Condividi la notizia

TAR LIGURIA

Rilascio del permesso di costruire, se è la Giunta a provvedere....

Per i giudici amministrativi si ravvisa un'ingerenza nel potere riservato al dirigente.

Una impresa edile presentava una istanza per ottenere il rilascio di un permesso di costruire volto alla realizzazione di un complesso residenziale di dodici edifici in un Comune ligure. Con deliberazione del 12 giugno 2014, quindi, la Giunta comunale formulava “direttive” al competente Settore in merito all’istanza edificatoria suddetta, nel senso che la proposta ivi formulata per la cessione di aree a standard (parcheggi pubblici e verde), riguardando una zona “non centrale per la quale non è previsto un particolare utilizzo di pubblico interesse”, non poteva essere ritenuta utile.

L’impresa proponeva ricorso al TAR sollevando censure di merito e, in via subordinata, eccepiva l’incompetenza a pronunciarsi della Giunta, allegando che l’organo in questione non avrebbe “alcuna competenza a dettare indirizzi al competente dirigente in merito ad istanze di permesso di costruire”.

Il Tar ligure, sottolineava – innanzitutto – che la censura di incompetenza, per il suo carattere radicale e assorbente, non ammetteva di essere graduata dalla parte ed andava scrutinata per prima in quanto, ove riscontrato effettivamente il vizio denunciato, il giudice amministrativo non può esaminare le altre questioni per non incidere sull’esercizio dei poteri dell’organo competente.

Con sentenza n. 54 del 25 gennaio 2018, i giudici aditi hanno ritenuto la censura di incompetenza palesemente fondata in quanto l’art. 20 del Testo Unico dell’Edilizia (n. 380 del 2001) riserva al dirigente od al responsabile dell’ufficio la decisione in merito al rilascio del permesso di costruire, senza contemplare possibili ingerenze, neppure attraverso la formulazione di direttive o di indirizzi, dell’organo di governo in tale ambito procedimentale.

Il collegio ha infatti sottolineato che l’avversata deliberazione di Giunta, pur autoqualificandosi come atto di indirizzo, determina in modo assolutamente puntuale i contenuti del titolo edificatorio, con evidente sconfinamento nel perimetro dell’attività di gestione amministrativa in materia edilizia che la legge riserva ai dirigenti degli Enti locali, anche qualora comportante, come nel caso di specie, valutazioni di natura discrezionale.

Rodolfo Murra

(31 gennaio 2018)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

4 maggio 2015
Giustizia amministrativa | I tre diversi orientamenti giurisprudenziali nella sentenza del TAR Molise del 4.5.2015, n. 181.

 
 
Condividi la notizia

18 marzo 2015
edilizia | I principi sanciti dal TAR Lazio, Roma II Quater, sentenza del 18.3.2015, n. 4312.

 
 
Condividi la notizia

26 aprile 2015
Giustizia amministrativa | I nuovi strumenti di rilevamento non sono sufficienti per la decadenza dal permesso di costruire. La sentenza del TAR Campania del 24.4.2015.

 
 
Condividi la notizia

29 aprile 2014
Consiglio di Stato | Pensiline o tettoie appoggiate sull'edificio che ne modificano la sagoma e il prospetto sono abusive senza il permesso di costruire. Legittimo l’ordine di demolizione che ne disponga la rimozione.

 
 
Condividi la notizia

5 maggio 2015
Giustizia amministrativa | E' necessario il permesso di costruire nella sentenza del Consiglio di Stato del 4.5.2015.

 
 
Condividi la notizia

6 ottobre 2016
Corte di Cassazione | Il principio ribadito dalle Sezioni Unite nella sentenza n. 19683 del 3.10.2016.

 
 
Condividi la notizia

1 dicembre 2014
Consiglio di Stato | Non basta la reiterazione della presenza del manufatto di anno in anno nella sola buona stagione. La sentenza del Consiglio di Stato del 1 dicembre 2014.

 
 
Condividi la notizia

19 aprile 2015
Edilizia | Per la sentenza del TAR Napoli del 17.4.2015 n. 2197 si decide caso per caso.

 
 
Condividi la notizia

3 aprile 2018
Consiglio di Stato | Un caso particolare di titolo edilizio formatosi per silentium.

 
 
Condividi la notizia

4 settembre 2018
TAR CALABRIA | Il richiedente aveva trasformato i cornicioni condominiali in balconi ad uso esclusivo.

 
 
Condividi la notizia

21 marzo 2016
Processo amministrativo | La differenza in caso di apertura di Centri commerciali nei principi sanciti dalla Sesta Sezione nella sentenza del 21.3.2016 n. 1156.

 
 
Condividi la notizia

18 giugno 2014
edilizia | Da 8000 tipi di moduli a uno solo valido per tutto il territorio nazionale che potrà essere adeguato alle specificità della normativa regionale.

 
 
Condividi la notizia

21 dicembre 2014
Accesso alle cariche elettive | Legittima la nomina di una sola donna quale assessore all'interno della giunta provinciale. La sentenza del TAR Lecce del 15 dicembre sulla insussistenza di limiti quantitativi da osservare a pena di illegittimità degli atti di nomina.

 
 
Condividi la notizia

4 agosto 2014
Scuola | Non ammessa all'esame di Stato l'alunna per troppe assenze. Il Tar Piemonte interviene: violato il "principio di proporzione dell'azione amministrativa".

 
 
Condividi la notizia

22 maggio 2018
Permesso di costruire | Il TAR Salerno chiarisce i limiti della legittimazione ad agire.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 Tweet dalla P.A.
 
CORTE
COSTITUZIONALE
 
CORTE DI GIUSTIZIA DELL'UNIONE EUROPEA
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.