Condividi la notizia

Cassazione

Occupazione di alloggio popolare: lo stato di necessità che esclude il reato

I principi sanciti dalla Seconda Sezione nella sentenza n. 16916/2016.

"In tema di illecita occupazione di un alloggio popolare, lo stato di necessità può essere invocato solo per un pericolo attuale e transitorio e non per sopperire alla necessità di trovare un alloggio al fine di risolvere in via definitiva la propria esigenza abitativa, tanto più che l'edilizia popolare è destinata a risolvere le esigenze abitative dei non abbienti, attraverso procedure pubbliche e regolamentate".
 
È questo il principio ribadito dalla Seconda Sezione penale della Corte di Cassazione nella sentenza n. 16916/2016 (Pres. Prestipino - udienza del 15.1.2016) nella quale viene evidenziato come sia necessaria una rigorosa interpretazione della fattispecie legale che richiede una situazione di pericolo determinato da necessità contingenti.
 
L'art. 54 del codice penale, infatti, richiede, per la configurabilità dello stato di necessità, la prova da parte del soggetto che la invoca, che il pericolo sia "attuale", requisito che presuppone che, nel momento in cui l'agente agisce contra ius - al fine di evitare "un danno grave alla persona" - il pericolo sia imminente e, quindi, individuato e circoscritto nel tempo e nello spazio. 
 
L'attualità del pericolo, esclude, in via di logica, tutte quelle situazioni di pericolo non contingenti, caratterizzate da una sorta di cronicità datata e caratterizzata dal proiettarsi con stabilità, nel tempo. 
 
Ove si versasse nella situazione di emergenza abitativa, il pericolo non sarebbe più imminente ma permanente proprio perchè l'esigenza abitativa - ove non sia transeunte e derivante dalla stretta ed immediata necessità "di salvare se od altri dal pericolo attuale di un danno grave alla persona" - necessariamente è destinata a prolungarsi nel tempo.
 
Precisano, altresì, i Giudici di Palazzaccio che, venendo in causa il diritto di proprietà del proprietario dell'immobile occupato, un'interpretazione costituzionalmente orientata dell'art. 54 c.p. alla luce dell'art. 42 Cost., non può che pervenire ad una nozione che concili l'attualità del pericolo con l'esigenza di tutela del diritto di proprietà del terzo che non può essere compresso in permanenza perché, in caso contrario, si verificherebbe, di fatto, un'ipotesi di esproprio senza indennizzo o, comunque, un'alterazione della destinazione della proprietà al di fuori di ogni procedura legale o convenzionale.
 
In conclusione la sola situazione di emergenza abitativa non consente di evitare la condanna penale ai sensi dell'art. 633 c.p. che punisce chiunque invade arbitrariamente terreni o edifici altrui, pubblici o privati, al fine di occuparli o di trarne altrimenti profitto.
 
Fonte: Corte di Cassazione
 
Enrico Michetti

La Direzione

(8 maggio 2016)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

28 ottobre 2018
Giustizia | I principi sanciti dalla Corte di Cassazione nella sentenza del 22 ottobre 2018.

 
 
Condividi la notizia

28 aprile 2016
Graffitismo | La particolare tenuità del fatto nei principi sanciti nella sentenza dalla Sezione Seconda della Corte di Cassazione n. 16371/2016.

 
 
Condividi la notizia

3 dicembre 2017
Giustizia | La sentenza della Corte di Cassazione del 30 novembre 2017.

 
 
Condividi la notizia

22 marzo 2015
Edilizia residenziale pubblica | Neanche il c.d. "diritto alla casa" autorizza l'indebito impossessamento di un immobile. La sentenza del TAR Lazio del 20.3.2015.

 
 
Condividi la notizia

25 luglio 2017
Enti Locali | La sentenza depositata in data 20 luglio 2017 dalla Sezione Sesta Penale della Corte di Cassazione.

 
 
Condividi la notizia

17 novembre 2016
Giustizia | I principi sanciti nella sentenza della Terza Sezione Penale della Corte di Cassazione del 16.11.2016.

 
 
Condividi la notizia

18 novembre 2018
Giustizia | I principi sanciti dalla Corte di Cassazione nella sentenza del 15 novembre 2018.

 
 
Condividi la notizia

20 marzo 2016
Abolitio criminis | La soglia di rilevanza penale stabilita dall'art. 3 d.lgs. 15/1/2016 n. 8 nella sentenza della Corte di Cassazione n. 11376/2016.

 
 
Condividi la notizia

17 febbraio 2016
Corte di Cassazione | I principi sanciti nella sentenza della Seconda Sezione della Sprema Corte del 27.1.2016 n. 6035.

 
 
Condividi la notizia

24 ottobre 2015
Reati bianchi | Il formarsi del silenzio-rifiuto alla scadenza del termine di 30 giorni dalla richiesta. Le conseguenze nei principi sanciti dalla Corte di Cassazione Sez. VI sentenza n. 42610/2015.

 
 
Condividi la notizia

21 gennaio 2018
Corte di Cassazione | I principi sanciti nella sentenza delLa Quinta Sezione Penale del 17 gennaio 2018.

 
 
Condividi la notizia

20 marzo 2016
Abolitio criminis | I principi sanciti dalla Corte di Cassazione nelle sentenze n. 11368, 11370 del 2016.

 
 
Condividi la notizia

21 febbraio 2017
Suprema Corte | Nessuna depenalizzazione del reato di disturbo della quiete pubblica. La sentenza del 14 febbraio 2017.

 
 
Condividi la notizia

19 febbraio 2016
Borse taroccate | I principi sanciti dalla Corte di Cassazione nella sentenza n. 1108/2016.

 
 
Condividi la notizia

18 marzo 2018
Pubblica amministrazione | I principi sanciti dalla Sesta Sezione Penale della Corte di Cassazione.

 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.