Condividi la notizia

Unione Europea

Barroso a Renzi :"i patti vanno rispettati", ed il Premier "è l'Europa ad avere bisogno di flessibilità"

Nell'incontro svoltosi oggi a Villa Madama, il Presidente della Commissione Europea, nella sostanza, ha ribadito i vecchi concetti legati strettamente alla lettera dei Trattati

Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, nella veste di Presidente di turno della UE, ha ricevuto oggi a Villa Madama il Presidente uscente della Commissione Europea Manuel Barroso, che a novembre dovrebbe cedere il suo posto a Jean-Claude Juncker.

Barroso, con la consueta -almeno in apparenza- bonomia e tra un complimento e l’altro al nostro Premier -per la sua vitalità, il coraggio di innovare e di portare avanti le riforme- ha però anche colto l’occasione per chiarire che “le regole vanno rispettate fino in fondo”.

Prendendo spunto dalle numerose citazioni classiche contenute nel discorso tenuto da Renzi davanti al parlamento Europeo, ha richiamato la citazione latina che è diventata un principio fondamentale del diritto civile e del diritto internazionale : “pacta sunt servanda”, vale a dire che bisogna rispettare i patti (i contratti).

Secondo il Presidente della Commissione UE “non c’è alcun bisogno di deroghe per introdurre flessibilità, anche perché nessun leader europeo ha mai chiesto formalmente di farlo e la flessibilità è già contenuta intrinsecamente nei trattati, cosa che peraltro è già stata sperimentata positivamente”.

Concludendo, il leader politico portoghese ha espresso grande apprezzamento per il Presidente Napolitano ed ha ringraziato l’Italia per l’impegno assunto con la missione Mare Nostrum, manifestando una solidarietà, per la verità, alquanto generica e, comunque, senza assumere alcun reale impegno di interventi da parte della Ue, per far fronte all’ondata di immigrazione dall’Africa.

Il Premier Renzi, in primo luogo, ha colto l’occasione per chiarire che non c’è alcun problema con il Governo tedesco : “le polemiche sollevate dal presidente della Bundesbank non coinvolgono l’Esecutivo guidato da Angela Merkel. La Bundesbank non si occupi di questioni che riguardano gli Stati membri”.

Ha poi sottolineato -rispondendo a Barroso- che “è l’Europa stessa ad avere bisogno della flessibilità, non l’Italia, che deve invece continuare sulla strada delle riforme”.

Un assist al Presidente del Consiglio italiano era arrivato anche dall’ex Premier ed ex Presidente della Commissione Europea Romano Prodi, che intervenendo ad un Seminario alla Farnesina aveva puntato senza mezzi termini il dito contro la Germania, che in passato aveva sostenuto con forza la politica del rigore a tutti i costi, scelta che poi si è rivelata fallimentare.

Prodi ha ribadito che la Germania “ha un attivo della bilancia commerciale enorme, squilibrando tutto il mondo, ma una crescita modesta e un’inflazione quasi a zero. Devono assolutamente farsi carico dell’impegno di dare impulso all’economia”.

Parole che devono essere suonate come musica all’orecchio del Premier Renzi. Al di là delle belle dichiarazioni di facciata, anche nell’incontro di oggi a Villa Madama con Manuel Barroso è emersa chiaramente la sostanziale differenza di vedute fra la vecchia classe dirigente dell’Unione Europea e le idee innovative e pragmatiche di cui il Presidente del Consiglio italiano si è fatto portatore fin dai suoi primi passi sulla scena europea.

 

 

 

Moreno Morando

(4 luglio 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

23 giugno 2014
Unione Europea in tempi di cambiamento | Il Governo Renzi ha consegnato un documento indicando le sue priorita' al Presidente del Consiglio Europeo Herman Van Rompuy, che sta preparando il "programma" della nuova Commissione UE

 
 
Condividi la notizia

26 giugno 2014
Vertice UE | Prima dell'incontro ufficiale dei Capi di Stato e di Governo dell'Unione Europea in corso in Belgio, si sono confrontati con asprezza il leader italiano e quello tedesco, portatori di due idee diverse di Europa

 
 
Condividi la notizia

27 giugno 2014
UE: via libera a Juncker | Chiarimento tra il Premier italiano ed Angela Merkel dopo il duro confronto del primo giorno di vertice. Juncker designato a maggioranza alla Presidenza della Commissione Europea, con il voto contrario del britannico David Cameron.

 
 
Condividi la notizia

14 luglio 2014
Unione Europea | Il Parlamento di Strasburgo ratifichera'la sua indicazione da parte del Consiglio Europeo, proprio mentre il Financial Times lo attacca pesantemente sottolineando come, durante i suoi 18 anni alla guida del Governo lussemburghese, il Granducato sia diventato il piu' grande paradiso fiscale d'Europa"

 
 
Condividi la notizia

30 agosto 2014
Unione Europea | L'attuale Ministro degli Esteri italiano -nella foto tra Herman Van Rompuy (a destra) ed il polacco Donald Tusk (a sinistra)- sara' la nuova Lady Pesc

 
 
Condividi la notizia

4 luglio 2014
Unione Europea | Pesante attacco concentrico di vari esponenti tedeschi nei confronti del Presidente di turno della UE. Il Ministro delle Finanze Schauble non vuol sentir parlare di flessibilita'

 
 
Condividi la notizia

13 aprile 2016
DIRETTIVA COMUNITARIA | I nuovi strumenti normativi europei imposti agli Stati membri per prevenire e contrastare il riciclaggio ed il terrorismo.

 
 
Condividi la notizia

2 luglio 2014
Presidenza UE italiana | Nel suo discorso di inaugurazione del semestre di Presidenza italiana della UE davanti all'Europarlamento, il nostro Premier ha toccato con forza il tema della flessibilita' e della crescita, provocando la dura reazione del capogruppo del PPE, il tedesco Manfred Weber

 
 
Condividi la notizia

24 ottobre 2014
Opportunità di lavoro in Europa | C’è tempo fino al 15 novembre per candidarsi a uno dei programmi di tirocinio a Lussemburgo.

 
 
Condividi la notizia

23 ottobre 2014
Corte Costituzionale | Una sentenza della Consulta apre le porte alla competenza del giudice italiano sulle richieste di risarcimento avanzate da vittime del nazismo nei confronti della Germania.

 
 
Condividi la notizia

8 maggio 2018
Europa e giovani | L'iniziativa del Parlamento Europeo permetterà ai giovani di viaggiare in treno e raggiungere le mete Europee, tutti i dettagli all'interno dell'articolo.

 
 
Condividi la notizia

2 maggio 2016
Opportunità | Durata dei tirocini cinque mesi non prorogabili. Euro 1.252,26 mensili per le sedi di Bruxelles e Lussemburgo. Scadenza il 15 maggio 2016.

 
 
Condividi la notizia

25 maggio 2014
Elezioni Europee 2014 | Fonte European Parliament http://www.europarl.europa.eu/portal/en

 
 
Condividi la notizia

8 novembre 2014
Ufficio europeo di selezione del personale | I concorsi per lavorare nelle agenzie dell'Unione Europea mirano alla copertura di vari posti, con contratto permanente. Nell'articolo le posizioni ricercate.

 
 
Condividi la notizia

20 novembre 2014
Parlamento Europeo | Più facile da usare e più trasparenza ai cittadini. Il nuovo sito web riprogettato per firmare petizioni on line e seguire meglio gli sviluppi in Parlamento.

 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.