Condividi la notizia

Appalti

Illegittima l'esclusione da una gara per non aver utilizzato un modulo predisposto dalla P.A.

Per il Consiglio di Stato un singolare caso di invio dell'offerta economica non ritenuto invalidante.

Una Provincia bandiva una gara, da aggiudicarsi mediante procedura telematica, per l’affidamento dei lavori pubblici.

Un passo della lettera d’invito stabiliva che la formulazione dell’offerta economica dovesse avvenire mediante la compilazione integrale di un apposito modulo (denominato “Lista delle lavorazioni e forniture”) costituito da un file in formato pdf caricato a sistema da compilarsi secondo specifiche modalità. L’avviso stabiliva che il mancato rispetto delle modalità stesse comportava l’esclusione automatica dell’offerta.

Una delle imprese partecipanti aveva sì compilato il modulo online messo a disposizione dalla stazione appaltante, sottoscrivendolo digitalmente e spedito come prescritto, ma veniva esclusa perché il file allegato risultava essere una copia riprodotta mediante scanner rispetto al modulo fornito dall’Amministrazione e pertanto privo dei certificati di firma del sistema informatico della stazione appaltante.

Il provvedimento veniva gravato davanti al TAR che respingeva il ricorso. Quindi l’impresa proponeva appello, deducendo che il giudice di prime cure aveva errato nel ritenere che il mancato utilizzo del modulo predisposto dalla stazione appaltante potesse comportare l’esclusione dalla gara.

Il Consiglio di Stato, Sezione Quinta, con sentenza n. 4395 del 19 luglio 2018, ha accolto il gravame.

Il Collegio è partito, nella sua ricostruzione motivazionale, dal fatto che non esiste alcuna norma di legge che consenta di sanzionare con l’esclusione il mancato utilizzo di un modulo predisposto dalla stazione appaltante per la redazione dell’offerta economica.

In ogni caso, come ben rilevato dall’appellante, la lettera d’invito prevedeva l’esclusione dalla gara solo in relazione al “mancato rispetto delle modalità” di compilazione del modulo indicate in apposito paragrafo. E nel caso che occupa non era controverso che la concorrente avesse utilizzato proprio l’allegato previsto dalla lettera di invito, compilandolo secondo le prescrizioni dettate nella stessa.

La circostanza che l’appellante abbia trasmesso alla stazione appaltante invece che il file con “estensione pdf”, caricato a sistema, una copia del detto file riprodotta mediante scanner o (il che è lo stesso) mediante stampante digitale, dà luogo ad una mera irregolarità formale di per se sola insufficiente a giustificarne l’esclusione dalla gara, vieppiù in assenza di una specifica clausola che prescrivesse di utilizzare esclusivamente l’originale vietando l’uso del documento scansionato o generato mediante stampante digitale.

La copia del file, invero, non contiene i certificati di firma digitale che garantiscono la conformità della copia stessa all’originale. Secondo i giudici di appello l’unico inconveniente derivante da detta mancanza si sostanzia nella necessità di verificare, in sede di esame dell’offerta, la corrispondenza di ogni singola voce della lista scansionata (o riprodotta) e compilata dal concorrente con quella predisposta dall’Amministrazione appaltante.

 

Mattia Murra

(24 luglio 2018)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

4 luglio 2015
GIUSTIZIA AMMINISTRATIVA | La "piena conoscenza degli atti di gara" nei principi richiamati dal TAR Potenza.

 
 
Condividi la notizia

4 luglio 2015
Anomalia dell'offerta | I principi sanciti dalla sentenza della Terza Sezione del Consiglio di Stato del 3 luglio 2015 n. 3329.

 
 
Condividi la notizia

22 maggio 2018
TAR LAZIO | Può la stazione appaltante scegliere una delle due offerte?

 
 
Condividi la notizia

27 giugno 2015
Appalti pubblici | Due interessanti principi stabiliti dal Consiglio di Stato.

 
 
Condividi la notizia

10 dicembre 2017
Consiglio di Stato | Il carattere innovativo dell'art. 80 del D.Lgs n. 50/2016 rispetto al previgente Codice. La sentenza del 4 dicembre 2017.

 
 
Condividi la notizia

9 aprile 2014
Trasparenza | L'Autorità Nazionale AntiCorruzione ha chiarito che ogni qualvolta l'amministrazione per l'affidamento di lavori, servizi e forniture proceda in assenza di gara pubblica, è tenuta a pubblicare la delibera a contrarre in quanto atto sostitutivo del bando di gara.

 
 
Condividi la notizia

19 aprile 2016
Pubblica Amministrazione | Fissata dall'ANAC a Roma, presso il centro congressi della Banca d’Italia, in via Nazionale n. 91, dalle ore 9.00 alle ore 17.00. La lettera di invito del Pres. Cantone.

 
 
Condividi la notizia

26 luglio 2015
Giustizia | Nessuna norma impone di rifare il conteggio dei punti dell'offerta economica quando la procedura è ormai conclusa con l'aggiudicazione provvisoria della gara. La sentenza del TAR Basilicata del 21 luglio 2015 n. 430.

 
 
Condividi la notizia

14 dicembre 2017
Appalti | Le stazioni appaltanti e gli operatori economici sono invitati a segnalare eventuali problemi e criticità.

 
 
Condividi la notizia

27 luglio 2015
immigrazione | Scade il prossimo 31 agosto il bando di gara per selezionare gli aggiudicatari dell’affidamento del servizio di accoglienza degli stranieri presenti nel territorio di Matera e provincia.

 
 
Condividi la notizia

22 marzo 2015
Consiglio di Stato | La verifica della regolarita' contributiva delle imprese partecipanti a procedure di gara per l'aggiudicazione di appalti spetta agli istituti di previdenza, le cui certificazioni si impongono alle stazioni appaltanti.

 
 
Condividi la notizia

24 settembre 2018
CONSIGLIO DI STATO | Il coordinamento tra gli artt. 120 e 41 del Codice dei contratti alla base della decisione del Supremo Consesso.

 
 
Condividi la notizia

8 gennaio 2015
Giustizia Amministrativa | L'esclusione, anche se non è prevista dal bando, riguarda tutte le gare pubbliche e non solo le procedure finalizzate alla realizzazione di opere pubbliche. La sentenza del TAR Lazio dell'8.1.2015.

 
 
Condividi la notizia

26 febbraio 2015
Horizon 2020 | L’invio delle proposte preliminari è fissato al 16 Marzo e dovrà essere effettuato online.

 
 
Condividi la notizia

3 aprile 2016
Vigilanza e controllo | Firmato il Protocollo per monitorare le procedure di gara per prevenire tentativi di infiltrazione criminale.O

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.