Condividi la notizia

Corte dei Conti

Il Comune paga "a peso d'oro" la ristrutturazione della Casa del Fascio

Condannati il responsabile del Servizio tecnico comunale ed il responsabile unico del procedimento per errato pagamento nell'appalto.

Per l'errato pagamento di Euro 89.603,23 nell'appalto per la ristrutturazione dell'immobile comunale dell'ex "Casa del Fascio" del Comune si Passirano (BS) la Corte Conti, Sezione giurisdizionale per la Lombardia, con la sentenza del 13 agosto ha condannato il responsabile del Servizio tecnico comunale ed il responsabile unico del procedimento.

Tutto ruota attorno al pagamento della 5 rata dello Stato Avanzamento Lavori effettuata dall'Amministrazione alla Società appaltatrice, nonostante la notifica dell’intervenuta cessione dei crediti derivanti dal contratto d'appalto, che ha, quindi, provocato un pregiudizio patrimoniale consistente in una fuoriuscita di denaro dalle casse comunali senza alcuna efficacia liberatoria per il Comune.

Si tratta di una complessa vicenda giudiziaria dove peraltro, il responsabile dell'Uffcio Tecnico, il Responabile unico del Procedimento ed il Responsabile del settore Finanziario del Comune di Passirano avevano sicuramente tirato un sospiro di sollievo quando nel 2011 la Corte dei Conti con sentenza n. 227 li aveva assolti per intervenuta prescrizione dell’azione di responsabilità.

La Procura non ci sta e riesce a dimostrare con riferimento alla posizione del responsabile del procedimento e del responsabile dell'ufficio tecnico l'avvenuta interruzione della prescrizione che con una nuova sentenza n. 474/2012 della I Sezione Centrale veniva dichiarata rimettendo la causa alla Sezione giurisdizionale della Lombardia.

Nel nuovo giudizio il Collegio ha ritenuto negligente la condotta del Responsabile dell'Ufficio Tecnico che, in tale ruolo, avrebbe dovuto procedere alla corretta individuazione del creditore sulla base della documentazione necessaria a comprovarne il diritto per poi trasmettere l'atto di liquidazione, con tutti i relativi documenti giustificativi ed i riferimenti contabili, al Servizio finanziario per i competenti riscontri.

Il Responsabile dell'Ufficio Tecnico, invece, in violazione di tali obblighi, ha sottoscritto un atto di liquidazione nei confronti del soggetto non legittimato pur potendo avere piena disponibilità della documentazione eventualmente non esibita dal creditore.

Altrettanto censurabile per il Collegio e' la condotta del Responsabile Unico del Procedimento che nel predisporre l’atto di liquidazione non ha “previamente valutato le condizioni di ammissibilità, i requisiti di legittimazione ed i presupposti che siano rilevanti per l'emanazione di provvedimento”, né ha utilmente fornito “all'Amministrazione i dati e le informazioni relativi alle principali fasi di svolgimento del processo attuativo”, omettendo di avvisare tempestivamente dell’avvenuta cessione il Servizio finanziario.

Aggiunge la Corte che "Nell’aver effettuato, dunque, un indebito pagamento privo di efficacia liberatoria nei confronti della società cedente e nell’aver esposto il Comune alla legittima richiesta di adempimento da parte della società cessionaria, richiesta che...è stata comunque soddisfatta dal Comune, seppure in via stragiudiziale, si manifesta altresì evidente il nesso causale tra la condotta dei convenuti ed il danno contestato."

Il conclusione la Corte dei Conti con la sentenza n. 166 del 13 agosto 2014 ha ritenuto che il danno subito dal Comune di Passirano per l’indebito pagamento dell’importo di euro 89.603,23 sia ascrivibile nella misura dell’80%, pari ad euro 71.628,58, alle condotte del responsabile dell'ufficio tecnico e del responsabile unico del procedimento.

Da ciò la condanna al risarcimento, in favore del Comune di Passirano della somma di euro 71.628,58 da imputare per il 50% a ciascuno dei convenuti, oltre alla rivalutazione dalla data dell’avvenuto pagamento (22 settembre 2003) sino al deposito della sentenza (13 Agosto 2014).

Enrico Michetti

La Direzione

(15 agosto 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

5 giugno 2014
Danno erariale | La Corte dei conti chiarisce la vicenda.

 
 
Condividi la notizia

21 dicembre 2014
Processo contabile | La Corte dei Conti con sentenza del 18 dicembre ha dichiarato inammissibile l'atto di citazione.

 
 
Condividi la notizia

13 ottobre 2014
Responsabilità erariale | L'esercizio dell'azione di danno erariale tra ipotesi e "notizie di danno”".

 
 
Condividi la notizia

5 luglio 2015
GIUSTIZIA CONTABILE | Impossibilità oggettiva di utilizzare il personale interno della P.A. e legittimità dell'istruttoria avviata sulla base di articoli di stampa nei principi sanciti nella sentenza n. 36/2015.

 
 
Condividi la notizia

18 luglio 2015
Giustizia contabile | Punita una società ed il suo 'dominus occulto' per il mancato versamento nelle casse comunali dei tributi riscossi. Condannati anche gli amministratori di diritto.

 
 
Condividi la notizia

5 settembre 2014
Danno all'immagine e all'erario | La Corte dei Conti ha affermano la responsabilità di un dipendente dell'Agenzia delle Entrate.

 
 
Condividi la notizia

13 novembre 2016
Appalti | L'Autorità Nazionale Anticorruzione ha approvato il documento contenente la disciplina di maggior dettaglio.

 
 
Condividi la notizia

23 ottobre 2014
Corte dei Conti | Responsabile dell'Ufficio tecnico comunale condannato dal giudice contabile per aver dato ascolto alle chiacchiere e dicerie degli abitanti di un comune sardo, anziché effettuare accertamenti serie e compiuti.

 
 
Condividi la notizia

4 giugno 2014
Economia | Presentato il rapporto 2014 della Corte dei Conti sulla finanza pubblica. Pesa la pressione fiscale sull'economia del Paese. Oltre 50 miliardi di euro all'anno il sommerso.

 
 
Condividi la notizia

4 luglio 2014
Danno erariale | Era imputato per detenzione, assunzione e spaccio di doping nel ciclismo. Un danno per l’'immagine dell'Arma dei Carabinieri. Ma la Corte dei Conti dichiara inammissibili le richieste di risarcimento per prescrizione dei reati.

 
 
Condividi la notizia

12 settembre 2014
Danno Erariale | La Corte dei Conti condanna un docente a risarcire il danno, per tutti i compensi guadagnati senza il consenso dell'Amministrazione. Solo la prescrizione e le ritenute previdenziali gli "addolciscono la pillola".

 
 
Condividi la notizia

22 ottobre 2014
Danno erariale | Condannati dalla Corte dei Conti "anziani" finanzieri responsabili per aver omesso, nel 1991, controlli fiscali presso un concessionario automobilistico.

 
 
Condividi la notizia

15 maggio 2014
Danno erariale | La Corte dei Conti condanna al risarcimento del danno il primo cittadino negligente.

 
 
Condividi la notizia

22 agosto 2014
Danno erariale | Una storia all'italiana, la superficialità una della nostre caratteristiche migliori che anche l'ordinamento non riesce ad arginare.

 
 
Condividi la notizia

3 novembre 2014
Danno erariale | Il caporal maggiore disertava e truffava l'Amministrazione. I certificati medici lo incastrano.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.