove Renzi ha già annunciato che si “voterà”. Da New York, il Presidente del Consiglio, intervenuto all’Assemblea Generale dell’ONU, invita la Sinistra a “non difendere il passato”. “La partita è nel mio campo”, ha riconosciuto (cioè, nel PD), ma il partito “sceglierà il futuro, perché la riforma non è più rinviabile. Nessuno pensi che io mi tiri indietro!”.

A dargli man forte è intervenuto nel dibattito anche l’amministratore delegato di Fiat-Chrysler Sergio Marchionne, il quale ha sottolineato che in Italia “l’art. 18 è fonte di ingiustizia sociale”.

La “resa dei conti”, quindi, è rimandata alla Direzione del Partito Democratico, dove, peraltro, Renzi può contare su una solidissima maggioranza.

Moreno Morando

(25 settembre 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

7 marzo 2015
Riforma Lavoro | In vigore i primi due decreti attuativi del Jobs Act. Il d.lgs. n. 22/2015 e il d.lgs. n. 23/2015 ambedue in attuazione della legge n.183/2014

 
 
Condividi la notizia

20 settembre 2014
Jobs act | Nel mirino D'Alema e Bersani. Con un messaggio agli iscritti, il Premier ha attaccato pesantemente chi vuole tornare ad uno scontro ideologico.

 
 
Condividi la notizia

22 settembre 2014
Polemiche sul Jobs act | Nel giorno in cui la tensione fra le parti e' ulteriormente aumentata, il Capo dello Stato ha invitato a superare "conservatorismi, corporativismi e ingiustizie"

 
 
Condividi la notizia

22 settembre 2014
Appuntamenti politici | Si partira' con una nuova votazione per la Consulta e per il Csm, poi iniziera' l'esame del jobs act; mentre PD, sindacato e centrodestra appaiono piu' che mai divisi.

 
 
Condividi la notizia

21 febbraio 2015
Lavoro | Le novità contenute nei decreti legislativi approvati dal Consiglio dei Ministri n. 51 del 20 febbraio 2015.

 
 
Condividi la notizia

14 giugno 2015
Consiglio dei Ministri | Due provvedimenti sono stati adottati in via definitiva; gli altri quattro "in esame preliminare'.

 
 
Condividi la notizia

12 ottobre 2015
Lavoro autonomo | Per il Dipartimento delle Finanze, la tendenza degli effetti derivanti dalle nuove forme contrattuali sembra favorire la costituzione di rapporti di lavoro dipendente.

 
 
Condividi la notizia

3 dicembre 2014
Riforme | Con 166 voti favorevoli, 112 contrari e 1 astenuto, l'Assemblea ha approvato in via definitiva il disegno di legge rinnovando la fiducia al Governo.

 
 
Condividi la notizia

6 ottobre 2014
Confronto sul Jobs act | Probabilmente sara' presentato un maxiemendamento al ddl sulla riforma del lavoro, che dovrebbe recepire alcune delle modifiche approvate in direzione PD, ma senza impegni specifici sul reintegro.

 
 
Condividi la notizia

30 settembre 2014
Jobs Act | L'ordine del giorno proposto dal segretario ha ottenuto l'86% dei consensi. Adesso la parola passa ai gruppi parlamentari, dove sara' tutta un'altra storia.

 
 
Condividi la notizia

17 gennaio 2015
Riforma del Lavoro | Celebrati dal Ministro del Lavoro i primi quindici anni della Facoltà di Economia di Roma dell'Università Cattolica.

 
 
Condividi la notizia

5 agosto 2015
Welfare | Il Decreto Legislativo 15 giugno 2015 n.80 attua la delega prevista dalla Legge n.183/2014.

 
 
Condividi la notizia

5 settembre 2015
Consiglio dei Ministri | L'Esecutivo ha dato il via libera a quattro provvedimenti, che comprendono anche i controlli a distanza e lo stop alle dimissioni in bianco.

 
 
Condividi la notizia

23 settembre 2015
Gazzetta Ufficiale | Pubblicati nella G.U. n. 221 del 23 settembre, Suppl. Ord. n. 53, i Decreti Legislativi approvati dal Governo nella riunione del 4 settembre scorso.

 
 
Condividi la notizia

3 ottobre 2014
Jobs act | La materia del contendere riguarda in primo luogo l'obbligo, o meno, per il datore di lavoro di procedere al reintegro del lavoratore licenziato.

 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.